Yamaha va forte e Rossi pure. Dopo due settimane di analisi dei dati, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono tornati anche loro a Sepang per l’inizio del secondo dei tre giorni di test ufficiali pre-stagione…

Rossi è pronto per la sfida 2015 ma anche ripetere il giro forte di due settimane fa. Valentino aveva fretta di entrare in pista e si è affrettato a prendere in consegna il primo posto al compagno di squadra per l’inizio della sessione di otto ore. Quando la temperatura ha iniziato ad aumentare, il ritmo è salito e Rossi è balzato in testa alla classifica con un impressionante tempo di 2’00.414″.

MotoGP 2015, Sepang 2, Valentino Rossi primo nel primo giorno di test IRTA
MotoGP 2015, Sepang 2, Valentino Rossi primo nel primo giorno di test IRTA

Jorge Lorenzo ha avuto un inizio più impegnativo per il secondo test di Sepang: anche se è stato brevemente in cima alla classifica con un tempo di 2’02.099″, ha faticato a trovare la buona messa a punto sull’asfalto scivoloso. Lo spagnolo però, si è detto soddisfatto per l’aggiornamento del cambio della sua YZR-M1. Non volendo sprecare l’ultima preziosa ora di tempo di prova, Rossi e Lorenzo hanno deciso di sfidare la pioggia battente per testare la loro configurazione sul bagnato fino a quando, a 30 minuti dalla fine, la pista è stata chiusa per il temporale…

MotoGP 2105, test IRTA Sepang 2, Rossi prova la M1 con nuovo cambio Seamless
MotoGP 2105, test IRTA Sepang 2, Rossi prova la M1 con nuovo cambio Seamless

Valentino Rossi, 1° tempo: “Tutti nella nostra squadra erano curiosi di sapere come sarebbe andato i cambio aggiornato e la prima impressione è stata molto positiva, quindi sono felice. Non c’è una differenza enorme, ma è un piccolo aiuto laddove abbiamo bisogno di migliorare. La moto è un po’ meglio in entrata curva ed in frenata e credo che dobbiamo lavorare per capire il potenziale massimo, ma questa prima prova è stata buona. Sono felice di finire in prima posizione perché ero in P1 da questa mattina, quindi è un buon fine prima giornata. E’ importante per noi percorrere alcuni chilometri sul bagnato. Non mi piace molto il feeling con la moto sul bagnato e l’anno scorso ho faticato come sapete… Certamente i miglioramento ci sono stati ma abbiamo bisogno di provare ancora e fare qualche chilometro in più.

MotoGP 2015, test Sepang2, Jorge Lorenzo
MotoGP 2015, test Sepang2, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo, 5° tempo:  “Oggi è stata una giornata abbastanza difficile per me. Sento il jet lag e ieri sera sono stato in grado di dormire solo quattro ore. All’inizio della sessione abbiamo provato il set-up che abbiamo usato al primo test di Sepang, ma niente ha funzionato. Abbiamo cambiato tante cose sulla moto, ma il risultato è stato lo stesso. Sono un po’ deluso per i risultati di oggi, ma almeno il nuovo cambio funziona bene. Abbiamo bisogno di regolarlo un po’, ma nel complesso è abbastanza buono, soprattutto in frenata, dove possiamo ottenere una maggiore stabilità. Le condizioni della pista erano piuttosto precarie rispetto al primo test. L’asfalto aveva meno grip e quindi abbiamo faticato molto con le condizioni. Speriamo di poter migliorare il nostro ritmo domani e verificare le nuove cose di cui abbiamo bisogno prima di andare in Qatar”.

MotoGP 2015, Sepang2, Lorenzo sesto tempo assoluto nel day 1
MotoGP 2015, Sepang2, Lorenzo sesto tempo assoluto nel day 1

Massimo Meregalli, Team Director: “Per me è stata una prima giornata positiva. Come successo per il primo test di Sepang, non abbiamo un sacco di materiale, ma è molto importante che si continui a lavorare per trovare la giusta direzione. La trasmissione ha soddisfatto sia Jorge e Vale per il buon feeling, e continueremo a svilupparla ulteriormente. La pioggia di oggi ci ha permesso di ottenere una serie completa di dati sul bagnato ma abbiamo preso la decisione di fermarci subito dopo la pioggia per continuare domani”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: BAUTISTA E MELANDRI AL LAVORO…
Articolo successivoMOTO GP: ANCORA MARQUEZ DAVANTI A TUTTI…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”