La scarpa giusta per andare in moto che sia sportiva, che sia naked: materiali raffinati, ottima calzabilità ed una gamma colori ampia e per tutte le esigenze. Ecco XPD, scarpa da moto “culture boots”…

Il prodotto ma soprattutto la scarpa perfetta per uso che sia sportivo o naked nel massimo comfort le cui caratteristiche tecniche sono uguali ai migliori stivali racing. XPD è realizzato in materiale esterno microfibra ad alta resistenza dello spessore di ben 1,2 mm. Spicca anche  l’utile e pratica rete traforata con altissima resistenza all’abrasione e calore.

X-ZERO R by XPD
X-ZERO R by XPD

E, se parliamo di sicurezza, ci sono le zone di protezione in poliuretano ad assorbimento programmato su tallone e malleolo, quelle per la ventilazione sul tallone, il rinforzo su punta e tacco, lo slider con paracambio in poliuretano e la fascetta calza scarpa.

X-ZERO la scarpa "culture boots"
X-ZERO la scarpa "culture boots"

Al comfort invece pensa il plantare Air Tech che favorisce la dissipazione del sudore. C’è la chiusura fast-clip micrometrica, la soletta in materiale composito, la suola in gomma vulcanizzata a “mappatura racing” con profilo arrotondato pro slider, la fodera a rete tridimensionale che favorisce la traspirazione, mentre l’ interno tacco è inclinato per una perfetta adesione alla pedana della moto. E, per farsi vedere, non mancano le zone reflex per il riconoscimento notturno. Il prezzo al pubblico è di €  189,90 nelle misure 38/48; Nero/Bianco, Nero/Rosso, Nero/Verde sono invece le aree colore disponibili.

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROVA: LA NUOVA VW GOLF GTD 184 CV E TANTA COPPIA
Articolo successivoWMX: KIARA FONTANESI, TERZO TITOLO MONDIALE
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”