Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Davide Viglianti, 2° posto in Gara 1, poi la brutta caduta

    Date:

    Condividi:

    Davide Viglianti/PROGETTO MX acciuffa un secondo posto in Gara 1 all’apertura stagionale. Poi la brutta caduta in Gara 2, trauma cranico e problemi al ginocchio

    La prima gara della stagione 2022 era iniziata sotto la stella migliore: Davide Viglianti/PROGETTO MX, fin dalla mattina, si era subito mostrato veloce e reattivo, acciuffando il terzo posto nelle qualifiche.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-GARA-1

    Prima di addentrarci nella gara però, va detto che il pilota di PROGETTO MX, sta lavorando sodo sul suo fisico. La preparazione invernale non è ancora terminata ma i risultati sono tangibili, con il pilota ora più reattivo e fluido in moto.

    Questo primo round della stagione però, ha scatenato reazioni diverse: da un lato l’ottimo terzo posto nelle qualifiche. Dall’altro invece lo splendido risultato di Gara 1 con un ottimo secondo posto a fine gare.

    Ma, proprio quando le cose iniziavano a girare bene, Davide ha subito una brutta caduta nel corso di Gara 2, caduta che gli ha procurato un forte trauma cranico ed un problema al ginocchio, conseguenze che lo hanno costretto al trasporto in ospedale. Sono seguiti gli accertamenti ed ora Davide dovrà sostenere un periodo di riposo ed osservazione. Ma speriamo che si riprende per il secondo appuntamento della stagione il prossimo 10 aprile.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-GARA-1

    Andrea Di Marcantonio/Team Manager e ideatore PROGETTO MX

    Davide si è presentato in grande forma al primo appuntamento 2022. Mi è piaciuto il suo approccio a questa gara, che aveva tra le mani fin dalle qualifiche. Ha guidato bene nelle qualifiche, ha superato l’emozione della prima gara della stagione e si è messo a testa bassa per ottenere il miglior risultato.

    Determinato ma senza strafare nelle qualifiche, ha corso poi una splendida Gara 1, dove ha ottenuto un meritato secondo posto. Guardandolo da bordo pista, sono molto contento di leggere nei movimenti in moto i suoi progressi. È determinato, sa pungere se deve e fa lui il passo rispetto a chi sta dietro. Veloce in curva, ha sempre cercato le giuste traiettorie al fine di ottenere il massimo dalla sua Suzuki.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-GARA-1

    Contributo di peso poi, è stato l’intervento di ALF Suspension – Alfredo Venturi, tecnico che cura le sospensioni di Davide e che ha scelto il miglior setting, un compromesso tra trazione e lavoro del mono posteriore.

    Ci si è messa la sfortuna però che ha impedito qualcosa di più in Gara 2. La brutta caduta di Davide nella seconda frazione, lo ha escluso dai giochi. Il trauma cranico e la botta al ginocchio sono un qualcosa che hanno richiesto il breve ricovero. Ora dovremo fare accertamenti più mirati per capire i problemi del recupero. Spero davvero che Davide possa essere in forma per il 10 aprile, se lo merita e, con la nuova determinazione che ha mostrato, può correre una bellissima stagione.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-GARA-1

    ULTIMORA (9,45 del 14 marzo 2022)

    Davide ci racconta il suo stato il giorno dopo la caduta

    Oggi sto leggermente meglio rispetto a ieri. Continuo ad accusare un forte dolore dietro la testa. Ho fatto una TAC ieri in tarda serata ed il medico mi ha spiegato che ho un forte trauma cranico ed una lussazione al ginocchio. Si sospetta la fuoriuscita della rotula dalla sua sede, rimessa poi in sede per mezzo di un’apposita manovra. Purtroppo nella caduta ho perso i sensi e molte cose non le ricordo

    IL RACCONTO DELLE GARE

    Prima gara dell’anno per te Davide. Come hai trovato la pista?

    La pista è molto fangosa, specie nella parte del bosco che, ovviamente, è più esposta all’ombra e quindi all’umidità. Ma è così per tutti, quindi, dopo un paio di giri piano, ho cercato le mie linee migliori spingendo molto negli ultimi due giri delle qualifiche.

    Avrei voluto esprimermi meglio, ma ho due gare davanti e voglio concentrarmi su quelle e sulle partenze soprattutto. Alla fine, mi sono preso il terzo tempo nelle qualifiche e questo per me è un buon inizio della stagione 2022.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-presentazione

    Raccontaci qualcosa su queste qualifiche, le prime della stagione…

    Non amo particolarmente questa pista e quindi sono entrato tranquillo, senza spingere troppo, anche per capire bene dove passare e come ottenere il massimo dal poco tempo disponibile per queste qualifiche.

    Nuova stagione, nuovo fisico Davide. Hai lavorato parecchio per la nuova avventura

    Fisicamente mi sento molto meglio, sono più asciutto e questo mi consente più velocità nei movimenti ed una maggiore reattività in moto.

    Ho perso peso vero, ma trovo tutto di guadagnato nella mia guida, ora molto più fluida e lineare, elementi che mi consentono di migliorare i tempi sul giro.

    GARA 1: 2° posto

    Davide racconta la tua Gara 1

    Pur non scegliendo la posizione ideale al cancelletto, ho corso un’ottima Gara 1. La pista era cambiata rispetto alle qualifiche e c’erano molti canali ma comunque il tutto era molto scorrevole ed era piacevole guidare.

    performancemag.it-2022-PROGETTO-MX-2022-GARA-1

    L’ottimo grip del terreno mi ha fatto spingere, riuscendo così a mantenere la posizione. Ho spinto meno all’inizio e molto invece negli ultimi tre giri di gara. Ho battagliato un filino con il secondo che calava sempre più e così ho deciso di passarlo.

    GARA 2: out

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”