MOTO GP: SUPER DOVIZIOSO!

332 0

Andrea Dovizioso vince il GP d’Italia dopo una gara di forza e concreta. Lorenzo parte forte poi si perde, Vinales secondo, bravo ad un mega Petrux terzo Rossi che chiude quarto…

Credo sia stato il regalo più bello che un pilota potesse fare alla sua squadra. ovvero vincere il GP di casa qui al Mugello in sella alla sua Ducati. Impresa perfettamente “di gusto” per Andrea Dovizioso che, dopo una gara sempre all’attacco, ha coronato il suo sogno vincendo la sfida più bella. E lo ha fatto con classe, grinta e concretezza assoluta. Ottima pure la prova di Maverik Vinales, secondo dopo una gara veloce ed attenta.

In realtà, tutte le Ducati sono andate forti al Mugello (anche Alvaro Bautista ha chiuso al 5° posto), tutte tranne quella di uno sconsolato Jorge Lorenzo che, dopo una partenza che aveva fatto sperare nel suo “sblocco” nei confronti della GP17, l’ha visto arretrare giro dopo giro per poi chiudere con un troppo mero 8° posto. Certo anche Domenicali, dopo aver lodato Dovizioso, non ha preso nemmeno in considerazione l’idea di spendere due parole due su Lorenzo, segno che Ducati non è affatto contenta dei risultati del maiorchino, che certo non sembra adattarsi alla moto e questo sta diventando un vero problema anche mentale per Jorge…

Merita due parole pure Danilo Petrucci, eccellente terzo qui al Mugello dopo una mega gara e tanti spunti per capire che Petrux fa sul serio! Un podio straordinario per lui ed il suo team, soprattutto perché Petrucci ha fatto meglio di Lorenzo e questo la dice lunga sullo stato delle cose. Rossi ha inseguito ma, nonostante la sua non perfetta forma, ha agguantato un meritatissimo 4° posto, bravo pure lui che, meno di una settimana fa, era ancora in ospedale…

Certo fa male non esser potuto salito sull’infuocato podio del Mugello. Sono mancati dalla scena le Honda (Pedrosa out, Marquez 6°) e le Suzuki (Iannone solo 10°), in crisi vera mentre uno splendido Vinales ha chiuso al 2° posto, il che significa riprendersi la leadership della classifica iridata con il “Dovi” al secondo posto e Rossi 3°.

Nicolas Goubert – Direttore Tecnico e Supervisore Programma MotoGP:

“Abbiamo vissuto un fine settimana molto positivo qui al Mugello. Il pneumatico anteriore duro funzionava bene qui ed i piloti si sono adattati bene realizzando tempi molto veloci dalle sessioni di prova in poi. La nostra gamma di mescole diverse ha offerto ancora una volta molte scelte per i piloti e ha dato loro qualcosa che potevano usare, non importa quale stile o moto guidassero… Siamo costantemente impegnati a migliorare ed è stata un’atmosfera speciale qui oggi. Ora ci sarà la gara in Spagna una prova importante, su questo circuito abbiamo effettuato un buon test recentemente quindi sappiamo cosa aspettarci. Ed avremo anche un altro test dopo il weekend di gara sulla stessa pista, quindi cercheremo di raccogliere ulteriori informazioni “.

UN “DOVI” COSI’ MERITATA LA VITTORIA…

Andrea Dovizioso: vincitore del GP: “Una giornata bellissima che per me era cominciata molto male dopo una notte passata in bianco per una intossicazione alimentare. Oggi non avevo molta energia fisica, però sapevo che la moto andava forte, perché avevamo lavorato bene durante il weekend e ho anche avuto tanto supporto dai miei fan, dal mio fisioterapista, dalla mia famiglia, e questo ha fatto la differenza.

Nonostante non fossi al 100% sono riuscito a gestire la gara anche se non ero il più veloce in assoluto, però ho fatto una strategia perfetta, conquistando la posizione giusta al momento giusto. Ho guidato in modo molto fluido, non ho mai forzato eccessivamente e questo ha fatto la differenza perché il Mugello è una pista che stanca molto fisicamente, e le gomme non permettevano comunque di spingere troppo. Finalmente c’è l’abbiamo fatta: vincere al Mugello è veramente qualcosa di speciale!”

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding): “Quello di oggi è un risultato magnifico che ripaga il lavoro e i sacrifici che tutti i ragazzi di Ducati Corse hanno fatto in questi mesi e quindi dedico a loro questa splendida vittoria. Al Mugello abbiamo visto due Ducati e due piloti italiani sul podio, con Andrea sul gradino più alto, in una gara bellissima senza ritiri importanti, in cui ha vinto veramente il migliore. Oggi avevamo una moto straordinaria e Dovizioso ha ottenuto davvero un risultato eccezionale. E’ il frutto di un grande lavoro di squadra, di cui credo tutti gli italiani saranno orgogliosi.

IL MAVERIK CHE NON MOLLA MAI!

Maverick Viñales, 2° posizione: Onestamente sono così felice e contento… Quando ho visto Valentino Con Marc non essere lì davanti, ho pensato OK oggi è il giorno per prendere il secondo posto e portare a casa un sacco di punti.

Nell’incidente di venerdi sono stato molto fortunato perché si trattava di un incidente ad elevata velocità ed il mio braccio faceva male un sacco, quindi sono molto contento per il risultato di oggi. Sentivo solo sentire dolore quando la moto si muoveva, ma per gran parte della gara stavo veramente bene, ero al 100%. E verso fine gara,  mi preparavo a spingere negli ultimi cinque giri e fare del mio meglio e, come ho detto, oggi è stata una buona giornata”.

VALENTINO ROSSI, 4° POSTO, MA DISPIACIUTO PER IL MANCATO PODIO

Valentino Rossi, 4° posizione: “Sapevo che la gara di oggi sarebbe stata più difficile del solito per me. Ho guidato bene e non ho avuto dolore, ma ho faticato un po’ e sapevo che 23 giri sarebbero stati lunghi oltre che duri. Ho fatto del mio meglio ed ho centrato una partenza perfetta e ho condotto la gara per alcuni giri, ma non ho potuto guidare come mi sarebbe piaciuto. Alla fine ho cercato di stare vicino ai piloti davanti, ma non ho avuto il potere di attaccare Danilo.

Mi sarebbe piaciuto un sacco essere sul podio oggi, ma non c’era nulla che potessi fare. E’ un po’ deludente non essere sul podio al Mugello, ma se penso a dove mi trovavo qualche giorno fa, credo che questo risultato sia stato un grande successo. E’ stato un weekend positivo tutto sommato. Essere qui e guidare di fronte a così tanti tifosi è stato un “dono”. Ora abbiamo solo pochi giorni prima del GP della Catalunya, un’altra gara importante, quindi cercherò di recuperare ed essere in perfetta forma per Barcellona”.

LA CRISI DI JORGE LORENZO: PARTE FORTE, POI SI PERDE…

Jorge Lorenzo, 8° posizione: “Ovviamente non posso essere soddisfatto della mia gara di oggi. Anche se sono partito molto forte e sono stato in testa ad una gara per la prima volta quest’anno, purtroppo giro dopo giro il mio ritmo è rallentato.

Continuo a perdere molto in frenata e per il momento non riesco a sfruttare bene i punti forti della mia moto, ma soprattutto non riesco ad essere veloce in percorrenza di curva, che è una delle mie caratteristiche, e oggi sono stato superato diverse volte all’interno senza riuscire a reagire. Il lato positivo della gara è che Andrea ha vinto e Danilo è arrivato terzo, dimostrando che la Ducati oggi è stata la miglior moto in pista. Già venerdì avevo detto che la moto avrebbe potuto puntare alla vittoria e sono contento per Dovizioso perchè se lo è meritato.” 

COSI’ ALL’ARRIVO DEL GP ITALIA

  1. Andrea DOVIZIOSO, Ducati Team – 41’32.126
  2. Maverick VIÑALES, Movistar Yamaha MotoGP – +1.281
  3. Danilo PETRUCCI, OCTO Pramac Racing – +2.334
  4. Valentino ROSSI, Movistar Yamaha MotoGP – +3.685
  5. Alvaro BAUTISTA, Pull&Bear Aspar Team – +5.802
  6. Marc MARQUEZ, Repsol Honda Team – +5.885
  7. Johann ZARCO, Monster Yamaha Tech 3 – +13.205
  8. Jorge LORENZO, Ducati Team – +14.393
  9. Michele PIRRO, Ducati Team – +14.880
  10. Andrea IANNONE, Team SUZUKI ECSTAR – +15.502
  11. Tito RABAT, EG 0,0 Marc VDS – +22.004
  12. Scott REDDING, OCTO Pramac Racing – +24.952
  13. Jonas FOLGER, Monster Yamaha Tech 3 – +28.160
  14. Hector BARBERA, Reale Avintia Racing – +30.676
  15. Jack MILLER, EG 0,0 Marc VDS – +30.779

CLASSIFICA CAMPIONATO

  1. Maverick VIÑALES – Yamaha – 105
  2. Andrea DOVIZIOSO – Ducati – 79
  3. Valentino ROSSI – Yamaha – 75
  4. Marc MARQUEZ – Honda – 68
  5. Dani PEDROSA – Honda – 68
  6. Johann ZARCO – Yamaha – 64
  7. Jorge LORENZO – Ducati – 46
  8. Danilo PETRUCCI – Ducati – 42
  9. Jonas FOLGER – Yamaha – 41
  10. Cal CRUTCHLOW – Honda – 40
  11. Scott REDDING – Ducati – 30
  12. Jack MILLER – Honda – 30
  13. Alvaro BAUTISTA – Ducati – 25
  14. Andrea IANNONE – Suzuki – 21
  15. Loris BAZ – Ducati – 19