David Philippaerts, accompagnato dai tecnici della nuova squadra da lui fondata e dall’equipe YRRD di Michele Rinaldi, ha provato la YZF450 2014…

Continuano al Circuito Città di Mantova i test invernali dei team in vista della stagione 2014 e ieri, al Nuvolari, ha eseguito il primo test sulla Yamaha YZF 450 del neo nato team DP 19 il Campione del Mondo 2008 e vincitore del Mantova Starcross 2008 e 2011 David Philippaerts. Il toscano era accompagnato dai tecnici della nuova squadra da lui fondata e dall’equipe YRRD di Michele Rinaldi che seguirà tecnicamente il pilota al suo ritorno con la Casa del Diapason dopo un anno in Honda, marchio con cui ha concluso all’undicesimo posto il Mondiale MX1.

Il team ha provato ed approfittando della giornata di sole, fredda si, ma con temperatura accettabile vicina ai 10 gradi . Philippaerts ha lavorato molto sul setting della moto, cambiando molle e altro materiale ufficiale Kayaba oltre che sulla frizione, testando dischi diversi e simulando partenze con ripetute di 3 giri. Il pilota si è detto convinto della moto e dell’accordo con Yamaha Europe per correre nel 2014 nella classe MX1.

“Insieme agli uomini della YRRD abbiamo lavorato sul set up della moto e sulla progressività in partenza, trovando ottime soluzioni – ha dichiarato DP 19. Sono molto contento dell’accordo raggiunto con Yamaha per il 2014, che mi metterà a disposizione tutto il miglior materiale per poter competere al meglio. Fisicamente mi sento in ottima condizione e penso di aver superato il doppio infortunio ai polsi che mi ha bloccato nel 2011 e 2012. Il mio obiettivo è lottare per i primi 5 posti della MX1 e di vincere il terzo Starcross della mia carriera”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMY EICMA PARTE 1
Articolo successivoAUDI GUARDA AL FUTURO ALLROAD QUATTRO
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”