Nuova dimensione per ZOE by Renault, successo 100% elettrico per una vettura che ha scalato le vette delle vendite. Sì, perché sono oltre 150.000 le immatricolazioni a fine maggio di quest’anno in Europa per un chilometraggio totale di 4 miliardi di chilometri

Nuova ZOE dà voglia di andare oltre! Abbiamo progettato una nuova generazione di ZOE: al top della performance elettrica e sempre più facile da vivere – spiega Gilles Normand, Direttore della Divisione Veicoli Elettrici del Gruppo Renault -. Nuova ZOE conferma che il Gruppo Renault è all’avanguardia nella mobilità 100% elettrica per tutti.

nuova ZOE-renault-performancemag.it

È nuovo il frontale, più deciso ed alto, ma le dimensioni globali di ZOE non cambiano. Cambiano invece il paraurti anteriore, i proiettori full LED, mentre dentro variano le finiture, il rivestimento della plancia, la consolle centrale caratterizzata anche dalla leva cambio elettronica e-shifter dal freno di stazionamento automatico e l’utile ricarica wireless per il telefono.

nuova ZOE-renault-performancemag.it

Fuori si “veste” di 3 nuove tinte per un totale di 9 che si aggiungono a rivisti cerchi a 5 bulloni da 15, 16 e 17”. C’è poi un sacco di spazio per tutto a bordo di nuova ZOE e ben due prese USB posteriori.

nuova ZOE-renault-performancemag.itEd a proposito di autonomia e ricarica, dopo la batteria Z.E.40, ecco la Z.E.50 da 52 kWh che offre circa 390 km di autonomia e regala al propulsore una potenza maggiore per il motore R135. ZOE si ricarica prima inoltre ed è l’unica elettrica sul mercato commercializzata ad un prezzo accessibile. Tre le possibilità di ricarica Combo, Tipo2 e la presa a 2 poli. E se si carica a casa, ci vogliono 9 ore e 25’ grazie alla Wall-Box da 7 kW. Collegata alla colonnina su strada invece, ZOE si carica in 2 ore e può percorrere 125 km.

nuova ZOE-renault-performancemag.it

Due i livelli di performance: 80 e 135 kW potenza espressa dal motore elettrico tutto firmato Renault. Su nuova ZOE c’è poi il B-mode, dove chi guida non utilizzerà più il pedale del freno perché, togliendo il piede dall’acceleratore, la vettura rallenta drasticamente e si può dosare la frenata semplicemente “lavorando” sull’acceleratore.

E se parliamo di sicurezza, ci sono l’Over Speed Limit, l’Automatic Emergency Breaking, il Lane Departure Warning ed il Lane Keep Assist. Ci sono inoltre l’Easy Park Assist, i sensori parcheggio anteriori, posteriori e laterali ed il freno stazionamento automatico.