E’ il pilota più “scaricato” su Youtube per i suoi funambolismi e le sue gimkane a bordo della sua Ford Fiesta Hoohigan Racing Division: sarà al via della prova norvegese del FIA Rallycross. Ecco una breve intervista…

Tra poco più di due settimane, l’americano Ken Block, stella e medaglia degli X Games, si recherà in Norvegia per disputare la quarta prova del Mondiale RX a bordo della sua Ford Fiesta Hoonigan Racing Division, partecipazione che fa parte di una campagna promozionale  nel FIA World Rallycross Championship presentato, per questo 2014, da Monster Energy.

Ken, oltre ad essere un personaggio simpatico è anche e soprattutto un pilota che lascia con il fiato sospeso quando lo vedi immerso nelle sue gimkane impossibili tra le strade e ambientazioni più disparate. Lui è un personaggio vero, uno che si impegna per davvero quando guida sia nei Rally che nelle sue extra performance “multimediali”… Quindi Ken si sta preparando per la trasferta in Norvegia, uno dei tre appuntamenti del FIA RX a cui Block parteciperà, tempo che ha ritagliato dai suoi – ormai – mille impegni tra gare, show, video e Rallycross appunto…

Ma Block è una stella anche in internet, visto che ha accumulato milioni di visite grazie alla sua popolarissima serie dedicata alla sua interpretazione del “concetto” Gymkhana su YouTube. Ma cosa attrae Ken Block nel Campionato del Mondo FIA RX promosso da IMG? Certo, per ora, lui è più impaziente di correre… Ecco la breve intervista dove Ken parla di questa nuova ed intrigante specialità.

Hai un anno molto impegnativo Ken e comunque parteciperai a tre round del mondiale RX…

“Vero, ma negli ultimi anni ho tenuto d’occhio i circuiti europei in quanto appaiono come piste davvero divertenti. Sono stato anche curioso di sapere il livello di concorrenza e non vedo l’ora di vedere e duellare contro i ragazzi che sono iscritti nel World RX ” .

Può spiegare cosa rende il rallycross diverso dalle altre manifestazioni di motor sport e cosa ti piace di rallycross?

“Il Rallycross è diverso da altre competizioni di motorsport a causa del suo format molto intenso. Le gare non sono così lunghe, il che significa che ognuno è molto aggressivo a ridosso del traguardo. E’ un mix di aggressività in pista e tattica perché i piloti sono uno contro l’altro a stretto contatto, specie nelle curve ed è quindi molto divertente sia per i piloti che per gli appassionati ed il pubblico. Mi piace perché è una sfida e mi permette di usare una forma completamente diversa di guida rispetto a quella che io uso nei comuni rally”.

Ken Block al FIA Rallycross Norvegia
Ken Block al FIA Rallycross Norvegia

Ha avuto molta esperienza su questa vettura, quindi a quando il test prima del tuo primo turno nell’inferno dell’RX?

“La vettura con cui stiamo correndo è una versione aggiornata della  Ford Fiesta ST RX43 2013 che ha debuttato lo scorso anno in America e si basa sulla vettura WRC M-Sport.  La vettura vive di un telaio che ho sperimentato e con cui ho corso da un sacco di tempo, quindi direi che sono molto comodo della macchina. Abbiamo avuto una giornata di test e collaudo poche settimane fa ed è andata bene, così la prossima volta sarò in macchina per le prime prove libere… Non vedo l’ora di tornare al volante!”.

Con chi sei più impaziente di confrontarti in pista nel Mondiale RX?

“Direi Petter, perchè è un mio buon amico oltre ad essere così di talento al volante. Credo che ne trarrò un sacco di divertimento all’interno di questi eventi”.

Ken Block al FIA Rallycross Norvegia
Ken Block al FIA Rallycross Norvegia

Quest’anno potrete competere in Norvegia, Francia e Turchia – perché hai deciso di partecipare proprio a queste tre gare ?

“Sono le tre gare che funzionano bene con il resto del mio programma. Ho dovuto inserirle tra un paio di manifestazioni show, GRC e alcuni eventi Gymkhana e progetti video. Non è facile accordare tutto credimi”.

C’è qualche paese dove vorresti vedere una gara di World RX in futuro?

“Questa è una domanda difficile! Non sono sicuro, in realtà. Finché c’è una pista divertente, veloce e piloti spettacolari sarò disposto a visitare qualsiasi luogo…”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteALLA 1199 PANIGALE IL PREMIO COMPASSO D’ORO
Articolo successivoAUDI PREPARA DETTAGLI TECNICI PER LA 24 DI LE MANS
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”