Marco Bezzecchi entra a fa parte della VR46 Racing Academy e così salgono a 11 i talenti che fanno parte del progetto di cui Alessio Salucci è responsabile…

Una nuova leva ma soprattutto promessa, Marco Bezzecchi, riminese, classe 1998, entra da oggi ufficialmente a far parte della VR46 Riders Academy (VR46RA), l’Accademia dei talenti made in Italy delle due ruote che è nata nel Marzo 2014.

Bezzecchi, vincitore del titolo 2015 del Campionato Italiano Velocità, nella classe Moto3, è l’undicesimo talento per il quale si spalancano le porte dell’Accademia di Tavullia. Marco, come gli altri talenti VR46RA, si allenerà con gli altri dieci piloti dell’Academy ed anche per il riminese, verrà costruito un programma specifico volto al potenziamento delle attitudini fisiche e psicologiche.

VR46RA, Marco Bezzecchi l'11 rider dell'Academy
VR46RA, Marco Bezzecchi l’11 rider dell’Academy

A presentarlo ci pensa Alessio Salucci, Responsabile dell’Academy: “Marco è l’undicesimo giovane pilota ad entrare nella nostra struttura, in lui, così come in tutti i suoi compagni, riconosciamo un talento e capacità sportive che aiuteremo a sviluppare grazie a programmi mirati. Benvenuto da parte mia e di tutto lo staff”.

Marco Bezzecchi: “Sono felice ed emozionato… far parte della Riders Academy è un sogno che si realizza! Questa è un’occasione unica per imparare e crescere, e la sfrutterò al massimo. Voglio ringraziare tutte le persone della VR46 Riders Academy per questa possibilità: farò sempre del mio meglio per ripagare la loro fiducia. Non vedo l’ora di iniziare ad allenarmi con tutti i miei compagni!”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteTEST: BMW S1000XR, IPER ADVENTURE
Articolo successivoACCORDO HONDA-SPIDI, INSIEME PER LA CRF1000L
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”