Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Suzuki dichiara i consumi WMTC

    Date:

    Condividi:

    Una scelta a vantaggio e consapevolezza dell’utente…

    Nella scelta dell’acquisto di una nuova moto, oltre alle prestazioni e all’estetica, il consumo di carburante è un fattore sempre più fondamentale per l’utente. Suzuki Motor Corporation ha scelto di indicare, accanto alle caratteristiche tecniche delle proprie due ruote, anche i dati relativi al consumo di carburante.

    Si è scelta la procedura WMTC (World Motorcycle Test Cycle), che tiene conto di diversi tipi di percorso urbani, extraurbani e autostradali senza dimenticare lo stile di guida di un motociclista, caratterizzato da stop frequenti, accelerazioni violente e velocità di una certa entità nei tratti consentiti.

    Con questa iniziativa Suzuki dimostra attenzione nei confronti di tutti i motociclisti, offrendo loro il massimo in termini di consumi, prestazioni, divertimento, e comunicandolo in maniera forte e chiara. Come si può legge nella tabella, il modello Suzuki che ha la performance più efficiente dal punto di vista del consumo è la nuova Inazuma, in grado di percorrere 30,4 km ogni litro di carburante. Viceversa, la moto che ha un consumo di carburante più elevato è la GSXR750, la due ruote più sportiva di casa Suzuki. Nonostante la vocazione sportiva, la GSX-R raggiunge comunque un dato di tutto rispetto, con 19,5 km percorsi, per ogni litro di carburante.

    Dati sul consumo di carburante

    Modello Litri/100 km Km/litri

    Inazuma: GW250: 3,290 30,4

    V-Strom DL650A 2012: 3,972 25,2

    Gladius SFV650: 4,191 24,0

    GSR750: 4,671 21,4

    GSR750A: 4,671 21,4

    GSX-R600 2011/2012: 5,134 19,5

    GSX-R1000 2012: 5,161 19,4

    GSX-R750 2011-2012: 5,240 19,1

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”

    Articoli correlati

    Lem Motor RR160, la pitbike di livello

    Ecco la pitbike RR160 LEM Motor, intrigante pitbike equipaggiata con motore YX da 160 cc  forte di una...

    Kawasaki Z650 RS fascino senza tempo

    Facile e intuitiva fin da subito, Kawasaki Z650 RS ti conquista dal primo metro grazie al suo fascino...

    Hyundai KONA Electric, il grande comfort

    Il viaggio verso l’elettrificazione corre veloce. Hyundai non si è mai tirata indietro quando c’è da scommettere sulle...

    Nuova doppietta per PROGETTO MX HMR

    Pole e doppietta al Tridente, Ele e PROGETTO MX HMR continuano a “spingere” sulla voglia e passione di...