Eccole le Honda CB 500 2022: la CB500F è quella più apprezzata, la CB500R vanta carattere racing mentre la CB500X è la più avventurosa del lotto

I tre moschettieri Honda, ovvero le tre 500 cc CB e CB-R e CB-X, si rinnovano in alcuni dettagli tecnici e nuove grafiche. Il grande potenziale di questa cubatura si esprime nella facilità di guida oltre ad un utilizzo estremamente pratico ogni giorno.

 

22YM HONDA CBR500R

Tre moto adatte anche a chi risale in moto dopo tanti anni, oppure dedicate anche al pubblico femminile che ne scoprirà l’immediato feeling. Dal 2013 è sempre stato un successo crescente con oltre 106.000 unità vendute in tutta Europa, fattore che certifica la bontà del progetto.

La CB500F è quella più apprezzata mentre la CB500R vanta quel carattere racing che piace sempre, per chiudere con la più avventurosa del lotto, la CB500X.

le-nuove-CB-Honda-2022-performancemag.it-202

Interessantissima statistica Honda

Molto interessante la ricerca fatta da Honda: il 45% dei possessori delle CB500F e CB500R si compone del 45% e del 60% di età sotto i 34 anni, elemento che poggia sull’idea che queste due moto piacciono alle nuove generazioni.

le-nuove-CB-Honda-2022-performancemag.it-202

Discorso diverso invece per la CB500, il cui 75% dei possessori, si compone di rider più esperti con l’aggiunta di un 15%, dato legato a chi sente il richiamo di tornare in sella.

Cosa cambia sulle moto 2022

Ma vediamo cosa cambia sui M.Y.2022. Gli aggiornamenti si notano subito sulla parte frontale delle moto grazie alla nuova forcella Showa SFF-BP USD da 41 mm, abbinata a nuovi cerchi in alluminio con razze sdoppiate.

le-nuove-CB-Honda-2022-performancemag.it-202

Ci sono anche doppi dischi anteriori da 296 mm con pinze Nissin ad attacco radiale, ma solo su naked e sportiva. Per tutte e tre c’è anche un nuovo forcellone alleggerito.

L’affidabile motore bicilindrico da 500 cc è stato anch’esso aggiornato: questo riguarda l’iniezione PGM-FI al fine di offrire migliore coppia e trattabilità del motore pur rimanendo nel limite dei 35 kW per la patente A2.

 

 

Articolo precedenteBETA RR 4T 125 LC, ENDURO PER INIZIARE
Articolo successivoHONDA SH 150i, L’INOSSIDABILE AL TEMPO
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”