Marc Marquez operato per la frattura della mano sinistra dopo l’incidente in mountain bike.  In 24/48 ore Marc dovrebbe essere dimesso per poi iniziare il recupero funzionale…

Quando la sfortuna bussa alla porta non lo fai in un’unica battuta! Certo Marquez quest’anno non è del tutto fortunato e, dopo la caduta ad aragon, ieri si è fratturato il quinto metacarpo della mano sinistra mentre si allenava in MTB. Una vera sfida per Marc che però, dopo l’intervento, inizierà subito una pratica riabilitativa per poter correre a Motegi tra meno di due settimane.

Marc Marquez, una stagione non proprio fortunata questa...
Marc Marquez, una stagione non proprio fortunata questa…

Il Campione del Mondo in carica quindi,  è stato operato questa mattina presso il complesso Universitario Dexeus Hospital di Barcellona, ​​per il trattamento di una frattura al quinto metacarpo della mano sinistra. Il pilota Repsol Honda ha subito la frattura lo scorso martedì, mentre si allenava in mountain bike, alla periferia di Cervera. L’operazione è stata effettuata dal dottor Xavier Mir, capo del dipartimento  Upper Extremities del Dexeus Hospital Universitario, che ha dichiarato che l’operazionen si è risolta con successo. Se il recupero post-operatorio andrà come previsto, Marc dovrebbe correre  nel Gran Premio del Giappone, che si svolgerà tra dieci giorni a Motegi.

MotoGP 2015, Marc Marquez ad Aragon
MotoGP 2015, Marc Marquez ad Aragon

Dopo l’intervento chirurgico, il dottor Mir ha dichiarato: “Abbiamo operato Marc Marquez per il trattamento di una frattura di torsione del quinto metacarpo della mano sinistra. L’intervento consisteva in una riduzione e della successiva fissazione interna dell’osso, mediante viti per compressione che si aggiunge ad una placca di titanio neutralizzante con sei fori. Dopo l’inserimento, il tessuto molle è stata chiusa e abbiamo fissato un bendaggio protettivo intorno al dito, sostenendolo con il dito adiacente. Marc rimarrà in ospedale per 24 ore, e in 48 ore e dopo inizierà la riabilitazione funzionale.”

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROGETTO ENDURO PERFORMANCEMAG 2016
Articolo successivoMONDIALE ENDURO, BOTTINO METZELER
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”