In Malesia vince Marc Marquez. Valentino Rossi secondo, Lorenzo terzo, quindi sfida accesissima per il secondo posto nel Mondiale. Pedrosa cade due volte e Stefan Bradl è 4° al traguardo, Ducati sottotono…

Meno uno, meno una gara ed il Motomondiale sta per terminare e lo farà a Valencia: intanto Marc Marquez torna a vincere con autorità, duellando e mettendo in mostra tutto il suo talento che, oltretutto, ha regalato proprio in Malesia, il titolo Costruttori a Honda, per l’ennesima volta.

MotoGP 2014, Malesia, Marc Marquez vince in Malesia
MotoGP 2014, Malesia, Marc Marquez vince in Malesia

Un’altra gara “speciale” di Valentino Rossi, che va forte mai come in questo fine stagione e si prepara allo scontro finale con Lorenzo per il secondo posto in Campionato. Male, malissimo Dani Pedrosa, ancora una volta a terra, ancora una volta “secondo” al suo compagno di squadra e perde così la possibilità del secondo posto finale, ora duello bellico finale tra Rossi e Lorenzo.

MotoGP 2014, GP Malesia, Dani Pedrosa, partenza gara
MotoGP 2014, GP Malesia, Dani Pedrosa, partenza gara

Pedrosa a terra ancora, Ducati “sottotono”…

Peccato per Dani, come pure per i rider Ducati, che hanno raccolto, come sappiamo, un problema con stop finale per Cal ed un “sottotonico” 8° posto per Dovizioso, non certo soddisfatto… Bene invece hanno fatto Redding, sempre il migliore della Open e Stefan Bradl, che ha acciuffato un meritato 4° posto a fine gara. Ora c’è Valencia però, lo scontro finale, anche se in molti stanno già pensando al lunedi dopogara, “sede” del cambio piloti per alcuni team ma, soprattutto, via libera al nuovo ingresso per Aprilia e Suzuki nella MotoGP.

MotoGP 2014, Malesia, Valentino Rossi e Marc Marquez
MotoGP 2014, Malesia, Valentino Rossi e Marc Marquez

Una grande Honda…

Con la vittoria di Marquez in Malesia, Honda Motor Company arriva a quota di 63 vittorie: 2014 MotoGP Campionato Costruttori: quella malese è la numero 21 nella classe regina – 8 in MotoGP e 13 in 500 cc – che vanno ad aggiungersi ai 6 titoli nella  350 cc, 19 nella classe 250 cc,15 nella classe 125 cc e 2 nella categoria 50 cc. Nel totale, i piloti Honda hanno vinto ben 695 gare – in tutte le categorie!

E, alle spalle di tanti risultati, c’è un impegno incessante e persone come Shuhei Nakamoto, Vice Presidente esecutivo di Honda Racing Corporation, il cui generoso impegno ha contribuito a portare Honda a vincere gli ultimi quattro campionati costruttori, in stagioni consecutive.

Shuhei Nakamoto, HRC Executive Vice President: “Ancora una volta abbiamo vissuto una stagione molto emozionante per la nostra squadra HRC, il Repsol Honda Team. Marc ha mostrato un incredibile dominio ad inizio stagione dopo aver vinto le prime dieci gare tutte di fila, e quindi  devo congratularmi per questo incredibile risultato! Vincendo il suo secondo titolo in MotoGP al suo secondo anno, e farlo in Giappone, è una cosa che non dimenticherò mai. Anche Dani ha fatto un ottimo lavoro quest’anno ed è stato in effetti il primo pilota a battere Marc in Repubblica Ceca. Lo stiamo sostenendo al 100% di per conquistare il secondo posto in campionato, ma dopo Phillip Island e oggi in Malesia, non è più possibile, quindi sono sicuro che farà meglio nel prossimo 2015. Vorrei approfittare di questa occasione per ringraziare tutti i nostri partner e sponsor per il loro prezioso sostegno, e tutti i nostri colleghi Honda che lavorano così duramente per tutto l’anno per dare ai nostri piloti la migliore opportunità possibile in pista. Inoltre a tutti i nostri fan di tutto il mondo,vorrei dire che questo campionato è per tutti voi! Ora ci dirigiamo a Valencia tra due settimane”.

Marquez torna a vincere e batte il recordi di Doohan…

Questa vittoria a Sepang è la numero 12 della stagione  per Marc, risultato che eguaglia il record del 1997 del pilota Repsol Honda Mick Doohan per maggior numero di vittorie in una sola stagione nella classe regina, e che dona a Honda il titolo numero 21 Costruttori nella classe regina.

La parola ai piloti nel dopogara…

MotoGP 2014, Malesia, Marc Marquez regala a Honda il titolo Costruttori
MotoGP 2014, Malesia, Marc Marquez regala a Honda il titolo Costruttori

Marc Marquez, 1° in Malesia: “Questa è stata una delle gare fisicamente più dure dell’anno e sono felice di aver eguagliato il record di Mick Doohan! Sapevamo di aspettarci questo tipo di tempo in Malesia, ma è stato particolarmente caldo oggi e tutti noi abbiamo trovato difficoltà nel finire la gara. A metà gara il ritmo è rallentato perché penso che tutti avevamo bisogno di prendere un po’ di respiro! Sono contento di come ho gestito la gara, perché la prima curva è stato un po’ un incubo, ma sono stato in grado di tornare davanti e rimanerci, mentre facevo raffreddare le gomme ed i freni. Ho iniziato ad attaccare a 10 giri dalla fine, poi ho fatto la differenza quando c’erano 5 giri dalla fine”.

MotoGP 2014, Malesia, Valentino Rossi, 2° posto in Malesia
MotoGP 2014, Malesia, Valentino Rossi, 2° posto in Malesia

Valentino Rossi, un secondo posto che riaccende la sfida…: “Questa è la gara più difficile per i piloti, mi sentivo bene perchè mi ero ben preparato. Questo significa che ho lavorato bene. Il secondo posto è positivo per me, perché abbiamo faticato molto durante il fine settimana e non ero molto forte. Questa mattina nel warm-up abbiamo migliorato la moto per il pomeriggio. La moto era perfetta per la gara. Ho lottato molto e mi sono divertito a lottare con Jorge e anche con Marc alla fine. A un certo punto ho pensato che avrei potuto vincere, ma purtroppo Marc era un po’ troppo veloce. Il modo migliore per pensare al secondo posto per il campionato è quello di cercare di lottare per il podio. Questo è il mio obiettivo, ma Valencia è una pista difficile per me. In passato ho faticato molto, quindi quest’anno voglio provare a spingere al massimo. Voglio essere competitivo Domenica e cercare di arrivare sul podio.”

MotoGP 2014, Malesia, Jorge Lorenzo nel duello con Rossi e Marquez
MotoGP 2014, Malesia, Jorge Lorenzo nel duello con Rossi e Marquez

Jorge Lorenzo, 3° al traguardo: “Questa gara è stata molto difficile, probabilmente la gara più caldo in Malesia nei miei 12 anni di gare…. Ho fatto una buona partenza e sono stato molto coraggioso nel primo giro. Ho spinto al massimo per i primi sette, dieci giri, ma a poco a poco in frenata è stato sempre peggio. Valentino era molto veloce e nella seconda parte della corsa era in grado di mantenere lo stesso ritmo che avevo all’inizio. E’ stato molto difficile quindi guidare e combattere. Non ero in forma come a Silverstone e Misano. Queste tre settimane al di fuori dell’Europa non mi sono allenato abbastanza duramente, quindi non ero al massimo.”

MotoGP, Malesia, Stefan Bradl/LCR, 4° posto in Malesia
MotoGP, Malesia, Stefan Bradl/LCR, 4° posto in Malesia

Stefan Bradl, ottimo 4° posto a fine gara… Cecchinello soddisfattissimo!

“Sono molto felice di aver concluso una gara così difficile con il quarto posto: faceva un caldo infernale lì fuori. Abbiamo fatto un ottimo lavoro tutto il week end e ce lo siamo meritati. Dopo la prima staccata ho capito che dovevo controllare il davanti (come tutti) e gestire bene i 20 giri. Ho provato a passare Dovi ma lui era più veloce fino a quando ho visto che la sua moto aveva qualche problema e non ho perso l’occasione per attaccarlo. Sono riuscito a gestire bene il distacco da quelli dietro a me e non ho commesso errori. Dopo un periodo un po’ in ombra per noi, siamo finalmente tornati nella top-five e ringrazio la squadra per il lavoro svolto in questi giorni”.

MotoGP 2014, Malesia, Scott Redding, sempre il migliore nella Open
MotoGP 2014, Malesia, Scott Redding, sempre il migliore nella Open

Scott Redding, 10° in Malesia, il migliore della Open…

“Sapendo che le altre Honda in configurazione Open avrebbero utilizzato la gomma più soffice in gara, abbiamo scelto di adottare una tattica differente, come fatto a Phillip Island, montando la gomma posteriore a mescola dura: in questo modo pensavamo di poter essere più competitivi nella parte finale della gara. In realtà si è rivelata l’idea sbagliata, avremmo dovuto utilizzare la gomma morbida. Per questo motivo non sono riuscito a tenere un buon ritmo e di fatto si è trattato soltanto di cercare di essere il più costante possibile e portare a termine la gara. In ogni caso, per il campionato è positivo essere giunti ancora una volta al traguardo come la migliore Honda Open, anche se nel corso del weekend Aoyama è stato più veloce di noi”.

Piloti in ombra: rallentamenti, cadute & problemi tecnici…

MotoGP, Malesia 2014, Andrea Dovizioso, gara un po' in ombra, solo 8°
MotoGP, Malesia 2014, Andrea Dovizioso, gara un po' in ombra, solo 8°

Andrea Dovizioso, 8° a fine gara:  “Peccato davvero per il problema che abbiamo avuto: tutte le volte che aprivo il gas il motore aveva dei vuoti e quindi ho dovuto rallentare il mio ritmo. Spero che anche questo inconveniente ci possa servire come esperienza per migliorare le cose per il prossimo anno. Sono però abbastanza contento di come stava andando la mia gara, perché sappiamo che i primi quattro piloti sono molto difficili da raggiungere in questo momento. Questo weekend abbiamo fatto un ottimo lavoro: abbiamo migliorato turno dopo turno per arrivare, a mio parere, al massimo che si può ottenere con questa moto. Soprattutto stavo tenendo un ritmo costante, ed era quello che mi interessava, perché su questa pista è molto difficile.”

MotoGP 2014, Malesia, Cal Crutchlow, fermato da un problema tecnico
MotoGP 2014, Malesia, Cal Crutchlow, fermato da un problema tecnico

Cal Crutchlow, ritirato: “Ovviamente sono molto deluso, perché sentivo di aver veramente un buon passo per la gara. Dopo il warm-up di questa mattina sapevamo di avere un buon ritmo con la gomma completamente usata e quindi oggi ero convinto di poter lottare per la quarta posizione. Però le gare sono così: abbiamo avuto un problema elettrico e il motore si è spento. Adesso cercherò di archiviare subito questa delusione per concentrarmi sull’ultima gara di Valencia, dove darò il massimo per ottenere un buon risultato.”

E nemmeno l’Ing Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse) non è affatto soddisfatto del risultato malese… “Onestamente ci aspettavamo di più da questa gara, perché sia Andrea che Cal oggi erano in grado di poter ottenere due buoni risultati. Adesso analizzeremo i problemi che abbiamo avuto in gara per trovare una soluzione in vista del prossimo anno.”

MotoGP 2014, Alvaro Baustista caduto in Malesia dopo il contatto con Espargarò
MotoGP 2014, Alvaro Baustista caduto in Malesia dopo il contatto con Espargarò

Alvaro Bautista, un altra gara complicata e la caduta con Espargarò…

“Sinceramente non so spiegare cosa sia successo: ho superato Aleix Espargarò sul rettilineo all’inizio del secondo giro ed ero davanti a lui alla frenata della prima curva, all’interno; lui però all’improvviso ha chiuso la traiettoria, urtandomi, e siamo caduti entrambi. Fortunatamente stiamo bene, ma mi dispiace, per la squadra e per me. Peccato, questa non è decisamente la nostra stagione, abbiamo sempre tanti problemi e oggi si è aggiunto anche questo episodio…”.

Fausto Gresini, zero punti per Alvaro, Scott ha faticato…

“È stato un weekend molto difficile, finito inoltre anzitempo per Alvaro a causa della manovra di un altro pilota all’inizio della gara. Dispiace, ovviamente: sapevamo di non poter ottenere un gran risultato, ma sarebbe stato comunque importante vedere il traguardo e raccogliere punti. Adesso guardiamo già all’ultima gara a Valencia, dove cercheremo di fare del nostro meglio per finire in maniera positiva questa stagione difficile. Redding ha faticato a tenere un buon ritmo, ma alla fine ha centrato l’obiettivo prefissato, ossia primeggiare tra le Honda in configurazione Open: adesso Scott può contare su un discreto margine di punti su Aoyama e a Valencia avremo buone possibilità di chiudere la classifica al primo posto tra i piloti in sella alla RCV1000R”.

MotoGP 2014, Malesia, Dani Pedrosa, caduto al 2° giro e poi di nuovo...
MotoGP 2014, Malesia, Dani Pedrosa, caduto al 2° giro e poi di nuovo...

Dani Pedrosa, doppia caduta ma bella rimonta: “Mi stavo godendo un ottimo week-end, ma in gara non ho potuto ottenere il risultato. Per qualche ragione al secondo giro ho perso l’anteriore e sono andato giù. Non so cosa sarebbe potuto succedere, perché non stavo guidando al limite. Per fortuna sono riuscito a rialzare al moto e riprendere la gara e riguadagnare posizioni. Ho guidato molto bene in seguito, con un buon feeling, e poi la stessa cosa è successa di nuovo. Non stavo guidando al limite e sono caduto una seconda volta, allo stesso modo di prima. Stiamo andando a guardare cosa possa essere successo, perché si è verificato ben due volte di fila e sullo stesso lato del pneumatico. Mi sarebbe piaciuto finire per la gara in modo diverso, perché avevamo fatto un ottimo lavoro per tutto il weekend.”

COSI’ ALLA FINE DELLA GARA IN MALESIA

1 Marc Marquez 93, ESP 25 Repsol Honda Team HONDA 40’45.523

2 Valentino Rossi 46 ITA 20 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA 2,445

3 Jorge Lorenzo 99 ESP 16 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA 3,508

4 Stefan Bradl 6 GER 13 LCR Honda MotoGP HONDA 21,234

5 Bradley Smith GBR 38 11 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 22,283

6 Pol Espargaro 44 ESP 10 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 34,668

7 Yonny Hernandez 68COL9 Pramac Racing DUCATI 38,435

8 Andrea Dovizioso 4 ITA 8 Ducati Team DUCATI 48,839

9 Hector Barbera 8 ESP 7 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI 50,792

10 Scott Redding GBR 45 6 Go & Fun Honda Gresini HONDA 59,088

11 Hiroshi Aoyama JPN 7 5 Trazione M7 Aspar HONDA + 1’15.949

12 Michael Laverty 70 GBR 4 Paul Bird Motorsport ART & PBM + 1’17.966

13 Mike Di Meglio 63 FRA 3 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI + 1’27.773

14 Broc Parkes 23 AUS 2 Paul Bird Motorsport PBM + 1’44.244

15 Alex De Angelis 15 RSM 1 NGM Mobile Forward Corsa YAMAHA DNF

16 Danilo Petrucci 9 ITA IodaRacing progetto IODA-SUTER DNF

17 Dani Pedrosa 26 ESP Repsol Honda Team HONDA DNF

18 Karel Abraham 17 CZECardionABMotoracing HONDA DNF

19 Nicky Hayden USA 69 unità M7 Aspar HONDA DNF

20 Cal Crutchlow 35 ITA Ducati Team DUCATI DNF

21 Aleix Espargaro 41 ESP mobile NGM Forward Racing YAMAHA DNF

22 Alvaro Bautista 19 ESP Go & Fun Honda Gresini Honda DNF

CLASSIFICA AD UNA GARA DA FINE CAMPIONATO

1 Marc Marquez 93 337 ESP Repsol Honda Team HONDA

2 Valentino Rossi 46 ITA 275 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA

3 Jorge Lorenzo ESP 99 263 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA

4 Dani Pedrosa 26 230 ESP Repsol Honda Team HONDA

5 Andrea Dovizioso 4 ITA 174 Ducati Team DUCATI

6 Pol Espargaro 44 ESP 126 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

7 Bradley Smith GBR 38 119 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

8 Aleix Espargaro ESP 41 117 Cellulare NGM Forward Racing YAMAHA

9 Stefan Bradl 6 GER 109 LCR Honda MotoGP HONDA

10 Andrea Iannone 29 ITA 102 Pramac Racing DUCATI

11 Alvaro Bautista 19 ESP 89 Go & Fun Honda Gresini HONDA

12 Scott Redding 45 GBR 75 Go & Fun Honda Gresini HONDA

13 Hiroshi Aoyama 7 JPN 67 unità M7 Aspar HONDA

14 Cal Crutchlow GBR 35 64 Ducati Team DUCATI

15 Yonny Hernandez 68COL53 Pramac Racing DUCATI

16 Nicky Hayden 69 USA 44 unità M7 Aspar HONDA

17 Karel Abraham 17 33 CZECardionABMotoracing HONDA

18 Hector Barbera 8 ESP 21 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI

19 Alex De Angelis 15 RSM 15 NGM Mobile Forward Corsa YAMAHA

20 Danilo Petrucci 9 ITA 13 IodaRacing progetto IODA-SUTER

21 Colin Edwards 5 USA 11 NGM Mobile Forward Corsa YAMAHA

22 Michele Pirro 51 ITA 11 Ducati Team DUCATI

Broc Parkes 23 23 AUS 9 Paul Bird Motorsport PBM

24 Mike Di Meglio 63 FRA 9 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI

25 Michael Laverty GBR 70 9 Paul Bird Motorsport ART & PBM

26 Katsuyuki Nakasuga 21 JPN 4 YAMALUBE Racing Team con YAMAHA YSP

27 Leon Camier 2 GBR 1 unità M7 Aspar HONDA

28 Michel Fabrizio 84 ITA 0 IodaRacing progetto IODA-SUTER

yachtsynergy ADV bottom