Hong Kong regala spettacolo alla Formula E, Vince Mortara, penalizzato Sam Bird (che era in testa) dopo un contatto con Lotterer. Gara bagnata e tanti incidenti per il Round 5 delle full elettriche

Edoardo Mortara ha acciuffato la sua prima vittoria in Formula E a Hong Kong dopo che a Sam Bird è stata inflitta una penalità per aver causato una collisione con Andre Lotterer e questo proprio al penultimo giro. Bird e Lotterer, bloccati in un duello lungo la corsa, sono sempre stati separati da pochi secondi per tutta la durata dell’intero E-Prix. Secondo posto per Di Grassi, terzo per Robin Frijns.

Edoardo Mortara, 1° “Il risultato oggi è fantastico, quarto a Santiago, terzo in Messico, ora la mia prima vittoria ad Hong Kong! Sono così orgoglioso di scoprire che ho vinto! È stata una sensazione incredibile per me. Ho avuto un meraviglioso weekend e storicamente gareggiare in Asia mi porta tanta fortuna.

Onestamente, sono al settimo cielo e non potrei essere più felice. La squadra ha fatto un lavoro brillante, hanno tirato fuori tutto Questo risultato è un tributo al loro duro lavoro, questo risultato è per loro, so che li motiverà ancora di più e non vedo l’ora di tornare in pista “.

Audi Sport ABT Schaeffler Lucas di Grassi “A volte devi correre con la testa, non con il cuore e oggi dovevo farlo. Ho avuto una brutta partenza non a causa di nulla, ma perché ho scelto la strada sbagliata e sono stato superato da Sam e Edo… Andare piano era l’unico modo per superare è forzare la strada e quando lo fai ci sono rischi, quindi ho provato ad aspettare che Edo commettesse un errore negli ultimi due giri. Poi per me è stato impossibile superare, quindi abbiamo dovuto calmarci e raccogliere i punti “.

Envision Virgin Racing Robin Frijns “E ‘stata una giornata mista con le condizioni in continua evoluzione e la nostra prima gara sul bagnato. Siamo stati sfortunati in qualifica, il che significa che ho iniziato la gara in P10 … ma avendo usato l’ATTACK MODE in un momento diverso dalla maggior parte degli altri piloti, questo mi hanno permesso di avanzare nel corso della gara “.

 

Articolo precedenteAPRILIA ED I SUOI CAMPIONI AL MUGELLO
Articolo successivoVIDEO: FORMULA E, HIGHTLIGHTS HONG KONG
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”