Seconda doppietta della stagione nel secondo round in Svezia: Jari-Matti Latvala/Miikka Anttila e Andreas Mikkelsen/Mikko Markkula hanno conquistato la vittoria…

 

Il Rally di Svezia si è svolto quindi in condizioni difficili con, neve e pioggia incessanti, ma ,la Polo R WRC, ha dimostrato di essere la vettura più veloce per la seconda volta di fila. I driver nordici della squadra – Jari–Matti Latvala e Andreas Mikkelsen – sono stati coinvolti in un duello spettacolare, demolendo ogni decimo di secondo; alla fine sono loro che potrebbero essere considerati i veri vincitori. Latvala ha celebrato la sua nona vittoria nel WRC, la terza al Rally di Svezia ed il secondo per i colori Volkswagen, spostandosi nella parte superiore della classifica legata al Campionato Piloti, mentre Mikkelsen ha fatto la sua prima apparizione sul podio. I Campioni del Mondo Sébastien Ogier/Julien Ingrassia, hanno chiuso il Rally di Svezia al sesto posto dopo una grande rimonta.

 

“Siamo lieti che la bella prestazione di Jari -Matti Latvala in questo fine settimana abbia pagato”, – ha spiegato il dottor Heinz-Jakob Neusser, membro del Consiglio per lo Sviluppo Tecnico VW –. Questa vittoria è stata pienamente meritata ed è il risultato di una guida intelligente. Andreas Mikkelsen – membro junior della nostra squadra – ha mostrato, nella più difficile delle condizioni, che ha il potenziale per competere con i migliori al mondo. Sébastien Ogier è stato un po ‘sfortunato invece. Nonostante questo, è stato ancora una volta l’uomo da battere in questo fine settimana, sostenendo dieci vittorie di tappa . “

 

“Il sesto posto è il premio di conciliazione per noi – racconta  Sébastien Ogier, Volkswagen Polo R WRC -. Certo, mi sarebbe piaciuto ripetere il successo dello scorso anno, ma dopo il mio errore venerdì, gli otto punti conquistati sono i migliori che avremmo potuto sperare. Abbiamo fatto una corsa pulita l’ultimo giorno, nonostante le condizioni incredibilmente scivolose. Inoltre abbiamo dimostrato che saremo una forza da non sottovalutare anche il prossimo anno, il Rally di Svezia è uno dei miei eventi preferiti assolutamente nel calendario WRC. Congratulazioni a Jari-Matti e Miikka , che hanno corso una prestazione fantastica. La squadra ha un altro motivo per festeggiare qui in Svezia quest’anno e farlo nel Campionato Mondiale è sempre emozionante”.

“E ‘incredibile aver vinto il Rally di Svezia per la terza volta – spiega soddisfatto Jari – Matti Latvala – .Questa vittoria è particolarmente importante per me,   non era un compito facile, le condizioni difficili ed i tempi dei miei compagni di squadra hanno fatto sì che io e Miikka dovevamo concentrarsi e dare il nostro meglio. A causa dello scongelamento della neve poi, abbiamo guidato su un sacco di ghiaia e dovevamo essere prudenti per risparmiare le gomme. Andreas Mikkelsen ha guidato forte e merita pienamente di essere sul podio . E stato fantastico anche perchè ci hanno permesso di combattere in modo leale ad armi senza inchinarsi alla squadra o ordini di scuderia”.

“La prima volta sul podio! Ho desiderato e sperato così tanto per questo risultato – racconta Andreas Mikkelsen. -. L’ultimo giorno qui in Svezia era ancora una volta una vera sfida: con la neve fangosa e ghiaia che hanno caratterizzato non è stato certamente facile Sono stato ad un soffio dalla vittoria per lunghi tratti in gara, e, dopo un piccolo errore, non ero in grado di mantenere la pressione sul compagno di squadra, Jari-Matti Latvala. Ho spostato la mia concentrazione per mantenere il distacco tra me e Mads Ostberg al terzo posto e alla fine il risultato è arrivato. Credo che abbiamo ampiamente meritato il secondo posto  e di aver fatto questo passo avanti nel campionato del mondo qui al Rally di Svezia, forse una dele gare più dure degli ultimi anni  e questo mi fa sentire particolarmente orgoglioso”.

“Abbiamo i migliori piloti di rally al mondo sotto contratto e  le Polo R WRC… I piloti hanno la macchina più veloce – spiega  Jost Capito , direttore di Volkswagen Motorsport – e più affidabile qui in Svezia. Lo abbiamo sempre saputo, ma ora i risultati  confermano tutto quello che sapevamo già. Jari-Matti Latvala ha conquistato questa vittoria con una prestazione perfetta, sempre in battaglia con Andreas Mikkelsen, cosa che ci ha colpito tutti…. Tanto di cappello a entrambi, ma anche per Sébastien Ogier , dieci volte più veloce con una forte rimonta, risultati che parlano da soli . In questa occasione Ogier non ha avuto la fortuna dei coraggiosi e deve capire, accettare che rimanere bloccati nella neve è una parte del rally. La squadra ora di arriverà in Messico con il leader di campionato e la seconda e la quarta posizione in classifica. Sono incredibilmente orgoglioso del risultato e della squadra, il cui lavoro duro ha pagato davvero “.

Curiosità: la Polo R WRC vola…per 41 metri!

Un altro, nuovo record per Sébastien Ogier: la Polo WRC Volkswagen ha viaggiato un in aria per 41 metri prima di atterrare dopo il famigerato “Crest di Colin “, così facendo ha eclissato il  primato miglior precedente, fissato dall’americano Ken Block, di ben quattro metri inferiore.

 

FIA Rally World Championship (WRC) – Classifica finale

1 . Jari – Matti Latvala / Miikka Anttila ( FIN / FIN ) , 31.1s Volkswagen 3h 00m
2 . Andreas Mikkelsen / Mikko Markkula ( N / FIN ) , Volkswagen + 53.6s
3 . Mads Ostberg / Jonas Andersson ( N / S ) , Citroën + 59.5s
4 . Mikko Hirvonen / Jarmo Lehtinen ( FIN / FIN ) , Ford + 2m 26.9s
5 . Ott Tanak / Raigo Molder ( EST / EST ) , Ford + 3m 00.5s
6 . Sébastien Ogier / Julien Ingrassia ( F / F ) , Volkswagen + 4m 29.9s
7 . Henning Solberg / Ilka Minor ( N / A ) , Ford + 4m 47.5s
8 . Pontus Tidemand / Ola Fløene ( S / N ) , Ford + 5m 38.2s
9 . Craig Breen / Scott Martin ( IRL / GB ) , Ford + 8m 55.4s
10 . Kris Meeke / Paul Nagle ( GB / IRL ) , Citroën + 11m 18.0s
yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteAPRILIA RACING SBK, ULTIMI TEST POI PHILLIP ISLAND
Articolo successivoHELL’S GATE METZELER 2014:TUTTO ESAURITO!
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”