PROGETTO ENDURO: “GIUBE” BENE A CUSTONACI…

657 0

In Sicilia terza e quarta prova degli Assoluti. Giubettini/PROGETTO ENDURO, ottiene un 9° ed un 12° posto, risultati incoraggianti in vista della Under 23…

Seconda e terza gara per PROGETTO ENDURO 2017, di scena il tracciato Custonaci (TP), terreno difficile per tutti e che ha messo in crisi anche i top rider degli Assoluti d’Italia. Work in Progress per Andrea Giubettini che, questa volta, ha corso una buona gara su terreni decisamente più enduristici e con l’atmosfera del vero enduro…

“Giube” ha chiuso la terza e quarta prova degli Assoluti con ottimi risultati: un 11° ed un 9° posto di classe ed ora si trova al 12° posto in Campionato, risultati che “spingono” Giubettini a riconsiderare l’idea che, anche gli Assoluti, sono meta importante per crescere in modo più veloce. Qualche problemini tecnico stavolta che però non hanno impensierito più di tanto il pilota del PROGETTO ENDURO, che ha sempre corso le 24 speciali (tra sabato e domenica) con grinta e determinazione.

CONSAPEVOLE DELL’OTTIMA PREPARAZIONE…

Ma forse, l’elemento migliore di questa gara, è la consapevolezza e la sincerità scaturita dopo il fine gara, quando Andrea ha espresso che, questo 9° posto, è anche frutto di “coincidenze” quali alcune cadute degli avversari. Può sfuggire il senso, ma Giubettini sembra pronto al vero “confronto con se stesso”, al lasciarsi andare a dichiarazioni che forse altri non avrebbero fatto, ma, soprattutto, dimostra una maturità agonistica ed una forza che quest’anno compare da subito e che, ritengo, lo porterà molto avanti nella stagione sia degli Assoluti quanto della Under 23, dove detiene il titolo 2016…

Andrea sta crescendo e lo fa per bene e con metodo. E’ molto esigente con le proprie performance e questo significa che ce l’ha dentro quanto può esprimere al punto tale da essere molto determinato nell’allenamento che quest’anno è complessivamente cambiato ed a cui si è aggiunto un diverso approccio tecnico e di metodo…

E la settimana prossima è già ora della prima gara della Under 23, nemmeno il tempo di svuotare la borsa ma solo il tempo di rimettere a posto le idee per un’altra avventura nella Coppa Italia…

GARE 3 & 4 ASSOLUTI D’ITALIA – PROGETTO ENDURO/ANDREA GIUBETTINI

DAY 1 – 11 MARZO: Gara 1 ASSOLUTI D’ITALIA/Custonaci TP- Categoria Junior

Piazzamento Gara: 11° posto – punti classifica 5 – Posizione campionato 15°

DAY 2 – 12 MARZO: Gara 1 ASSOLUTI D’ITALIA/Custonaci TP – Categoria Junior

Piazzamento Gara: 9° posto – punti classifica 7 – Posizione campionato 12°

ANDREA GIUBETTINI

Andrea raccontaci il tracciato di Custonaci…

“Questo tracciato siciliano si snodava lungo un fettucciato, una prova estrema ed una linea. Sulla linea, sinceramente, non ho capito come guidare, mi sono un po’ perso e questo in entrambe le giornate di gara… Ho realizzato quindi tempi un po’ alti rispetto agli altri piloti, mentre sul fettucciato certo avrei potuto difendermi meglio anche se ho realizzato tempi discreti. Sono andato bene invece sulla linea anche se qualche caduta di troppo ha compromesso il risultato finale”

Dove ti sentivi più a tuo agio quindi?

“Direi che avrei potuto difendermi molto bene sull’estrema ed il fettucciato, ma, nonostante spingessi e mi sembrava di portare un ottimo passo di gara, i tempi sono sempre rimasti alti e più di questo non ho potuto fare…”

Allora non sei molto soddisfatto di questa seconda trasferta della stagione…

“Non sono contento, ero partito bene e rimontavo sugli altri anche se, man mano che si scavava la speciale, i tempi aumentavano sempre più e quindi non sono riuscito a comprendere quanto accaduto e credo ci sia da lavorare su piste bucate e questo per cercare di recuperare terreno e punti sugli avversari”

Forse problemi legati allo stato del terreno?

“Non so, il terreno è cambiato rispetto al primo giorno e l’ho trovato più duro… Era scavato e molte pietre erano esposte. Nella seconda giornata ho avuto l’imprevisto della mousse anteriore che è scesa un po’ e questo mi ha creato qualche problema di guidabilità e sensibilità con la moto”

Insomma Andrea, il 9° posto è frutto di altro?

“Il risultato di domenica, lo devo dire, lo devo al fatto che alcuni piloti sono caduti. Ero lì a cercare di capire cosa stesse accadendo e queste cadute in qualche modo mi hanno aiutato a rosicchiare qualche posizione che probabilmente non avrei superato. Il 9° posto quindi è frutto di questi elementi combinati tra loro. Al momento la mia preparazione è l’allenamento sui sassi, ci siamo ma devo migliorare ancora per guidare più sciolto e sereno. Il gap con i primi è tanto, c’è da sistemare la moto, le sospensioni e la mia guida deve cambiare un po’ per viaggiare con più velocità. Devo diminuire il gap dai primi e questo il mio obiettivo da domani!”.

IL COMMENTO DI GIORGIO D’IPPOLITO (TECNICO GIUBETTINI)

Due parole sulla giornata di sabato…

“Con l’apertura della gara di sabato, si torna ad una vera gara di enduro tradizionale con le prove di enduro test, cross test ed extreme test.

Il terreno particolarmente sassoso, ha certamente messo a durissima prova tutti, Andrea compreso ma pure i top rider degli Assoluti… Andrea ha corso una buona gara sabato e l’ho visto molto più convinto delle proprie capacità ed ha spinto sempre, fin alla dodicesima speciale”

 

A tuo avviso dove si trovava più a suo agio Andrea stavolta?

“Penso nella zona dedicata all’extreme test e questo anche in funzione degli allenamenti mirati che abbiamo messo a punto nel pre-gara di Custonaci. Mostra segni di miglioramento anche se nella zona dell’enduro test ha avuto qualche problema, come del resto tutti gli altri…”

Dalla sabbia ai sassi, come hai lavorato sulla TE250 di Giubettini?

“Dopo la sabbia appunto, siamo tornati ad un setting prettamente enduristico non solo per le sospensioni ma pure per il 2T Husqvarna, reso più fluido per favorire Andrea nei passaggi più tecnici. Anche forcella e mono sono scese sul morbido se parliamo del setting, proprio per copiare meglio sassi ed asperità”.

Parliamo della gara di domenica…

“Questo 9° posto direi che è molto incoraggiante per Andrea ed è un risultato di tutto rispetto. In gara ha tenuto bene fino all’ultimo, calcolando le dodici speciali il sabato ed altrettante la domenica… E, alla fine, questa trasferta siciliana è stata positiva nel su complesso e la settimana prossima si cambia con la prima gara della Under 23, dove Andrea potrà ben figurare nella E2 Junior…”

(Photo Credits Giovanni Chillemi Enduro Action)