Il MC Pantano/Team CRM Off Road e GAS GAS Italia hanno organizzato una giornata di Enduro per presentare la rinnovata gamma 2013 2 e 4 T. Un’occasione ghiottissima per tutti gli appassionati…

Lo scorso fine settimana, sullo splendido e rinnovato circuito del M.C. Pantano Off Road di Fiano Romano, è stata presentata al grande pubblico dell’Enduro la nuova e rinnovata gamma 2013.

Un’occasione non solo per capire le modifiche e le novità, ma anche e soprattutto per esplorare, prima del nostro test, un’Azienda che, anno dopo anno, mette in listino rinnovati modelli enduro 2T davvero interessanti e competitivi.

Due e quattro tempi. Gamma completa

In un momento di “ricerca” su quale possa essere la motorizzazione  “definitiva” per il grande pubblico e considerando competitor che hanno nuovamente investito sul motore due tempi, anche Gas Gas lavora in questa direzione… O forse sarebbe meglio dire che non ha mai smesso di lavorarci attorno e dentro.

Tante le novità 2013 sulle EC 250 e 300 2T (tutte dotate di ammissione lamellare nel carter motore, alimentato da carburatore Keihin PVKS da 38 mm), un “cambio marcia” importante che può essere riassunto in modo schematico e che si estende per entrambe le versioni 2T.

La modifica più importante è senza dubbio la diversa geometria della sospensione posteriore, a vantaggio di una miglior trazione ma anche di una diminuzione dell’altezza della sella da terra, vantaggio non indifferente per piloti di statura media.

Nuovo telaietto e “vestito”

Anche il telaietto posteriore (in poliamide rinforzato in fibra di vetro), ora rinforzato e ridisegnato è nuovo, ma lo sono anche i convogliatori, in pezzo unico, le protezioni telaio e la leva del kick-starter; più facile l’accesso al filtro aria, dotato di vite unica, per una manutenzione-gara più rapida.

Anche il serbatoio è nuovo, decisamente più ergonomico e dove spicca un’aggressiva G, così come i supporti del parafango anteriore e l’anello di fissaggio della tubazione freno anteriore.

Per le sospensioni (il telaio è perimetrale in acciaio e CrMo), davanti c’è la forcella Marzocchi da 45 mm, mentre dietro c’è il mono Sachs pluriregolabile. Sul motore invece, c’è un nuovo coperchio valvola ed una nuova campana frizione (del tutto rinforzata), ora dotata di aggiuntivi fori di drenaggio olio che ne aumenta il raffreddamento, cosa utile quando la moto è sottotorchio nei passaggi più impegnativi.

Le altre novità 2013 in breve

Angolo di sterzo aumentato di 6° – nuovo setting sospensioni da parte di HRG – nuovo rullo catena superiore dotato di cuscinetto – convogliatori in pezzo unico con vite singola.

 

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSupermarecross, gran finale…
Articolo successivoINTERVISTA: KIARA FONTANESI… RACCONTA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”