Honda parteciperà al Campionato del Mondo FIA di Formula Uno NEL 2015, tanti e nuovi stimoli tra cui un nuovo ed innovativo V6 1.6 turbo…

Un annuncio che farà tremare il mondo della F.1 è rappresentato dal rientro della Honda nella categoria top per ciò che riguarda il racing:  Honda Motor Co., Ltd. Ha infatti annunciato la sua decisione di partecipare al Campionato del Mondo FIA di Formula Uno (F1) a partire dalla stagione 2015. Questo nell’ambito di un progetto comune con McLaren, società britannica di F1.

Honda sarà responsabile dello sviluppo, produzione e fornitura del propulsore, oltre al sistema di recupero dell’energia, mentre la McLaren si prenderà cura dello sviluppo e della produzione del telaio e della gestione della nuova squadra, McLaren/Honda.

A partire dal 2014 infatti, le nuove regole della F1 chiedono l’introduzione di un motore 1.6 litri ad iniezione diretta turbo V6 con sistema di recupero dell’energia. Una grande opportunità offerta dal mondo delle corse di sviluppare ulteriormente queste tecnologie è stata basilare per la decisione di Honda di tornare in F1. Commentando questo entusiasmante sviluppo, Takanobu Ito, Presidente e CEO di Honda Motor Co, Ltd. ha dichiarato soddisfatto: “Fin dalla sua costituzione, Honda è sempre stata una società che si evolve raccogliendo le sfide nel mondo delle corse. Honda ha una lunga storia nel miglioramento delle tecnologie e arricchimento delle nostre risorse umane attraverso la partecipazione alle serie più prestigiose delle corse automobilistiche mondiali. I nuovi regolamenti della F1 con la loro grande attenzione all’aspetto ambientale ispireranno un ulteriore sviluppo delle nostre tecnologie avanzate e questo è fondamentale per la nostra partecipazione alla F1.

Abbiamo il massimo rispetto per la decisione della FIA di introdurre questi nuovi regolamenti che sono molto impegnativi ma anche stimolanti per i produttori interessati alle tecnologie ambientali e per il Gruppo Formula Uno che ha dato un alto valore alla F1, la principale categoria di auto da corsa seguita da appassionati entusiasti. Desideriamo esprimere la nostra sincera gratitudine al Sig. Jean Todt, presidente della FIA e al Sig. Bernie Ecclestone, CEO del Gruppo Formula Uno che hanno dimostrato una grande comprensione e collaborazione supportandoci nella decisione della nostra partecipazione al campionato di F1”.

Le dichiarazione dopo la notizia…

Martin Whitmarsh, CEO di McLaren Group Limited:

“I nomi di McLaren e Honda sono sinonimo di successo in Formula Uno e, per tutti coloro che lavorano nelle due aziende, i nostri successi del passato poggiano pesantemente sulle nostre spalle. Ma è un segno della determinazione condivisa di voler ancora una volta portare McLaren Honda ai massimi successi in Formula Uno. Insieme abbiamo una grande eredità – e siamo fermamente impegnati a mantenerla”.

Jean Todt, presidente della FIA:

“Sono molto felice di apprendere l’importante decisione di Honda di tornare in Formula Uno con la McLaren dal 2015. L’introduzione del nuovo sistema di propulsione dal prossimo anno, con un motore 1.6 litri a 6 cilindri con iniezione diretta e il recupero di energia, è una sfida entusiasmante e dimostra una visione per il futuro dello sport. Sono certo che Honda diventerà un forte concorrente negli anni a venire”.

Bernie Ecclestone, CEO del Gruppo Formula Uno:

“E’ un grande piacere vedere il ritorno di Honda in Formula Uno. La loro tecnologia motoristica e la passione per gli sport motoristici li rendono un concorrente naturale in Formula Uno.”

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: DUCATI TEAM A LE MANS…
Articolo successivoPROVA: LAMBORGHINI GALLARDO LP 560-4
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”