Una Volkswagen Beetle per uno sport che in USA prende sempre più piede, il Rallycross, una miscela esplosiva tutta da vedere. La porterà in gara il Team Andretti Autosport…

La Volkswagen Beetle entrerà negli appuntamenti motoristici USA di questa estate . Al Chicago Auto Show, Volkswagen of America presenta la bellissima Rallycross – Beetle con all-wheel-drive ed un motore TSI che eroga più di 560 CV.

Partner di Volkswagen, Andretti Autosport che darà vita al team Volkswagen Andretti Rallycross , con due vetture nella serie ed i driver Tanner Foust e Scott Speed ​. La squadra inizialmente correrà la stagione con  il modello Polo, con la versione Rally WRC modificata e costruita sul telaio che ha vinto il Campionato del Mondo Rally 2013. Poi, nel corso della stagione, passerà alla temibile GRC Beetle mostrata in Chicago .

Questa vettura Rallycross all-wheel-drive è la massima espressione della terza generazione di Beetle e sarà caratterizzato da più di 560 cavalli dal suo motore TSI turbo con iniezione diretta. Il Rallycross è in rapida crescita del motorsport negli Stati Uniti, attirando grandi folle in in tutto il paese, così come la copertura televisiva in diretta di varie reti nazionali.  Le auto sono in gara tra loro in una serie di batterie su un circuito chiuso che di solito è una miscela tra asfalto e sterrato  con salti di 20 metri…

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteI TEST DUCATI TEAM: SEPANG CON SODDISFAZIONE
Articolo successivoTRIPLETTA PER VOLKSWAGEN AL RALLY DI SVEZIA DAY 1
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”