SPECIAL: XJ900 BEER & WHEELS

800 0

Bella realizzazione di Beer & Wheels su base Yamaha XJ900: risultato decisamente accattivante per via delle originali soluzioni estetico/funzionali approntate…

Continua il nostro interessante viaggio dentro al mondo Beer & Wheels di Roma, ideatore di molte special cafè racer che stanno riscuotendo successo anche nella rete, segno che le idee incuriosiscono amanti ed appassionati soprattutto di questo particolare segmento, ma non solo… Questa volta entriamo nel “mondo Yamaha” con una moto che certo ha fatto epoca tra le vere “big” naked.

XJ900: 239 kg da re-inventare…

Mi riferisco alla bella e muscolosa XJ900 (allora era definita una Sport Tourer), caratterizzata da prestazioni interessanti ma anche da un peso oserei dire granitico con i suoi 239 kg a secco.

La naked giapponese in realtà, ha ispirato molti preparatori, proprio per via delle sue forme e della “muscolatura” generale nonché per quell’effetto finale una volta terminata la preparazione. Punti di forza del modello erano il quattro cilindri in linea da 892 cc per 80,3 Cv erogati a 6000 giri, con coppia di 7,55 kgm a 7000 giri

Beer & Whells, nel proprio stile personale, ha deciso un attacco frontale a questo modello, rendendo la creatura un qualcosa di realmente unico ed aggressivo, elementi che hanno ispirato anche le tante modifiche estetiche per questa XJ900.

Un sacco di modifiche per renderla unica

Esteticamente i lavori sono stati notevolmente pesanti: la moto ora ha un aspetto molto street fighter con “tracce” di una eclettica cafè racer nemmeno troppo occultate… Iniziando dalla zona alta, notiamo subito il nuovo serbatoio, decisamente più capiente dell’originale, realizzato in vetroresina e poi adattato per gli attacchi e la sistemazione nel mezzo del telaio.

Studio interessante sul telaio a doppia culla chiusa Yamaha

A tal proposito, l’elemento portante, è stato tagliato e poi saldato nel senso contrario in diagonale, e questo per sfruttare così la staffa originale che ora sostiene la batteria nascosta sotto la sella (quest’ultima come si vede del tutto artigianale) che viene alloggiata sotto al serbatoio.

Tornando alla ciclistica, molto ben riusciti sono i cerchi, sabbiati e poi verniciati a polvere con il design del cerchio spazzolato a contrasto, uno stile tutto Beer & Wheels.

I cerchi così “trattati” ospitano coperture maggiorate grazie al montaggio delle Night Dragon Pirelli mentre l’impianto frenante è reso ancor più aggressivo (e non solo esteticamente) dal montaggio di tubi aeronautici oltre che dal serbatoio pompa freno spazzolato, modifiche che infondono un carattere deciso grazie pure al nuovo e minimale parafango anteriore. Per le sospensioni Beer & Wheels ha scelto Ohilins, grazie alla coppia di mono ammortizzatori che “impreziosiscono” ulteriormente l’opera di questi geniali preparatori.

Motore: respirazione libera e nuovo scarico che esalta il sound Yamaha

Passando al motore Yamaha, è stata eliminata la scatola filtro originale a vantaggio di nuovi elementi “ad aria libera” per singolo carburatore, mentre il quattro cilindri nipponico è stato esternamente sabbiato con bicarbonato e poi verniciato con speciale colorante ad elevata temperatura. Sui 4 collettori di scarico è stata aggiunta una bendatura termica aggiungendo poi uno speciale terminale a “fetta di salame” saldato TIG.

Le altre piccole e grandi modifiche sulla XJ900 Beer & Whells

Altre modifiche riguardano sia l’impatto estetico che quello funzionale: il tachimetro standard ha lasciato posto ad un più attuale elemento digitale, mentre gli indicatori di direzione anteriori sono a LED e, cosa molto audace, quelli posteriori sono stati inseriti nell’estremità posteriore alta del telaio.

Le fiancatine laterali std sono state eliminate ed ora hanno lasciato spazio a nuovi elementi provenienti da una vecchia Ducati Monster, geniale no? Stessa storia per il parafango posteriore: eliminato quello originale, è stato montato un elemento proveniente da una Moto Guzzi V7 Florida con porta targa montato sulla ruota, secondo le ultime tendenze stilistiche.

Ed infine il cardano, verniciato in colore nero e questo per ammorbidire la zona posteriore stessa, dove è la sella a scivolo rappresenta l’elemento più curioso ed originale per questa realizzazione.

INFO Beer & Wheels Motociclette: Roma Eur, Via degli Astri 86/88, tel. 06.90213544, mail: WGESRL@gmail.com

(Foto LEONARDO DI GIACOBBE)

 

 

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”