MOTO 2: JORGE NAVARRO TEST POSITIVI

562 0

Meteo poco clemente ma lavoro comunque portato avanti con aspetti positivi per Jorge Navarro e il Team Federal Oil Gresini Moto2…

Jorge è rimasto fermo ai box nella giornata di ieri a causa della pista molto sporca in seguito alla pioggia caduta nella notte, il pilota spagnolo ha comunque sfruttato la giornata di ieri, continuando positivamente il suo apprendistato in sella alla Kalex del Team Federal Oil Gresini Moto2.

Navarro, che ha totalizzato 84 giri, ha siglato un interessante crono di 1’43”499 lavorando sull’assetto della Kalex e questo per adattarla al proprio stile di guida. Un lavoro che proseguirà anche nei test ufficiali IRTA in programma sempre sul circuito di Jerez dall’8 al 10 marzo prossimi.

Jorge Navarro: “La giornata di ieri è stata alquanto produttiva per noi: ho potuto proseguire il mio apprendistato e le mie sensazioni sono migliorate costantemente. Abbiamo effettuato diverse modifiche all’assetto nell’arco della giornata e credo che sia stata imboccata la strada giusta per adattare la moto al mio stile di guida. Ovviamente c’è ancora del margine, sia per quanto riguarda il livello del mio pilotaggio, sia sul fronte del lavoro da fare per adattare ancora di più il set-up della moto al mio stile, ma come detto la direzione è quella giusta. Non vedo l’ora di tornare in pista qui a Jerez per i test IRTA, anche perché oggi non abbiamo girato: la pista era molto sporca, dopodiché non ha piovuto a sufficienza per sfruttare le condizioni di bagnato, per cui abbiamo preferito non utilizzare la seconda giornata di test per poterla sfruttare in seguito nel corso della stagione. Adesso ho quasi due settimane di tempo per continuare a prepararmi fisicamente, in modo da arrivare nelle migliori condizioni all’appuntamento con i test ufficiali!”.

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”