Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    BoosterPlug, la soluzione che migliora l’erogazione

    Date:

    Condividi:

    Montare BoosterPlug significa ottenere una migliore risposta dell’acceleratore e potenziare le performance globali del motore. Noi l’abbiamo provata

    Il concetto di BoosterPlug sembra davvero semplice e ha presto ispirato alcuni imprenditori a produrre copie di BoosterPlug.

    Questa idea è ormai accettata in tutto il mondo come un modo brillante ed economico per curare i problemi di gestione motore che tormentano tutte le moderne motociclette ad iniezione.

    Non c’è quiindi bisogno di spendere una fortuna per acquistare complicati dispositivi elettronici multi-regolabili come il Power Commander + oppure trascorrere molte ore al banco prova, per far funzionare la propria moto al meglio.

    Per installare BoosterPlug ci vogliono meno di 10 minuti: si collega direttamente al cablaggio della tua moto utilizzando i connettori originali, senza tagliare o giuntare nulla. Lavoro pulito per un risultato sicuro ed immediato.

    IL VIDEO DEL MONTAGGIO

    Quali sono i veri vantaggi di BoosterPlug?

    Montare questo accessorio significa ottenere una migliore risposta dell’acceleratore sia in piena accelerazione che decelerazione, dove molto spesso, la miscela troppo magra, aumenta il ritorno all’interno del silenziatore con scoppiettii fastidiosi.

    Si otterrà inoltre, l’arricchimento della miscela aria/carburante quando si apre l’acceleratore con il risultato di un’accelerazione e coppia più vivide ed immediate.

    Ed ancora, abbiamo notato la scomparsa di un funzionamento a scatti a bassa velocità, tipico dei moderni motori a combustione magra.

     booster-plu

    Come funziona

    Possiamo definire BoosterPlug come un’abile spia che riesce ad ingannare il sistema di iniezione. Infatti, se si riesce a ingannare la centralina di iniezione del carburante, facendogli credere che la temperatura dell’aria ambiente sia inferiore alle letture effettive, la ECU arricchirà la quantità la miscela iniettata.

    Il corretto arricchimento migliorerà notevolmente la guidabilità della moto e quindi questo lo si ottiene aggiungendo una resistenza extra al sensore della temperatura della presa d’aria

    Il sensore della temperatura della presa d’aria non è un dispositivo di uscita lineare e se viene aggiunto semplicemente un resistore seriale fisso, le prestazioni del tuo dispositivo varieranno molto con i cambiamenti della temperatura ambiente.

    Questo è ciò che fanno gli altri dispositivi Plug and Play ed è in realtà il motivo per cui spesso non funzionano poi correttamente: in genere, sono fatti per funzionare bene a 20° Celsius (temperatura aria ambiente), ma questo farà sì che la moto funzioni magra a 10 gradi e ricca a 30 gradi.

    Arricchimento stabilizzato della miscela aria/benzina

    Per questo, BoosterPlug è l’unico dispositivo Plug and Play che offre un arricchimento stabilizzato della miscela a diverse temperature ambientali.

    Per fare ciò utilizza un sensore di temperatura aggiuntivo (e alcuni altri componenti), che funzionerà in collaborazione con il sensore di temperatura collocato sulla presa d’aria originale/air-box.

    Il sensore BoosterPlug fa sì che la “sintonizzazione” plug and play funzioni come dovrebbe. Sembra abbastanza facile, ma i calcoli per farlo bene sono piuttosto difficili.

    Va detto che l’arricchimento è lo stesso indipendentemente dalla temperatura ambiente. Ed è proprio questo il vero valore aggiunto per questo accessorio.

    RISULTATO DEL TEST IN SINTESI

    Eccellenti risultati dopo la prova del BoosterPlug. Sono migliorate notevolmente l’accelerazione, che risulta più tonica e lineare, la “schiena motore” ovvero un motore molto più sensibile al comando del gas, il tiro, specie in salita. Sono diminuiti dell’90% gli scoppiettii allo scarico, classico delle miscele “magre” così come è migliorata l’erogazione del motore lungo l’intero arco di utilizzo.

    Il motore è quindi più “presente” e, specie sulla Himalayam che ha di per se pochi cavalli, questo elemento si nota moltissimo. Sono scomparsi gli on/off nell’apri-chiudi e sono migliorati un filo anche i consumi di carburante, specie in ambito urbano.

    L’Azienda

    La BoosterPlug Company è stata fondata nel 2009 e ha sede in Scandinavia. Da allora BoosterPlug è stato acquistato da più di 100.000 clienti soddisfatti in più di 90 paesi in tutto il mondo.

    La filosofia è fornire soluzioni di alta qualità a prezzi ragionevoli. Ben studiato e ben documentato, senza esagerare i benefici con affermazioni da favola.

    Per l’Azienda è importante essere sulla stessa lunghezza d’onda dei clienti, quindi, tutti nell’azienda BoosterPlug vanno in moto.

    BoosterPlug è stato originariamente sviluppato da Jens Lyck, ingegnere elettronico con oltre 35 anni di esperienza nel settore moto. Essendo un motociclista appassionato, è anche l’editore del blog di viaggio www.motorcyclelife.eu.

    L’azienda BoosterPlug è stata fondata nel 2009 ed è stata gestita da un Jens e da un piccolo team dedicato per i successivi 13 anni. L’interesse dei clienti per la soluzione BoosterPlug cresceva di anno in anno, era ovvio che era necessaria una struttura aziendale diversa e più grande.

    Pertanto, entro la fine del 2021, la società BoosterPlug è diventata una joint venture tra il proprietario/fondatore originale e l’azienda motociclistica danese Bike-Shoppen.

    INFO: www.boosterplug.com

     

     

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”

    Articoli correlati

    Hyundai KONA Electric, il grande comfort

    Il viaggio verso l’elettrificazione corre veloce. Hyundai non si è mai tirata indietro quando c’è da scommettere sulle...

    Nuova doppietta per PROGETTO MX HMR

    Pole e doppietta al Tridente, Ele e PROGETTO MX HMR continuano a “spingere” sulla voglia e passione di...

    Ele Ambrosi, un ottimo 13° posto a Gazzane

    La gara di Eleonora Ambrosi va vista in modo ampio. la rider girl di PROGETTO MX HMR, ha...

    Arriva in Italia TVS Motor Company Italia

    TVS Motor Company – TVSM -, leader a livello mondiale nel settore dei veicoli a 2 e 3...