L’Ing. Luigi Dall’Igna sarà il nuovo Direttore Generale Ducati Corse, una notizia importante nel momento di un rinnovamento racing a Borgo Panigale…

Alla fine qualcosa è cambiato in Ducati… Con la nomina dell’Ing. Dall’Igna, che sarà il nuovo Direttore Generale Ducati Corse, si apre uno spiraglio improvviso sul futuro racing del marchio di Borgo Panigale, infruttuoso nelle ultime stagioni, sia in SBK quanto in MotoGP,e questo nonostante piloti di esperienza e “carisma individuale”, fattore che però non basta per rendere una moto…vincente.

Dall’Igna avrà quindi un ruolo “essenziale”, profondo, nei Reparti Corse Ducati: avrà di fatto un gran bel da fare, perché, le cose da fare, sono tante ed è come ricreare un reparto corse ex novo, con nuove idee, probabilmente progetti che sanno di nuovo e di intrigante, vista anche la presenza del Gruppo Audi/WV, che, dalla parole di Claudio Domenicali, sembra diverrà essenziale nella progettazione di un nuovo motore nella MotoGP o nella SBK. Ipotesi azzardate certo, ma il know how Motorsport del Gruppo Audi/WV è letteralmente infinito per tecnologia e analisi dei dati, a Ducati invece, ritengo sarà dato un ruole “creativo” perché loro le moto le sanno fare bene; quindi l’interazione tra i due “colossi” Ducati/Gruppo WV partorità qualcosa di esplosivo, ne sono certo. Dall’Igna, dal canto suo, ha mostrato intuito in questi anni, che hanno reso vincente ed “iridato” il marchio di Noale…quindi questo fa presagire un nuovo orientamento strategico per il racing Ducati.

Quindi Ducati annuncia la nomina dell’Ing. Luigi Dall’Igna (ed anche del nuovo assetto racing Ducati Corse) quale nuovo Direttore Generale Ducati Corse poche ore fa: Dall’Igna, 47 anni, vanta una importante conoscenza nel mondo del motorsport, ed in particolare nel Motomondiale e nella Superbike, dove ha maturato importanti esperienze. Le competenze del nuovo manager Ducati Corse permetteranno all’azienda di Borgo Panigale di focalizzare ulteriormente da un punto di vista tecnico la propria attività sportiva, creando le premesse per una nuova fase di sviluppo oltre che di incremento nelle competizioni. L’Ing. Dall’Igna riporterà direttamente a Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding.

L’Ingegner Bernhard Gobmeier, Direttore Generale Ducati Corse durante gli ultimi dieci mesi, rientrerà in Germania per ricoprire un nuovo ruolo all’interno del gruppo Volkswagen Motorsport. Un ruolo prestigioso e strategico per il cinquantaquattrenne ingegnere bavarese, che gli permetterà di proseguire un percorso di crescita professionale all’interno del gruppo Volkswagen. Paolo Ciabatti, che da gennaio di quest’anno è Direttore del Progetto MotoGP, mantiene il suo ruolo con riporto diretto al nuovo Direttore Generale Ducati Corse. Sempre all’Ing. Dall’Igna riporterà anche Ernesto Marinelli, Direttore del Progetto Superbike, ruolo che l‘ingegnere modenese ricopre per Ducati già da due stagioni. Le nuove nomine saranno operative a partire dal 11 Novembre 2013, immediatamente dopo l’ultima gara della stagione 2013.

“ Grazie a questa nomina, – ha commentato Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding – possiamo affrontare con rinnovata motivazione la prossima stagione sportiva. Siamo fiduciosi che la rinnovata organizzazione di Ducati Corse, ed un’ancora più focalizzata strategia di sviluppo tecnico, contribuiranno a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi, e riporteranno Ducati a giocare un ruolo da protagonista sia in MotoGP che in SBK. A Bernhard il mio personale ringraziamento per il ruolo che ha ricoperto in questi dieci mesi, a Gigi un benvenuto a bordo, certi che la sua grande esperienza, unita alla nostra tecnologia e R&D e al supporto tecnologico del gruppo Audi/VW, ci permetterà di tornare, anche nelle corse, ai livelli di eccellenza che Ducati ha avuto nel recente passato.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteECCO LA 1199 PANIGALE S IN VERSIONE “SENNA”
Articolo successivoMOTO GP: HAYDEN & DOVI SODDISFATTI A SEPANG
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”