Alla Ducati 1199 Panigale il XXIII Premio Compasso d’Oro, autorevole e prestigioso riconoscimento del design italiano: un risultato che premia la qualità e le idee Ducati, poi trasferite alla serie…

La 1199 Panigale è la prima moto in assoluto ad ottenere il più importante premio del design italiano: questo riconoscimento viene assegnato ogni 3 anni dall’Associazione Disegno Industriale (ADI) con l’obiettivo di premiare e mettere in evidenza la qualità del design italiano. Quindi, la Ducati 1199 Panigale entra di diritto nella “Collezione del Compasso d’Oro”, la storica collezione che si arricchisce ogni tre anni, riconosciuta “bene di eccezionale interesse artistico e storico” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Ducati 1199 Panigale
Ducati 1199 Panigale

L’attenzione che Ducati dedica da sempre al design e allo stile, fattore distintivo delle moto “made in Borgo Panigale”, è stata premiata con il più autorevole e prestigioso riconoscimento del design italiano: il XXIII Premio Compasso d’Oro. Una qualificata giuria ha assegnato il premio con la seguente motivazione: “Compasso d’Oro alla Ducati 1199 Panigale per aver trasferito prestazioni agonistiche in un prodotto di serie raffinato e in coerenza con l’immagine tradizionale del marchio

“Questo storico e prestigioso premio è estremamente importante per Ducati.- ha commentato Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding – Si tratta di un ulteriore riconoscimento del nostro ruolo di ambasciatori del design italiano, un “titolo” a cui teniamo particolarmente.”

Claudio Domenicali, Ducati 1199 Panigale
La Ducati 1199 Panigale vince il XXIII Premio Compasso d’Oro

I quasi trecento progetti premiati in oltre sessant’anni di vita del premio, insieme agli oltre duemila selezionati con la Menzione d’Onore, sono raccolti e custoditi nella Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI la cui gestione è stata affidata alla Fondazione ADI, costituita per questo scopo dall’ADI nel 2001. Una preziosa realtà ma anche un patrimonio di creatività e di produzioni eccellenti, che il Ministero dei Beni Culturali – Soprintendenza Regionale per la Lombardia, ha dichiarato “di eccezionale interesse artistico e storico“, inserendo la Collezione nel patrimonio nazionale.

Il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design istituito nel 1954: nato da un’idea di Gio Ponti, fu per anni organizzato dai grandi magazzini la Rinascente, allo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano, allora ai suoi albori. Poi il premio fu donato all’ADI, che dal 1964 ne cura l’organizzazione, vigilando sulla sua imparzialità e sulla sua integrità.

La 1199 Panigale – premiata con il XXIII Premio Compasso d’Oro – è la SBK by Ducati: moto innovativa e destinata a segnare un nuovo riferimento nel settore. Un’icona del “made in Italy”, capace di superare le barriere ingegneristiche del design motociclistico. Progettata per alzare ai massimi livelli le prestazioni, grazie anche alla perfetta integrazione tecnologica tra il motore Superquadro da 195 CV e il telaio monoscocca, è in grado di garantire un eccezionale rapporto peso-potenza, esaltando rapidità ed agilità nella guida.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: IL GRANDE MUGELLO ASPETTA LORO…
Articolo successivoFIA RALLYCROSS: KEN BLOCK AL VIA IN NORVEGIA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”