MOTO GP: PRESENTATO IL TEAM 2018

597 0

A Madrid la presentazione del Team Movistar Yamaha MotoGP 2018. Vinales contratto fino al 2020, Rossi deve prima provare a Sepang per capire una parte del suo futuro in Yamaha…

Manca ornai un nulla ai primi test della MotoGP a Sepang, test che la diranno lunga sull’assetto della stagione 2018. La prima notizia è quella che Vinales ha firmato con Yamaha per altre due stagioni e questo, allo spagnolo, regala tranquillità per lavorare bene quest’anno.

Anche perché, Vinales, nel 2018 vuole vincere quel titolo che gli è sfuggito la passata stagione. In ogni modo, sia il terzo posto di Maverik ed il quinto di Valentino, non hanno pienamente soddisfatto e si partirà proprio da questo dato.

Intanto Vinales si “gode” la tranquillità della decisione per un altro biennio (in realtà è un triennio visto che la stagione 2018 deve ancora partire): “Sono davvero felice che Yamaha e io abbiamo esteso il nostro contratto di altri due anni. È fantastico per me e per il team che siamo stati in grado di fare questo annuncio fin da subito – spiega Vinales -, perché ci dà un senso di calma: sappiamo che continuerò a guidare la mia M1 per le prossime tre stagioni, quindi ora possiamo concentrarci.

Sono molto soddisfatto di questa decisione. Ho molta fiducia nel team e in Yamaha e sono felice che anche loro si sentano allo stesso modo. Voglio ringraziare Yamaha per il loro voto di fiducia e anche per i fan, che ci supportano sempre. Continueremo a lavorare sodo. Spingeremo al massimo in tutti i Gran Premi e attendo tre stagioni incredibili insieme!”.

Questione di “chimica” tra Rossi e la M1 2018?

Dall’altra parte del box c’è Valentino Rossi che certo, più di tutti, vuole capire e saggiare i reali progressi della M1 2018. Per questo non si sbilancia e “spinge” le sue decisioni future a dopo gli imminenti test di Sepang. Rossi, che nel 2017 ha conquistato un sofferto 5° posto in classifica iridata, mai come quest’anno ha urgenza di una stagione che fili liscio per davvero. Il telaio 2018 della M1 è nuovo e quindi Rossi partirà da questo dato per capire, a naso, che tipo di stagione lo aspetterà. A Madrid intanto, è stata presentata la squadra 2018 Yamaha che intensifica il sodalizio con Telefonica/Movistar e sfoggia un nuovo logo e nuova livrea per la M1.

Kouichi Tsuji: General Manager Motorsports Division, YMC: “Siamo onorati di iniziare il quinto anno con il nostro sponsor principale, Movistar, un marchio che ha una grande tradizione nel campionato MotoGP. Abbiamo vissuto momenti molto importanti e positivi nei primi quattro anni della nostra collaborazione.

Quest’anno abbiamo lanciato nuovamente la nuova moto 2018 a Madrid, quindi a casa di Telefónica Spain. Da questo momento in poi iniziamo una nuova stagione, con una nuova livrea e un logo della squadra aggiornato, per sottolineare l’unione tra Yamaha e Movistar e per segnare l’inizio di questo nuovo capitolo. Siamo molto fortunati ad avere due rider incredibilmente talentuosi nella nostra squadra. Valentino Rossi e Maverick Viñales hanno un legame molto forte con Movistar Yamaha MotoGP Team. Sono sicuro che, insieme alle loro squadre, ma anche grazie al supporto di sponsor, partner e fan, saranno in grado di combattere in modo competitivo per le vittorie in gara. Possiamo esser certi che tutti coloro che sono coinvolti in questo progetto si impegnano ad aiutarli a raggiungere i loro obiettivi, quindi siamo pronti a sfidare insieme la vittoria nel 2018”.

Lin Jarvis: Amministratore delegato, Yamaha Motor Racing: “Prima di tutto, voglio dire che mi dispiace davvero di aver perso l’evento di presentazione del team a causa di alcuni problemi di salute. La squadra è tornata a Madrid anche quest’anno, per essere raggiunta da Telefónica Spain e questo per l’inaugurazione dei nuovi colori della squadra e prima di affrontare la sfida della stagione 2018. Questo sarà il quinto anno in cui il nostro team continuerà la sua partnership con Movistar.

La collaborazione ha portato a molti successi in passato, tra cui la Triple Crown nel 2015 e il titolo della squadra nel 2016. Abbiamo celebrato insieme i nostri risultati, ma abbiamo anche imparato molto stando insieme quando le cose non andavano per il verso giusto. Durante i prossimi test pre-stagionali non staremo seduti… Vediamo l’inizio del 2018 come la possibilità di ricominciare da capo. Prenderemo nuove opportunità con entrambe le mani e abbiamo fissato l’obiettivo di spingerci oltre. Abbiamo anche un nuovo logo della squadra e livrea aggiornate che mostrano la forte partnership tra Movistar e Yamaha. Sono sicuro che Maverick Viñales e Valentino Rossi sono ugualmente impazienti per riportare lo spettacolo in pista. In Yamaha siamo molto consapevoli del fatto che, sebbene i piloti stiano da soli quando escono in pista, la corsa è essenzialmente uno sforzo di gruppo. La dedizione e l’impegno dei piloti saranno abbinati a quello dei nostri ingegneri e del personale di squadra, così come i partner e gli sponsor, quindi non vedo l’ora che inizi una stagione agonistica”.

Valentino cerca concretezza…

Valentino Rossi: “Sono stato benissimo oggi! La presentazione della squadra è speciale ogni anno, anche per me, perché quando vedi la tua moto nei nuovi colori, inizi a sentirti eccitato.

Durante la pausa invernale mi è sempre mancata la mia M1, e dopo averla vista oggi voglio guidarla più presto possibile. Devo solo aspettare qualche altro giorno! Sinceramente, non vedo l’ora di iniziare la nuova stagione. L’anno scorso, ho avuto una vittoria e sei podi, ma anche alcuni problemi e infortuni. Vogliamo rendere memorabile il nostro quinto anno con Movistar, quindi quest’anno spingeremo più forte che possiamo. Il test a Sepang sarà importante. È la prima opportunità per i miei ragazzi di riunirsi quest’anno, che sarà divertente, ma presto diventeremo seri, perché vogliamo avere un’idea del nostro livello il prima possibile”.

Maverik punta sulla squadra e sulla serenità del contratto biennale…

Maverick Viñales: “Dopo oltre due mesi di attesa, stiamo finalmente dando il via alla nuova stagione. Ho lavorato duramente per prepararmi per l’inizio della nuova stagione e non vedo l’ora di guidare ancora la mia M1. La moto, la nuova combinazione di colori e anche il nuovo logo della squadra sembrano buoni, quindi, a giudicare dal look della squadra, siamo pronti per iniziare i test. L’anno scorso abbiamo avuto una partenza molto forte nei primi turni e siamo arrivati ​​terzi in campionato.

Quest’anno cercheremo di migliorare ciò che abbiamo fatto l’anno scorso. Abbiamo una squadra davvero buona, quindi penso che sia naturale puntare alla vittoria in ogni gara e, in ultima analisi, al titolo del campionato, ma ovviamente riusciremo a farlo solo se resteremo concentrati su ogni sessione e spingeremo forte come noi può.

Guideremo la moto 2018 a Sepang tra qualche giorno, che è il luogo in cui abbiamo tenuto il nostro ultimo test del 2017. Useremo questi dati per iniziare la stagione nel miglior modo possibile. La prima volta che accendi il motore e senti il ​​suono della tua nuova moto è qualcosa di speciale: sarà il suono della nuova stagione. Non vedo l’ora, per un grande anno!”