Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    BENELLI LEONCINO 250 E TRK 251

    Date:

    Condividi:

    Due godibilissime novità Benelli per la prossima stagione on the road. Si tratta di Leoncino 250 e TRK 251 già disponibili presso le concessionarie Benelli

    Due interessanti novità da Benelli per la prossima stagione on the road. Si tratta di Leoncino 250 e TRK 251, due “interpretazioni” del viaggio secondo la filosofia Benelli, filosofia che sa di tradizione ed innovazione.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Benelli Leoncino 250, piccola icona dal design unico

    Leoncino 250 si presenta rinnovata nel suo eclettico design, che sprigiona un mix tra Heritage, design e futuro in una chiave classica ma con ricercatezza modernissima. È spinta dal piccolo ed affidabile monocilindrico 4T da 250 cc che vanta distribuzione DOHC con doppio albero a camme in testa, quattro valvole ed iniezione elettronica.

    La sua potenza è di 25,8 Cv a 9250 giri e questo anche grazie al corpo farfallato da ben 37 mm. il valore di coppia è interessante con 21 Nm a 8000 giri. Si intuisce che questo motore gira “alto” e quindi è ricco di brio ed energia, per una moto divertente da guidare.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Le quote vitali del piccola “mono” Benelli prevedono valori di 72×61,2 mm mentre il rapporto di compressione è di 11,2:1. La lubrificazione è forzata con carter umido mentre il cambio vanta sei rapporti e frizione in bagno d’olio.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Il telaio ha struttura a traliccio con tubi di acciaio che ben si fonde con il design del serbatoio ma pure con il resto delle parti che compongono la parte estetica di Leoncino 250. Rispetto alla versione da 500 cc, c’è il nuovo gruppo ottico LED e la strumentazione digitale. E non poteva mancare il Leone sulla zona alta del parafango anteriore, piccola icona stilizzata del modello.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    In tema di sospensioni, infine, c’è la forcella USD da 41 mm ed il mono posteriore montato su forcellone oscillante che vanta escursione di 51 mm. L’impianto frenante prevede disco singolo e flottante davanti da 280 mm “rallentato” da pinza a quattro pistoncini; dietro invece c’è un disco da 240 mm con pinza, sempre flottante, ma dotata di singolo pistoncino.

    La moto pesa in odm 162 kg e l’altezza sella è di 800 mm. Ed ancora, i cerchi da 17” montano coperture da 110/70 e 150/60 mentre il prezzo di Leoncino 250 è fissato a 3490,00 euro f.c.

    W l’Avventura in sella alla Benelli TRK 251        

    L’avventura a portata di mano ha un solo nome, TRK 251! Nuovo look per questa piccola adventure firmata Benelli, dal design molto accattivante e caratterizzata dalla nuova grafica ed alcune modifiche tecniche adatta a sfidare tutto quello che passa sotto le ruote.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Stessa motorizzazione della Leoncino 250, vanta quindi bialbero DOHC e raffreddamento a liquido e stessa potenza di 25,8 Cv a 9250 giri. Il telaio ha struttura a traliccio in tubi di acciaio per la massima stabilità su ogni terreno, anche grazie alla forcella USD da 41 mm ed al mono posteriore centrale che vanta 60 mm di escursione.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Anche l’impianto frenante è identico alla Leoncino 250: quindi disco anteriore flottante da 280 mm e pinza a quattro pistoncini e disco posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino.

    performancemag.it-Benelli-TRK251-Leoncino

    Qualche modifica specifica sulla TRK 251 (che pesa 176 kg in odm e vanta serbatoio carburante da 18 litri) riguardano le finiture della sella, che oggi è più ampia, comoda e spaziosa e pensata in “ottica viaggio” e le pedane. TRK 251 è offerta f.c. a 3490,00 euro nelle due colorazioni bianca o nera ed è già disponibile presso le Concessionarie Benelli.

    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”