PROVA: DACIA NEW DUSTER BRAVE, BIG DUSTER!

1515 0

La nuova Dacia Duster in “colorata” versione Brave: motore dCi da 110 Cv, trazione integrale, nuovi interni ed altezze, un’altra vettura che ha superato anche questa difficile prova. Duster è un piccolo grande fenomeno. Sempre…

Dacia Duster 2014, aggressiva quando serve ed infaticabile
Dacia Duster 2014, aggressiva quando serve ed infaticabile

L’avventura ha mille volti, mille risvolti, mille forme. Avventura è il caos cittadino da percorrere ed affrontare in auto, è la vettura zeppa di bagagli pronta per le prossime vacanze, è un lungo e curioso viaggio con gli amici o, più semplicemente, può essere un’esperienza individuale legata alla scoperta di nuovi posti con la famiglia di sempre… Sfaccettature che però hanno un unico denominatore, ovvero il piacere di “andare” di “inoltrarsi” sulle strade di tutti i giorni, prendendo, di tanto in tanto, delle deviazioni di percorso che fanno parte dell’uso quotidiano dell’auto stessa.

Dacia Duster Brave 2014, SUV compatto offroad 4X4
Dacia Duster Brave 2014, SUV compatto offroad 4X4

Emozioni e tante novità per la nuova Duster

Quindi emozioni, spazi aperti, natura, paesaggi che cambiano mentre maciniamo chilometri, quasi un viaggio infinito nell’essenza dell’avventura… La nuova Dacia Duster, in questa versione Brave 4×4, rappresenta lo “strumento” migliore per inoltrarsi dentro questo tipo di esperienza completa ed affascinante, anche e soprattutto per via delle tante modifiche apportate su questo nuovo modello, profondamente modificato rispetto al passato ed ora decisamente più accattivante anche nell’uso 4×4, numeri che fanno pensare ai ritmi magici dell’avventura più ampia e divertente…

Dacia new Duster 2014, oltre l'avventura
Dacia new Duster 2014, oltre l'avventura

Record di Dacia Gruppo Renault…

D’altra parte Dacia raccoglie da anni il consenso del pubblico più variegato, visto che, dal 2004 ad oggi, sono state vendute quasi 4 milioni di vetture del marchio appartenente al Gruppo Renault, quota che rappresenta il “carattere” delle vetture Dacia e l’impatto che hanno sul pubblico, sull’utenza, che le sceglie per l’ottimo rapporto qualità/prezzo ma anche per la “simpatia” dei modelli proposti, che fanno spessa leva sui reali bisogni quotidiani dell’automobilista, il che significa spazio, originalità, famiglia, viaggio, praticità, ecc.

Dacia Duster 2014, un grande successo per il Gruppo Renault
Dacia Duster 2014, un grande successo per il Gruppo Renault

Con 3 milioni di unità vendute a meno di 10 anni dal rinnovamento della Marca, Dacia è un caso unico nel settore automotive – spiega Nicolas Wertans, Responsabile delle vendite mondo del Gruppo Renault – Il nostro brand ha instaurato un forte legame con i clienti, basato sulla fiducia e uno stretto contatto, grazie a una promessa semplice e chiara che risponde perfettamente alle loro attese: avere un veicolo affidabile, sicuro, con equipaggiamenti e performance moderne ma ad un prezzo accessibile”.

Dacia Duster 2014, pratica ed essenziale con un gran motore dCi da 110 Cv
Dacia Duster 2014, pratica ed essenziale con un gran motore dCi da 110 Cv

La nuova Duster, più tutto di sempre…

Questa versione Brave è davvero originale ed unica: non passa inosservata mai ed anzi sono stati in molti i curiosi che, nel corso del test, ci hanno chiesto informazioni su questa Camouflage Dacia, specie i bambini (uno di questi rivolgendosi alla propria mamma gli ha chiesto espressamente che da grande avrebbe voluto proprio questa vettura e non è una balla credetemi!), certamente colpiti dall’intreccio di colori e design della Brave, cosa che in effetti non mi ha sorpreso, perchè, questo look wrapping estetico, punta tutto sul farsi notare senza timore…

Ma, la nuova Duster non è solo colori: la gamma si è globalmente e totalmente rinnovata e questo grazie ad un design ancora più deciso e distintivo, grazie alla migliore e più attenta qualità degli interni vettura oltre che dei nuovi equipaggiamenti, senza dimenticare le maggiori prestazioni globali “dettate” dalle nuove motorizzazioni che, oltretutto, hanno abbattuto – specie sulle versioni dCi – i consumi di carburante. Ma la nuova Duster è anche un 4×4 aggressivo e non solo nel suo look…

Dacia Duster 2014, versione Brave 4X4, originalissima ovunque
Dacia Duster 2014, versione Brave 4X4, originalissima ovunque

Nuova dentro e fuori…

Le aree di intervento del nuovo modello rendono ora la Duster ancora più convincente: il frontale si evolve nella calandra, che ora integra al meglio due modanature cromate e la nuova presa aria, decisamente più bassa rispetto alla versione precedente, con l’aggiunta del diverso “sguardo” della 4×4 Dacia, oggi offerto dai doppi proiettori con luci diurne di serie sull’intera gamma. Arrivano le barre sul tetto siglate Duster e traforate nei suoi supporti, che certo danno vigore al tono SUV della vettura, grazie pure aii nuovi cerchi da 16″ Dark Metal, (di serie sul ns modello Laureate) su cui sono alloggiate coperture Mud&Snow, il che significa carattere ancora più aggressivo alla vista.

Dacia Duster 2104, una vettura nuova con tante migliorie ovunque
Dacia Duster 2104, una vettura nuova con tante migliorie ovunque

Interni e plancia, tutto diverso, ma le plastiche rimangono un po’ “sottotono”…

E sono diversi anche i gruppi ottici posteriori, il nuovo logo “verticalizzato” 4X4 ed il differente maniglione posteriore. Si, ma Dacia Duster è totalmente innovativa anche al suo interno: nuova quindi la plancia, ridisegnata, dove compaiono la consolle a doppio elemento, i sedili, con schienali rinforzati e nuovi comandi per la seduta, i comandi alzacristalli sulle portiere, oltre a colori interni più scuri, anche se permane un livello un po’ basso (si graffiano troppo presto e sono fin troppo sensibili allo strusciamento) delle plastiche impiegate qua e la, fattore già riscontrato sulla precedente versione.

Dacia Duster 2014, il pomello selettore 4X2, 4X4 Lock 4X4
Dacia Duster 2014, il pomello selettore 4X2, 4X4 Lock 4X4

Una sala “multimediale”…

DaciaMEDIA NAV: è il sistema multimediale con navigatore e ampio schermo touch screen (di serie sul livello Laureate e in opzione sul livello Ambiance). Semplice con il grande touch screen da 7 pollici (18 cm) e la homepage aperta, che consene di navigare facilmente tra le diverse funzioni (6): radio, multimedia, telefono, navigatore e impostazioni. Dacia MEDIA NAV comprende Bluetooth® e navigatore, con visualizzazione in 2D e 3D. È possibile collegare sia il telefono che lettori portatili MP3 alle prese USB o jack, accessibili sul frontalino per favorire una migliore ergonomia. Dacia Plug&Radio: è invece il sistema multimediale essenziale, (disponibile in opzione sul livello Ambiance) semplice ed efficace, comprende radio, lettore CD compatibile con formato MP3, connettività Bluetooth® e prese USB e jack sul frontalino.

Smart Buy, la tecnologia very easy…

Parlo di una tecnologia a portata di mano, utile, pratica e per tutti: a secondo delle versioni, Duster dispone di Cruise Control, Parkink Radar posteriore, comandi ad impulsi per gli alzacritalli anteriori e posteriori, ben 474 litri di capienza del vano bagagli e possibilità di trasportare piccoli o grandi oggetti fino a 2,70 mt di lunghezza (oltre ai 3,3 litri di vani portaoggetti), grazie alla panchetta ripiegabile. Oltre al nuovo copri-bagagli, rigido ed amovibile.

SUV agile 4X4 mai stanco di avventura a 360°…

4,31 metri di lunghezza, 2 di larghezza le proporzioni estetiche di Duster sono come prima e nulla è cambiato. Ma è la sua desinenza offroad ad essere variata grazie ai rinforzi sul sottoscocca, all’altezza dal suolo fino a 210 mm, grazie ai suoi angoli “rinforzati” con 29,3° di attacco, 23° di dosso, 34,9° per l’uscita, che certo non limitano affatto la nuova Duster Dacia…

Duster Dacia 2014, aspetto grintoso ed aggressivo del nuovo frontale
Duster Dacia 2014, aspetto grintoso ed aggressivo del nuovo frontale

La “nostra” Brave, ovviamente, è una 4X4 pura, provata per oltre 1.600.00 km dai tecnici del Gruppo: grazie al selettore al centro della plancia dispone di 3 Mode di lavoro: 4×2, con trasmissione della forza motrice alle sole ruote anteriori, “Auto” che ripartisce in modo automatico la coppia tra davanti e dietro con, in condizioni di aderenza precaria, un trasferimento fino al 50% della coppia sul retrotreno, mentre in condizioni difficili, la coppia è ripartita in modo automatico al fine di garantire massima aderenza.

Ed infine Mode Lock, che blocca elettronicamente il sistema trasmissione con trasferimento costante del 50% della coppia sul retrotreno. L’utilizzo di questo Mode come vedrete, è consigliabile a bassissima andatura su fondi molto “difficili”. Dall’esperienza Nissan offoroad però arriva anche il differenziale autobloccante che si “inserisce” nel pacchetto offroad della Duster.

Dacia Duster 2014, il nuovo frontale e la grigiia cromata del nuovo modello
Dacia Duster 2014, il nuovo frontale e la grigiia cromata del nuovo modello

Vogliano parlare di sicurezza? Duster guarda avanti in modo attivo e passivo…

ESP di serie, assistente alla frenata di emergenza AFE, ABS e non solo: airbag frontali per conducente e passeggero, su tutte le versioni, airbag laterali testa-torace, ganci Isofix per l’installazione dei seggiolini per bambini. Ma c’è anche una personalizzazione più divertente, che, su Dacia Duster, lascia spazio a tutta la fantasia dell’avventura. Ne fanno parte una serie di Pack opzionali tra cui quello Avventura (protezione parafanghi, portiere laterali) e quello Ambiance (SKI anteriore/posteriore, retrovisori e scarico cromati).

Gamma motori, ampia scelta per ogni avventura…

Non c’è che l’imbarazzo della scelta: un 1.6 da 110 Cv a benzina sia 4×2 che 4×4, il 1.6 benzina/GPL, due turbo diesel da 90 e 110 Cv, quest’ultimo il quattro cilindri della nostra Duster Brave, davvero potente a tutti i regimi ma, soprattutto, ultraeconomico…

Best seller Renault, consuma mediamente 5,1 litri per 100 km (versione della prova 4X4) ma, soprattutto, questo nuovo motore dCi 110 Cv lavora ora in simbiosi con la trasmissione manuale a 6 marce. Duster ora meglio si adatta allo spirito offroad, grazie al primo rapporto che permette una maggiore fluidità a bassa velocità sui fondi “difficili”, una migliore efficacia di spunto nelle partenze in salita e la possibilità di un miglior mantenimento di un carico elevato in discesa.

Eco Mode: vuoi risparmiare carburante?

Questo “pacchetto drive” consente un importante e significativo risparmio di carburante: grazie al GSI (Gear Shift Indicator) e la funzione Eco Mode infatti, i consumi sono ora ancor più bassi ed ottimizzati; la funzione Eco Mode quindi, consente di livellare le prestazioni del motore (limitandone la potenza e quindi l’invio di gasolio al motore e la pressione turbina) oltre che il comfort termico e quindi alcuni parametri legati alla guida. Così di può risparmiare fino al 10% di gasolio (verificato nel test) oltre al fatto che, la spia cambio marcia GSI, suggerisce il regime di cambiata ideale per consumare meno.

Dacia Duster, hard test su un campo da enduro moto, ottima e divertente anche qui
Dacia Duster, hard test su un campo da enduro moto, ottima e divertente anche qui

In marcia, obiettivo comfort: grazie anche alla sesta marcia

Anche in abitacolo è stato fatto molto per rendere l’uso “quotidiano” più silenzioso e gradevole: il livello di rumorosità è stato letteralmente dimezzato di ben 5 dB grazie a numerosi interventi su 19 aree strutturali della vettura: Tre le strade percorse per renderlo effettivo.

Aree di lavoro: rumorosità dettata dal rotolamento (inserimento elementi rinforzo sulla scocca), propagazione, ovvero il sound del motore che passa in abitacolo (modifica del profilo di insonorizzazione con inserti gonfianti nelle aree cave dell’abitacolo) e aerodinamica, dettata dallo spostamento in velocità della vettura (interventi sulla guarnizione a doppia tenuta del montante parabrezza e padiglione con aggiunta di piastra tenuta sulle porte anteriori). Ma, anche la sesta marcia, ha consentito un abbattimento della rumorosità motore, tanto che ora il rumore a 130 km/h è simile a quello ottenuto a 90 km/h della versione precedente.

Dacia Duster Brave 2014, a caccia di avventura, agile anche in offroad
Dacia Duster Brave 2014, a caccia di avventura, agile anche in offroad

Come va: la nuova Duster, un’altra Duster!

In effetti è proprio così: questa è davvero un’altra macchina, un altro modo di “sentire”, un altro modo di guidare e divertirsi ovunque. L’approccio alla Duster Brave è di fatto già un’esperienza di “colore”: in abitacolo si sta abbastanza comodi, la seduta è morbida e c’è abbastanza spazio per i piedi sia per chi guida che per chi siede accanto; solo un po’ scomoda la leva per sollevare in altezza il sedile, mentre i sedili sono ampi ma al tempo stesso abbastanza “contenitivi”, anche se, lateralmente, e nella guida offorad, il busto scivola trasversalmente e questo perchè è lasciato spazio attorno al busto per muoversi liberamente, anche in funzione dei passeggeri posteriori che, magari, possono essere bambini, sempre carichi di richieste verso chi sta davanti…

Dacia Duster 2014, motore progressivo anche a bassa andatura offroad
Dacia Duster 2014, motore progressivo anche a bassa andatura offroad

Display troppo verticale e pomello trazione troppo in basso…

Il display multifunzione al centro della plancia è troppo verticale e questo a volte non ne facilita la consultazione, così come il pomello che aziona il sistema di trazione – collocato in basso al centro – lo avrei preferito più a portata di mano, magari in alto. A bordo infine, c’è un sacco di spazio per persone e cose, mentre il bagagliaio è grandissimo ed accogliente oltre che “modulare” in funzione della posizione del sedile posteriore.

Mille modi di fare Duster…

Fare Duster significa viverla, gustarla nella sua essenza, sempre legata all’avventura: per la prova della Brave dCi da 110 Cv ho scelto un percorso offroad di tipo misto. Questo significa che è un giro per tutta la famiglia ma con spunti e passaggi interessanti e che hanno messo alla prova tutto l’intero “pacchetto new Duster”; questo per via dei tratti scivolosi, sassosi, con fango, salite, discese ed i lunghi tratti veloci.

Dacia Duster 2014, la vettura non è molto ben protetta nella parte della trasmissione
Dacia Duster 2014, la vettura non è molto ben protetta nella parte della trasmissione

Ben insonorizzata, un passo avanti sul comfort…

Un modo per vivere la nuova Duster che però è anche e soprattutto una vettura per tutti i giorni, per accompagnare i bambini a scuola, per infilarsi nel traffico o per girovagare sulle statali in questo accenno di autunno…

Bene, a noi piaceva rendere questa prova diversa, originale, perchè su strada, è tutto più facile! Però c’è da dire che, in questa condizione d’uso “normale” o cittadino, Duster si comporta molto bene e ci si rende subito conto del grande lavoro messo in atto dai tecnici; ora il SUV by Dacia è decisamente più silenzioso e meglio insonorizzato in abitacolo e questo significa poter parlare a bordo senza che il motore si “infili” nella vostra conversazione, oppure, grazie alla notevole altezza da terra, poter parcheggiare ovunque o poter passare su strade anche allagate ma, soprattutto, la maggiore altezza dal suolo, significa “digerire” meglio le asperità dell’asfalto/terreno con ovvi benefici sul comfort di marcia finale.

Dacia Duster 2014, angoli rivisti per il nuovo modello, ampie possibilità offroad
Dacia Duster 2014, angoli rivisti per il nuovo modello, ampie possibilità offroad

In città ed extraurbano, un motore lineare e pastoso…

E si apprezza la grande ed omogenea fluidità del motore Renault dCi, pastoso, reattivo al gas e capace di tirare già da 1800 giri per salire pulito e lineare anche con le marce più alte; bel carattere agile questo motore, ricco di coppia, sempre e comunque, poco affamato di gasolio, capace di un’ottima trazione in funzione del suo quattro cilindri elastico ma molto potente quando serve. Tra 2500 e 3800 giri il range d’uso migliore, con un cambio perfetto in quanto a rapportatura ed innesti e con la sesta marcia lunga, il che significa consumi drasticamente ridotti e basso regime anche in autostrada.

Duster Brave, paesaggio perfetto per la nuova Dacia SUV
Duster Brave, paesaggio perfetto per la nuova Dacia SUV

…però ho scelto un’altra strada!

In effetti volevo capire meglio il vero lavoro che Duster sa fare… Così, senza pensarci troppo, ho scelto un percorso nella zona dell’alto Lazio, in prossimità del Monte Flavio e della sue zone limitrofe, vecchie strade bianche con un anello di circa 50 km che tagliano la collina boscosa da un versante all’altro e questo significa bosco, passaggi stretti, sassaiole, fango, brevi ma intense mulattiere, guadi e tratti veloci.

Dacia Duster 2014, inarrestabile, anche su un tracciato per il motocross...
Dacia Duster 2014, inarrestabile, anche su un tracciato per il motocross...

Tutto d’un fiato, tutto a bordo della Brave, la cui colorazione “wrappizzata” si confonde con i colori della natura circostante. Un monito per quanti posseggono Duster a scoprirla anche e soprattutto in questo modo, perchè finchè c’è asfalto le vetture vanno tutte bene, ma quando arriva l’offroad, allora ci vuole un “taglio” diverso ed uno sprint che Duster Brave possiede al 100%…

Mix di trazione, comoda anche in offroad, motore docile e ricco di coppia

Duster Brave sorprende sempre e lo fa anche in offoroad: si parte con un tratto sterrato in piano ma con parecchi sassi. Qui si apprezza il tiro del motore a bassissimo regime, tra i 1300 ed i 1500 giri, quindi quasi al minimo. La vettura avanza ed in abitacolo si avverte qualche scossone ed i sassi che fanno “lievitare” le coperture, a dire il vero un po’ troppo morbide nella carcassa, anche se devo dire che nascono per l’uso urbano all’85%.

Dacia Duster new model 2014, Brave, compatta e sorprendente
Dacia Duster new model 2014, Brave, compatta e sorprendente

Sospensioni progressive, sempre…

Lo sterzo è abbastanza preciso anche se un pelino morbido mentre il dCi da 110 Cv, con il Mode Auto 4×4 inserito, fa lavorare al meglio la coppia motrice sulle quattro ruote anche se ancora il tratto di strada è si sterrata, ma “tranquilla”. Piace il buon livello di assorbimento delle sospensioni, progressive, con le sole posteriori un po’ secche nella risposta in estensione.

Duster è leggera tra le mani ed nei tratti più veloci, si deve tenere ben stretto lo sterzo, perchè la vettura tende a “muoversi molto” se la velocità in fuoristrada è elevata: ma il motore è letteralmente gustoso, grazie ad un range molto ampio, compreso tra 1800 e 2500 giri e sempre con il rapporto più alto, visto che la coppia elevata del quattro cilindri francese, “chiede” il cambio marcia.

Dacia Duster 2014, una prova davvero dura per il piccolo SUV Dacia
Dacia Duster 2014, una prova davvero dura per il piccolo SUV Dacia

Ottimo differenziale “ogniterreno”…

Ora la strada s’infila nel bosco ed il terreno diventa più scivoloso: spostato il Mode di 4×4 Lock si apprezza la maggiore precisione nel mantenere la linea ed anche se i passaggi si fanno più stretti e la velocità si abbassa, la trazione sulle quattro ruote è sempre elevata e sincera. Duster quindi è un vero, piccolo SUV che certo non ha paura dell’avventura vera… Ed anche sul fango, Duster Brave “aggancia” il terreno sempre con forza e non lo molla mai, segno che la ripartizione della coppia sulle ruote è sempre ottimale.

Esce agilmente anche dai canali più profondi in offroad…

Ora si inizia a salire e la pendenza diventa più “incisiva”: qui di avverte la leggerezza globale della vettura, specie del retrotreno, che spesso tende a scivolare via e va “ripreso” con lo sterzo. La percezione è di sicurezza, anche in presenza di canali profondi, dove le ruote s’infilano pesantemente ma, l’ottima funzionamento del sistema elettronico 4X4, consente di uscirne rapidamente e senza nemmeno troppa difficoltà; certo ora si avverte che l’altezza da terra non è sufficiente all’offroad più estremo…ma stiamo parlando di una vettura per un uso apertamente quotidiano e quindi Duster vince anche questa sfida.

Dacia Duster new model, prova superata, si torna a casa...
Dacia Duster new model, prova superata, si torna a casa...

Dinamiche…dominanti

Sono le caratteristiche più importanti di Duster: motore elastico fin da basso regime, talmente ricco di coppia, che si può guidare in fuoristrada con il Mode Eco inserito, ottima potenza tra 1800 e 3500 giri, buon allungo e sesta marcia di riposo. E poi ancora, un assetto azzeccato, forse quello posteriore è perfettibile, ma, nel suo complesso, Duster Brave coglie ogni occasione al 100%.

Ed ancora l’ottimo bilanciamento globale per questo SUV “ogniterreno”, praticissimo e dalla gestione “magra”. Certo, non apprezzo la scelta dei freni a tamburo posteriori, datati e certo non grintosissimi nella loro azione, al contrario dei due dischi autoventilanti anteriori che sono sinceri e potenti nella loro risposta sul pedale, anche dopo parecchi tratti in discesa… E piace infine il grande equilibrio che Dacia ha saputo infondere a questo modello, che sorprende sempre per il suo DNA ad ampio range d’azione e che invita all’uso globale di new Duster.

Dacia Duster 2014, una lavata l'ha proprio meritata dopo la nostra hard prova
Dacia Duster 2014, una lavata l'ha proprio meritata dopo la nostra hard prova

ON/OFF PREGI E DIFETTI DELLA NEW DUSTER BRAVE

ON: erogazione motore da 1500 giri, fluidità di funzionamento ad ampio range, consumi ridottissimi, sistema elettronico Mode 4X4 davvero efficacie, comfort a bordo, rapporto qualità/prezzo, silenziosità in autostrada ed a bordo, spazio bagagliaio.

OFF: qualità delle plastiche, posizionamento display troppo verticale e non inclinabile, wrapping non perfetto in alcune zone, pomello registrazione specchi scomodo.

(Foto EMILIANO GRILLI)

L’Aero Club Tucano dei F.lli Bussinello

Una delle location per i nostri scatti delle Duster Brave è stato l’Aero Club Tucano. Si tratta di un centro polivalente nel suo settore  cioè svolge tutte le discipline inerenti il volo; pratica corsi aereo, corsi per il deltamotore, corsi autogiro, corsi per i paramotore e corsi elicottero. Offre ad ognuno il proprio sogno oltre al noleggio velivoli, i corsi di fonia  oltre a quelli più avanzati. Effettua anche riunioni con istruttori interni sia teorici che pratici o per chi voglia partecipare per saperne di più sulla sicurezza volo.

Aero Club Tucano
Aero Club Tucano

L’Aero Club Tucano ha tutti i servizi nella propria sede, quali ad esempio l’officina per la manutenzione dei velivoli. Senza dimenticare che la Tucano è centro di manifestazioni nel centro Italia per raduni e centro collaudi.