Grandissimo bottino Metzeler nell’Enduro iridato: sul podio Remes, Meo e la spagnola Sanz, Risultato ottenuti su un tracciato durissimo…

In occasione dell’ultimo appuntamento stagionale del Campionato Mondiale FIM Enduro che si è svolto a Requista, in Francia,  il brand Metzeler si è laureato Campione del Mondo Enduro per la 26a volta, vincendo il titolo iridato nella classe E1 con il finlandese Eero Remes (TM Racing) e in E2 con il francese Antoine Meo (KTM Factory Racing) oltre al successo ottenuto nella categoria Women con la spagnola Laia Sanz (KTM Factory Racing), tutti equipaggiati con i plurivincenti pneumatici da enduro Metzeler MCE 6 Days Extreme.

Il podio della E2 nel Mondiale Enduro
Il podio della E2 nel Mondiale Enduro

Il motoclub francese ha realizzato un tracciato molto difficile e tecnico che ha permesso ai pneumatici Metzeler di dimostrare ancora una volta la loro efficienza e prestazioni di livello anche nelle condizioni più impervie. Nella classe E2 Il pilota ufficiale KTM Antoine Meo ha vinto in Francia il suo quinto Titolo Mondiale: “Ora posso andare felice al Rallye du Maroc ma prima ci tengo a ringraziare tutto il team KTM Farioli che mi ha aiutato molto durante tutte queste stagioni vittoriose e Metzeler che con i suoi pneumatici mi permette sempre di mostrare il mio potenziale con sicurezza”.

Mondiale Enduro 2015, Alex Salvini
Mondiale Enduro 2015, Alex Salvini

Anche Alex Salvini (Team Honda-Redmoto-Zanardo) ha chiuso brillantemente la stagione al secondo posto con un bel doppio successo in Francia. Questo risultato gli ha permesso di ottenere il titolo di Vice-Campione del Mondo della classe E2. Nella classe E1, oltre al successo di Eero Remes (TM Racing) METZELERpuò vantare anche l’ottimo secondo posto in classifica generale del francese su KTM Christophe Nambotin. In difficoltà con un ginocchio sinistro dolorante fin dall’appuntamento del Cile, il pilota del team di Fabio Farioli dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico prima di pensare a prendersi la rivincita nel 2016.

Vittoria nella Woman della spagnola Laia Sanz
Vittoria nella Woman della spagnola Laia Sanz

Grandi anche le prestazioni di Laia Sanz (KTM Factory Racing), che ha vinto sette gare su otto in campionato portando METZELER al successo nella categorie donne, e dell’australiano Matthew Phillips che sulla sua KTM 300 EXC non riesce a replicare il successo dello scorso anno ma finisce comunuqe il Campionato da Vice-Campione del Mondo nella categoria E3.

La classifica di Requista/Francia

ENDURO 1:

1)    Remes Eero – 261 punti

2)    Nambotin Christophe – 248 punti

3)    Santolino Lorenzo – 179 punti

ENDURO 2:

1)    Meo Antoine – 245 punti

2)    Salvini Alex – 231 punti

3)    Renet Pierre Alexandre – 175 punti

Antoine Meo in azione sul tracciato francese
Antoine Meo in azione sul tracciato francese

ENDURO 3:

1)    Bellino Mathias – 254 punti

2)    Phillips Matthew – 221 punti

3)    Seistola Matti – 195 punti

WOMEN:

1)    Sanz Laia – 140 punti

2)    Daniels Jane – 133 punti

3)    Gardiner Jessica – 98 punti

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMARQUEZ SI FRATTURA LA MANO IN MTB…
Articolo successivoCEV: BULEGA A NAVARRA AD UN PASSO DAL PODIO
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”