Campionato Italiano Pitbike MX, al via anche i 50 cc…

Domenica 20 maggio si torna alle competizioni sulla pista di Verderio, un circuito considerato come il migliore in assoluto, a livello nazionale, nel panorama delle pitbike. Per questo motivo quest’anno una tappa del Campionato Italiano Pitbike Cross doveva transitare proprio da questa pista che si presenta già pronta per accogliere l’atteso appuntamento.

La pista è collocata nell’area Industriale di Verderio Superiore, in provincia di Lecco, un vero tempio per gli amanti della pitbike. Il tracciato è stato tirato a lucido per accogliere la  manifestazione titolata che prevede nella stessa giornata, oltre all’Italiano Pitbike Cross, la prima tappa del Trofeo Italia Minicross 50cc monomarcia riservata ai ragazzini nati nel 2002, 2003 e 2004, iniziativa promossa dalla CSAS-FMI e da FX Action al loro secondo anno di esperienza.

Da questa categoria si iniziano a muovere i primi passi nelle gare e da lì diviene più facile il salto nelle categorie Minicross a marce, come ha fatto il vincitore della scorsa edizione Elia Rigo che oggi è tra le fila della Minicross 65 con ottimi risultati anche a livello nazionale. Anche un certo Cairoli, un tempo, iniziò con queste minicross monomarcia ed oggi lo troviamo in vetta alle classifiche mondiali e vincitore di diversi titoli iridati, la speranza è seminare per trovare in futuro nuovi campioni.

La seconda prova del Campionato Italiano Pitbike Cross prevede tutte le categorie al via: la Pro 12 e la Veteran Over 35 con diversi piloti forti che si contenderanno la vittoria. Ci sarà la categoria Amatori e la Woman all’insegna del divertimento per tutti. A Verderio è programmato anche il Corso Hobby Sport che si svolgerà sabato pomeriggio dalle ore 14,00 alle ore 18,30 e si ripeterà domenica in due fasi, mattino e pomeriggio.

 

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteDonington SBK: podio per Biaggi
Articolo successivoMotoGP: Ducati Team prepara Le Mans
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”