Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    NOVITA’ 2017: LE STREGHE SS SONO TORNATE!

    Date:

    Condividi:

    Le SS tornano alla ribalta! Uno scenario letteralmente impressionante offerto da Honda, Suzuki e Kawasaki, senza dimenticare Yamaha. L’obiettivo comune? Un nuovo concetto SS…

    Sono ancora più GP (E BELLISSIME!) che stradali è vero, hanno tanta elettronica “utile è vero pure questo, ma, se fino ad oggi le SS erano state “quasi bloccate” nella loro evoluzione per via delle eccessive performance in rapporto alla qualità delle strade, per questo 2017 si torna alla “cattiveria” brutalizzante di moto che sono potentissime, altrettanto leggere ma, soprattutto, molto più guidabili rispetto al passato. Evoluzione a manetta quindi, ingegneri che si sono dati un sacco da fare, ma il controsenso è che queste SS stradali andranno – nella maggior parte dei casi – utilizzate su strade e molto, moltissimo poco in pista.

    Nicky Hayden e la Honda CBR1000RR Fireblade SP 2017
    Nicky Hayden e la Honda CBR1000RR Fireblade SP 2017

    Qualche domande sovviene…

    Non comprendo allora questa maniacale ricerca e vetrina delle prestazioni algoritmiche, di un’elettronica implacabile ma che nulla toglie al rischio di utilizzare 200 Cv su strada… E basta con l’ipocrisia della tecnologia che deve andare avanti, del fatto che le SS sono il fiore all’occhiello delle Aziende che le producono, tanto rimangono moto molto appuntite per quanto siano guidabili e “gestibili” rispetto al passato. Non è solo il mio parere: forse le Case pensano di stimolare e rimettere in sella tanti rider che siano disposti a pagare salata la tecnologia, l’elettronica e tutto il resto… Sono moto sicure è vero ma sono moto ad altissime prestazioni che “navigano” in un habitat spesso crudele (leggi condizioni delle strade, traffico, disattenzione altrui aumentata, senso di onnipotenza, tanto c’è l’elettronica che taglia…)

    la GSX-R in tutte le sue arti e parti...
    la GSX-R in tutte le sue arti e parti…

    Le avevamo scacciate dalla mente per 1000 motivi, ora sono tornate!

    Per anni abbiamo demonizzato queste moto, le abbiamo quasi “cacciate” dalla nostra mente, lasciando la fantasia volare quando eravamo e siamo davanti alla MotoGP, alla SBK e questo è ed era sano! Ora le ammalianti “streghe” sono tornate, bellissime, potentissime, leggere e ben equipaggiate, ma sono sempre moto che, nella stragrande maggioranza dei casi, le vedremo in mano a rider appassionati che sono disposti a tutto pur di avere l’ultima chicca tecnologica tra le loro mani, mani spesse davvero poco esperte per gestirle nella loro maestosità delle superprestazioni…

    GSX-R1000 piattaforma inerziale
    GSX-R1000 piattaforma inerziale

    Si era fatto tanto per ammorbidire l’uso su strada delle SS ed invece…

    Insomma non voglio apparire disfattista ed anti tecnologia, anzi, quella la adoro per ciò che puà offrire/garantire all’appassionato, piuttosto mi chiedo, dopo aver scritto questo pezzo sulle SS 2017, se sia stata una mossa vincente riproporre delle vere e proprie GP stradali visto che tutti hanno fatto tanto (Case comprese) per ammorbidire quel concetto di prestazioni estreme (vedi le nuove cafè racer o le naked di ultima generazione) in voga fino a qualche anno fa.

    Certo, l’evoluzione piano piano è andata avanti, ma oggi, guardando queste moto viene da chiedersi perchè tutto questo? Lo so, non esiste risposta, perchè adesso siamo tutti qui ad ammirare queste “fantasie tecnologiche su due ruote 2017”. Non c’è sconto per le emozioni ma la strada intrapresa, forse, mi preoccupa da appassionato e da addetto ai lavori…

    la CBR1000RR Fireblade SP
    la CBR1000RR Fireblade SP

    HONDA: SEMPRE PIU’ VICINA ALLA RC213V…

    Ed ecco la nuova generazione della CBR1000RR Fireblade SP ovvero obiettivo ‘Controllo Totale’. Una moto del tutto nuova con rapporto peso/potenza migliorato del 14%, grazie a un alleggerimento complessivo di 15 kg con un incremento della potenza di 11CV.

    motore e telaio della CBR1000RR Fireblade SP
    motore e telaio della CBR1000RR Fireblade SP

    C’è un sacco di elettronica a bordo della CBR1000RR Fireblade SP e prevede: sospensioni Ohlins semi attive, controllo di trazione Honda Selectable Torque Control, funzionalità di controllo wheeling e antisollevamento della ruota posteriore, freno motore regolabile, ABS di ultima generazione, Quickshifter in accelerazione, Downshift Assist in scalata, sistema Riding Mode per selezione dei Mode di guida e sistema Power Selector per la selezione erogazione.

    CBR1000RR Fireblade SP frontale aggressivo
    CBR1000RR Fireblade SP frontale aggressivo

    Il 2017 è l’anno del 25° anniversario della Fireblade…

    Sato, Large Project Leader (LPL) CBR1000RR Fireblade SP spiega che: “Tutte le moto sportive di 1000 cc sono straordinari esempi di ingegneria al servizio delle massime prestazioni. Ma per la nostra nuova Fireblade, volevamo che lo straordinario fosse legato al piacere di manovrare e controllare una moto di questo livello. La sua vocazione è regalare ogni volta sensazioni che non appartengono alla vita di tutti i giorni, qualcosa di autenticamente insuperabile. La primissima CBR900RR resta una pietra miliare nella nostra storia, alla quale ci siamo ispirati per ridurre drasticamente il peso ed aumentare la potenza. E, sempre nell’ottica ‘Next Stage Total Control’, abbiamo aggiunto una dotazione elettronica totalmente destinata a supportare il pilota. Cosa promette la nuova Fireblade ai clienti? È molto semplice: la pura gioia della guida.”

    motore della CBR1000RR Fireblade SP and SP2
    motore della CBR1000RR Fireblade SP and SP2

    Elettronica e comportamento dinamico…

    Ecco le principali “attività” dell’elettronica: piattaforma inerziale, Inertial Measurement Unit (IMU), Sospensioni semi-attive Öhlins, Semi-active Electronic Control (S-EC), Controllo di trazione, Honda Selectable Torque Control (HSTC), Nuovo ABS di ultima generazione, Sistema selezione modalità di guida, Riding Mode Select System (RMSS). Inoltre, la nuova CBR1000RR Fireblade SP è la prima Honda ad essere equipaggiata con sospensioni S-EC Öhlins: una forcella NIX30 da 43mm e un ammortizzatore TTX36.