Prospettive positive per Rossi e Hayden a Le Mans…

Dopo aver trovato perlomeno un giorno di pioggia in ogni test e gara della stagione tranne che in Qatar, il Ducati Team spera in un fine settimana di  tempo stabile a Le Mans per continuare a lavorare sulla messa a punto della GP12.

Cancellati i test post-race in Portogallo a causa del maltempo, Valentino Rossi  tornerà in azione venerdì prossimo, sulla pista dove l’anno scorso è salito sul podio, utilizzando gli assetti usati all’Estoril e con l’obiettivo di migliorare il recente settimo posto.

Fare meglio che in Portogallo è anche l’obiettivo di Nicky Hayden che, pur non amando molto la pista francese, pensa che alcune caratteristiche siano particolarmente adatte alla sua Ducati

VALENTINO ROSSI, Ducati  Team

“E’ stato un peccato aver perso i test post-race in Portogallo perché da un lato avremmo portato avanti il nostro lavoro di sviluppo e, dall’altro, avendo i riferimenti recentissimi della gara, avremmo potuto ottenere dei riscontri interessanti.

La cosa non ha comunque influito molto dal punto di vista tecnico per quanto riguarda Le Mans dato che eventuali aggiornamenti sarebbero arrivati più avanti. In Francia prepareremo la gara lavorando sulla moto come abbiamo fatto all’Estoril, partendo dalla base che adesso conosciamo un po’ meglio e cercando di proseguire con la messa a punto un passo alla volta, in modo che si possa arrivare a domenica al meglio del nostro potenziale attuale. Le Mans è un altro posto dove il meteo, soprattutto in questa stagione, può essere difficile ma è anche la pista dove l’anno scorso ho fatto il mio miglior risultato con la Ducati. Vedremo, ci piacerebbe fare un po’ meglio che in Portogallo”.

NICKY HAYDEN, Ducati  Team
“Non posso dire che Le Mans sia una delle mie piste preferite in calendario ma ha anche qualche caratteristica che mi piace. E’ vero che non offre un gran “grip” ma d’altro canto ci sono molti punti di frenate forti dove penso la nostra moto possa essere competitiva. Sarà poi interessante guidare su una pista molto diversa da quelle dove siamo stati finora con la GP12. Mi spiace solo che non abbiamo potuto fare i test all’Estoril, sarebbe stato bello provare qualche cosa di nuovo.  In ogni caso guardiamo avanti, pensiamo alla gara in Francia, al tempo che troveremo e a cercare di fare un bel risultato”.

VITTORIANO GUARESCHI, Team Manager

“Le Mans è un po’ particolare, una classica pista stop and go, molto diversa dall’Estoril. Questo ci darà modo di confermare il lavoro che stiamo facendo sulla messa a punto della GP12: Valentino nell’ultimo GP l’ha utilizzata  per tutto il fine settimana quindi andremo avanti così cercando di fare dei progressi anche a Le Mans, dove l’anno scorso ha fatto davvero una bella gara. Anche Nicky, pur non essendo questa una delle sue pista preferite, potrà contare  sull’esperienza che ha acquisito utilizzando queste regolazioni della GP12 sin dall’inizio del mondiale”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteDomenica italiano pitbike MX a Verderio
Articolo successivoA Modena il Trofeo Energica
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”