Biaggi pronto per Misano SBK, terzo round mondiale… 

Terza, ed ultima per quest’anno, gara italiana della World Superbike. Il Circuito di Misano ospiterà le derivate di serie per la settima tappa del campionato, che vede l’alfiere dell’Aprilia Racing TeamMax Biaggi al comando della classifica piloti.

Reduce dal doppio podio del Miller Motorsports Park, Max ha mantenuto la leadership a suon di piazzamenti, ma sa che per nutrire speranze di titolo iridato dovrà tornare a vincere. Il circuito romagnolo potrebbe aiutare il Corsaro, che sull’asfalto del Santa Monica ha sempre ottenuto buoni risultati, come il doppio secondo posto dello scorso anno o le vittorie del 2010.La motivazione non manca a Max Biaggi…

“Quello di Misano è sicuramente un buon circuito per noi. Resta da vedere come si comporteranno gli altri, alla luce del nuovo equilibrio espresso dalla prima parte di campionato. Siamo leader della classifica grazie ai continui buoni piazzamenti, pero’ dobbiamo migliorare la nostra moto che sembra aver perso potenziale tecnico rispetto alla concorrenza. Dal weekend romagnolo mi aspetto molto, voglio offrire ai nostri tifosi due belle gare”.

Per Eugene Laverty il weekend di Misano è altrettanto importante. Dopo aver mostrato una crescita costante in sella alla sua RSV4, il pilota nordirlandese ha incontrato difficoltà sia a Donington che al Miller Motorsports. Un buon risultato è necessario per confermare il feeling con la moto di Noale e riprendere la scalata alla classifica piloti, che ora lo vede all’ottavo posto.

“Abbiamo fatto progressi durante le prove al Miller e risolto i problemi di chattering che ci avevano disturbato nelle prime tappe. Sfortunatamente le gare non sono andate secondo i piani, il quinto e sesto posto finale non mi hanno soddisfatto. Il mio obiettivo da qui in avanti è il podio, perché penso sia alla nostra portata. Mi sento bene con Aprilia ed è il momento di confermare la sensazione con i risultati”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteAutocross ma cuori da moto sportiva…
Articolo successivoTest OK ad Aragon per Rossi e Hayden
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”