TEST MOTO GP: VINALES PRONTO A VINCERE…

358 0

C’è poco da fare, Maverik Vinales si conferma al top della forma e certamente pronto per vincere in sella alla sua Yamaha. Rossi, Marquez e Iannone inseguono, ottimo Dovizioso sempre velocissimo…

Lo spagnolo è molto preparato fisicamente, va forte e non ha minimamente “subito” la nuova aria di casa Yamaha (e la presenza di Rossi), a testimonianza che questo pilota sa il fatto suo ed è pronto per il salto tra i grandi. Dall’altra parte del box c’è un Valentino Rossi ancora in affanno con la sua M1, non riesce proprio a trovare la strada giusta anche se qui in Qatar, probabilmente, c’è stata la maggiore affluenza di dati raccolti che ora verranno “letti” ed interpretati per trovare la strada giusta in vista della prima gara della stagione 2017.

Ma pure le Ducati non scherzano ed in particolare Andrea Dovizioso chiude i test con un ottimo secondo posto nella classifica dei tempi; Lorenzo sembra incamminarsi verso l’interpretazione della nuova moto ed inizia a capire anche come lavorano le gomme su questa Ducati. Per entrambi si deve migliorare il passo gara come ha ribadito Dovizioso.

Anche Dani Pedrosa ha fatto meglio ed è molto contento del risultato legato alla tre giorni in Qatar, Marquez al contrario non è felicissimo ed è cosciente che si deve lavorare a “casa” per arrivare competitivi al primo GP. Ed infine Iannone e Espargaro che crescono con l’italiano molto soddisfatto del test nel suo complessivo. Ottime le Aprilia, risultati incoraggianti per Aleix e Sam Lowes: “Dobbiamo migliorare la trazione a moto quasi dritta – spiega Albesiano – ma la prestazione motore è molto cresciuta ed in piste come questa conta tanto. Qui abbiamo confermato i progressi del nostro progetto…”

PARLANO I PILOTI: VINALES PRONTO ALLA VITTORIA CON YAMAHA…

Maverik Vinales, 1° tempo

“Sono molto contento, abbiamo fatto un altro passo con la moto e mi sento a mio agio, anche sul passo di gara siamo abbastanza soddisfatti. Sento che possiamo fare ancora meglio con l’elettronica e guadagnare un paio di decimi, quindi abbiamo un margine per migliorare. Di sicuro non siamo sul limite della moto, ma possiamo ancora spingere…

Se facciamo lo stesso nel primo GP come abbiamo fatto nei test, saremo in grado di lottare per la vittoria. Abbiamo davvero un buon pacchetto e mi sento bene sulla moto. Ho una grande forma fisica ora, quindi mi sento a mio agio”.

Andrea Dovizioso, 2° tempo

“Questi tre giorni di test a Losail sono stati molto interessanti perchè ogni giorno abbiamo trovato condizioni diverse di pista e di grip che ci sono servite molto per preparare la gara di fine mese. Siamo andati forte ma non sono pienamente soddisfatto del mio passo gara che, anche se è buono, non è ancora sufficiente perchè Vinales è stato davvero molto veloce. Abbiamo comunque svolto una grande mole di lavoro e ottenuto dei riscontri importanti per cui sono fiducioso per la prima gara della stagione.”

Dani Pedrosa, 3° tempo

“Credo che questa ultima giornata sia stata una giornata positiva in generale. Abbiamo avuto un paio di cose da risolvere ma passo dopo passo abbiamo migliorato il nostro feeling, i tempi sul giro e il ritmo in generale. Il miglioramento è stato generale e anche se abbiamo ancora del lavoro da fare, abbiamo guadagnato fiducia e questo è stato un test positivo al pre-campionato. Questa pista non è una delle mie preferite, ma la squadra ha fatto un ottimo lavoro e le cose continuano a migliorare. Siamo in una forma migliore rispetto allo scorso anno e cercheremo di aggiungere questa fiducia alla motivazione per il primo GP e fare del nostro meglio alla prima gara.”

Jorge Lorenzo, 4° tempo

“Oggi è stata una giornata decisamente più positiva delle prime due. In generale le cose sono andate molto bene ed ho ottenuto la mia migliore posizione dei tre test ufficiali del 2017. Abbiamo migliorato abbastanza il ritmo e sono anche riuscito ad ottenere dei buoni tempi, ma dobbiamo ancora lavorare sul passo gara e, in vista del GP, decidere anche che pneumatici utilizzare. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, però su questo circuito credo che potremo ottenere un buon risultato e quindi lascio il Qatar con ottimismo per la prima gara.”

MARQUEZ E ROSSI, ANCORA QUALCOSA DA TROVARE…

Marc Marquez, 10° Tempo

“Sono contento del ritmo ma, naturalmente, non è stato il miglior test di pre-campionato per noi. Sono caduto tre volte, la prima, proprio all’inizio perché la moto aveva una oscillazione alla curva 4 ed ho frenato tardi. Poi, più tardi nella notte, ho perso l’anteriore due volte, e in particolare l’ultimo incidente durante la mia simulazione di gara è stata colpa mia.

Ma quando si sta facendo un long run è necessario cercare di spingere, altrimenti non si può capire dove sei veramente. In ogni caso, meglio se questo genere di cose sia accaduta ora, durante un test, e spero che quando verremo qui ancora una volta per la gara saremo in grado di gestire meglio le cose. Come ho detto, il nostro ritmo è abbastanza buono; solo Maverick è più veloce di tutti qui, e se dovessimo correre domani credo che potremmo essere in grado di lottare per il podio.”

Valentino Rossi, 11° tempo

Oggi è stato più difficile rispetto a ieri. Abbiamo iniziato con la stessa moto per continuare il nostro programma, ma purtroppo non ho avuto la stessa sensazione e la stessa velocità. Sembra che le condizioni della pista siamo cambiate e quindi  non sono riuscito a migliorare. Non ho avuto la stessa sensazione, come ieri, ed ero più lento. Credo che non siamo ancora pronti, non capiamo il 100% delle cose e come fare andare la moto al massimo. Siamo un po’ preoccupati perché alla fine ad eccezione di alcuni buoni giri nei test invernali sono stati momenti molto difficili. Così ora dovremo parlare tutti insieme e cercare di essere più forti per la prima gara. Spero di essere più veloce e più competitivo. “

Andrea Iannone, 13° tempo

“Nel complesso oggi è stato come gli altri due giorni – né troppo felici, né troppo tristi. La cosa più importante è che dopo ogni giorno si impara di più, si capisce di più. Devo dire che oggi è stato il giorno più bello di tutti, perché siamo stati in grado di capire una cosa molto importante.

Alla fine, negli ultimi tre giri abbiamo migliorato molto, in sella a 1’55 e abbiamo avuto un fulmine che ha aiutato a capire dove dobbiamo andare. Avere un ritmo di 1’55 è qualcosa che non eravamo stati in grado di raggiungere nel corso di tutti i test finora, così almeno io sono un più felice. Abbiamo ancora del chattering, soprattutto sulla curva 6, in cui non riesco ad entrare e rallentare come voorei, ma abbiamo migliorato e questo è ciò che è importante. E soprattutto, sono riuscito a trovare la confidenza con il freno e sono stato in grado di frenare meglio, qualcosa che non potevo fare prima. “

APRILIA: UN CAPITOLO A PARTE PER LA NUOVA RS-GP

Aleix Espargaro, 12° tempo

“Anche se oggi non è stato il migliore dei tre giorni sono comunque felice del nostro lavoro. All’inizio sono partito con un buon feeling, riuscendo ad essere veloce anche con gomme usate. Forse anche a causa di queste buone sensazioni ho spinto un po’ troppo con la gomma morbida, scivolando mentre stavo facendo un bel giro.

La moto è stata riparata velocemente ma una seconda scivolata ci ha costretto ad utilizzare l’altra RS-GP, con un motore meno evoluto e con l’elettronica non perfettamente settata. Per questo non sono riuscito a migliorare nella seconda parte della sessione ma guardo il bicchiere mezzo pieno: sul passo siamo cresciuti, il nostro livello è decisamente migliore rispetto a quanto mostra la classifica dei tempi”.

Romano Albesiano: “Chiudiamo i test con la consapevolezza di avere una moto che ha una ciclistica molto buona, con ottima capacità di inserimento in curva, di turning e di grip in piega. Dobbiamo migliorare la trazione a moto quasi dritta, e la prestazione motore che è molto cresciuta ma che in piste come questa conta tanto. Qui abbiamo confermato i progressi del nostro progetto, oggi Aleix è stato fermato da due cadute ma aveva il potenziale per girare sul 54 medio/alto e mantenersi in scia ai primissimi. E’ stato veloce su una pista che non è certo la nostra favorita ed è stato efficace in ottica passo gara visto che ha dimostrato di girare con facilità sul 55 medio/alto. Molto bene anche Sam che, malgrado abbia rimediato anche lui un paio di cadute, è sempre cresciuto nei tre giorni, dimostrando di avere il potenziale per fare bene. Ora abbiamo due settimane per finalizzare il lavoro e andare alla prima gara ponendoci obiettivi che sono alla nostra portata, consapevoli di poter crescere in tutta la stagione”.

Fausto Gresini: “Sono molto soddisfatto di questi test, abbiamo dimostrato di avere delle buone potenzialità. C’è sicuramente ancora da lavorare ma non siamo lontani, da fine 2016 a ora i passi avanti sono stati tangibili segno che durante l’inverno lo sviluppo è stato importante. Dobbiamo considerare anche la crescita dei competitors, rispetto ai quali siamo comunque riusciti a ridurre il gap, e questo è molto significativo. In un momento cruciale per il nostro progetto tutti hanno dato il meglio, da Aprilia al team, ora aspettiamo con ansia la prima gara alla quale ci faremo sicuramente trovare pronti”.

COMBINATA DELLA TRE GIORNI TEST QATAR

  1. Maverick VIÑALES, Movistar Yamaha MotoGP – 1:54.330 in session 3
  2. Andrea DOVIZIOSO, Ducati Team – 1:54.401 +0.071 in session 3
  3. Dani PEDROSA, Repsol Honda Team – 1:54.469 +0.139 in session 3
  4. Jorge LORENZO, Ducati Team – 1:54.519 +0.189 in session 3
  5. Alvaro BAUTISTA, Pull&Bear Aspar Team – 1:54.714 +0.384 in session 3
  6. Valentino ROSSI, Movistar Yamaha MotoGP – 1:54.732 +0.402 in session 2
  7. Scott REDDING, Octo Pramac Racing – 1:54.750 +0.420 in session 3
  8. Jonas FOLGER, Monster Yamaha Tech 3 – 1:54.807 +0.477 in session 3
  9. Cal CRUTCHLOW, LCR Honda – 1:54.821 +0.491 in session 3
  10. Johann ZARCO, Monster Yamaha Tech 3 – 1:54.900 +0.570 in session 3
  11. Marc MARQUEZ, Repsol Honda Team – 1:54.990 +0.660 in session 3
  12. Aleix ESPARGARO, Aprilia Racing Team Gresini – 1:55.121 +0.791 in session 2
  13. Andrea IANNONE, Team Suzuki Ecstar – 1:55.284 +0.954 in session 3
  14. Karel ABRAHAM, Pull&Bear Aspar Team – 1:55.333 +1.003 in session 3
  15. Alex RINS, Team Suzuki Ecstar – 1:55.362 +1.032 in session 3
  16. Jack MILLER, Marc VDS Racing Team – 1:55.455 +1.125 in session 3
  17. Loris BAZ, Reale Avintia Racing – 1:55.539 +1.209 in session 3
  18. Danilo PETRUCCI, Octo Pramac Racing – 1:55.556 +1.226 in session 3
  19. Sam LOWES, Aprilia Racing Team Gresini – 1:56.167 +1.837 in session 3
  20. Tito RABAT, EG 0,0 Marc VDS – 1:56.214 +1.884 in session 2
  21. Bradley SMITH, Red Bull KTM Factory Racing – 1:56.351 +2.021 in session 3
  22. Pol ESPARGARO, Red Bull KTM Factory Racing – 1:56.471 +2.141 in session 3
  23. Mika KALLIO, Red Bull KTM Factory Racing – 1:56.891 +2.561 in session 3