Spidi e la tecnologia Warrior, ovvero massima protezione per il pilota stretto da tecnologia ed attenzione per le aree più delicate nel caso di scivolata. Wind PRO Suit è quindi la tutta più avanzata che consente massima libertà di movimento e protezione…

Spidi, da sempre legata a stretto contatto con la sicurezza stradale e racing, ha introdotto il primo protettore Warrior nel lontano 2002, forte di una tecnologia brevettata che ha rappresentato il nuovo standard nella protezione del pilota, il che equivale ad un particolare tecnico più leggero e comodo di qualsiasi altra protezione presente sul mercato.

Spidi Warrior Wind PRO, tecnologia brevettata Warrior dal 2002
Spidi Warrior Wind PRO, tecnologia brevettata Warrior dal 2002

Cuore della tecnologia Warrior è un sandwich di più materiali, concepito per assorbire progressivamente l’energia dell’impatto. Grazie al suo rivestimento esterno in poliuretano, fornisce una migliore capacità di scivolamento, diventando così la soluzione ideale per essere utilizzato in diverse parti dell’abbigliamento motociclistico. Così. dopo anni di sviluppo e messa a punto, Warrior è stato migliorato così tanto, che ora copre le aree esterne del corpo (superiore e inferiore), dando così al pilota quel range di protezione realmente a 360 gradi in caso di urti e abrasioni.

Spidi Warrior Wind PRO è la tuta racing più evoluta del marchio italiano
Spidi Warrior Wind PRO è la tuta racing più evoluta del marchio italiano

Occhio attendo alla sicurezza racing…

Questo rivoluzionario materiale già utilizzato da Spidi in progetti avanzati, quali esempio paraschiena, protezioni toraciche, guanti da moto e sliders gomito, viene introdotto per la prima volta nella sua più estrema applicazione all’interno della tuta racing;la Warrior WindPro.  Con un ingombro minimo le protezioni flessibili, posizionate su spalle e fianchi, offrono ottime prestazioni di sicurezza in caso di scivolate e grazie alla particolare costruzione a quadri, la massima libertà di movimento.

Caratteristiche tecniche in sintesi

C’è un mondo ampio attorno a questo nuovo ed innovativo prodotto: la pelle bovina Italiana traforata di spessore 1,1/1,3 mm, la fodera interna in rete removibile tramite Zip YKK®, i protettori Forcetech certificate EN1621-1 sui gomiti e ginocchia, i protettori Biomechanic certificate EN1621-1 sulle spalle ed in protettori Multitech certificate EN1621-1 sui fianchi. E poi ancora, le protezioni esterne Warrior su spalle,la predisposizione paraschiena Warrior certificato EN1621-2 di livello 2 o 1. quella per protettore frontale Warrior Chest certificato prEN1621-3, gli slider esterni Warrior rimovibili e regolabili sui gomiti, il sistema Micrometric Slider Control sulle ginocchia, gli Slider esterni Warrior sui fianchi e gli zip di marca YKK® su torso, polsi, caviglie.

Spidi, tecnologia Warrior, tuta 2015 Wind PRO
Spidi, tecnologia Warrior, tuta 2015 Wind PRO

Ed infine, le aree in Schoeller Keprotec® per ottimizzare il fitting, le aree in pelle elasticizzata su scapole, schiena e fianchi e gli inserti in Clarino® e Neoprene su collo, polsi e caviglie; le misure vanno dalla 46 alla 58 mentre per i colori si può scegliere tra le “accoppiate cromatiche” Nero/Bianco, Nero/Blu, Verde acido/Nero, il prezzo è di  € 1,299.90.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROVA: VESPA GTS 300 SUPER, AMPIO RANGE…
Articolo successivoMOTO GP: LA GRANDE SFIDA APRILIA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”