Lo scorso fine settimana si è svolto a Roma il primo corso con successivo esame di guida organizzato dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili in collaborazione con Aci Roma…

Questo interessante progetto, suggerito dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili, vede la collaborazione di Aci Roma e del Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga. L’esordio “romano” è avvenuto questo fine settimana: Puglia, Lazio, Liguria e Toscana le regioni di provenienza dei ragazzi che hanno partecipato alla due giorni di corso su una Suzuki SV 650 multi adattata, l’unica omologata in Italia, ideata dalla Di.Di: grazie agli adattamenti speciali, questa moto è in grado di coprire le disabilità di entrambi gli arti inferiori e del braccio sinistro.

DiDi Patenti Disabili Aci Vallelunga Roma
DiDi Patenti Disabili Aci Vallelunga Roma

I candidati hanno avuto un’intera giornata per prendere confidenza sia con gli adattamenti del mezzo in base alle proprie esigenze fisiche, sia con il percorso di prova dell’esame del giorno dopo, sia su strada che nel traffico locale.

Emiliano Malagoli, Presidente della Onlus Di.Di., per l’occasione ha ricoperto la doppia veste di istruttore e allievo, dovendo anche lui sottoporsi all’esame di guida. A stupire è Alessandro, un ragazzo portatore di protesi al braccio sinistro, che nonostante non sia più risalito in sella dal lontano 2008, anno del suo incidente stradale a seguito del quale ha subìto l’amputazione dell’arto, riesce a prendere subito confidenza con il mezzo e con il servocomando frizione a pulsante, sostitutivo del dispositivo a leva.

DiDi 2015: un momento dell'esame per la patente
DiDi 2015: un momento dell'esame per la patente

Ma anche Salvatore e Giulio, portatori di protesi agli arti inferiori, non accennano a minime difficoltà…sembrano non aver mai smesso di guidare la moto. Tutti gli allievi Di.Di. passano con successo il percorso birillato composto da uno slalom, una prova d’equilibrio, lo scarto dell’ostacolo e la prova di frenata. A seguire la prova su strada, tra le insidie del traffico della capitale, sempre sotto lo sguardo attento dell’Ingegnere per verificarne il comportamento e la conoscenza delle norme di circolazione. Alla fine, tutti promossi, con le congratulazioni dell’Ingegnere!

“Erano 7 anni che lottavo per avere la Patente AS – ha commentato Salvatore da Ostuni (BR) – finalmente grazie alla Di.Di. potrò guidare la mia MV adattata, sono emozionatissimo!”.

“Una grandissima soddisfazione personale: riprendere la Patente AS per me è ritornare ad essere indipendente – spiega invece Alessandro da Cassino (FR) – Di.Di. deve continuare il suo lavoro per poter dare la possibilità a tutti i ragazzi disabili di riprendere quanto più possibile una vita normale”.

DiDi 2015, le modifiche sulla Suzuki SV650 per l'esame patente disabili
DiDi 2015, le modifiche sulla Suzuki SV650 per l'esame patente disabili

Insomma, un grande successo per l’edizione romana del Progetto Patenti AS. “In meno di 2 mesi dall’inizio del progetto, abbiamo dato la possibilità di riprendere la Patente AS a molti ragazzi disabili, credo che non ci siano mai stati precedenti in Italia come questo” -afferma Emiliano Malagoli, Presidente della Di.Di. -. anche lui neopatentato – sono orgoglioso di quello che stiamo facendo, e devo ringraziare fortemente i nostri partner senza i quali non saremmo potuti partire con il progetto: Handytech, Aci Roma con il quale firmeremo un Protocollo d’Intesa la prossima settimana per diffondere il progetto in altre sedi, iI Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga che sarà presto sede d’esame per le Patenti AS, Honda Italia che dall’inizio ci ha fornito dei mezzi per la nostra Scuola Guida, la Motorizzazione Civile di Roma che ha accolto con favore la nostra proposta e reso fattibile il progetto, Premier Helmet e Sparco by 8Squad che hanno fornito rispettivamente caschi e giubbini con le protezioni da dare agli allievi. Spero di poter ampliare il nostro raggio d’azione su tutto il territorio nazionale, ma sarà fattibile solo con l’intervento economico di aziende che credono in questo progetto e che possano aiutarci a sostenere le spese di trasferta del nostro mezzo adattato e dello staff istruttori Di.Di.”.

Ed infine, chi volesse ulteriori informazioni perla Patente ASpuò visitare il sito www.diversamentedisabili.it

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteHRC E STONER, RINNOVO RAPPORTO 2015
Articolo successivoIN RICORDO DI UN GRANDE FEDERICO MARTINI
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”