Round 14 della MotoGP ad Aragon: Marquez reduce da una scivolata, Rossi da una bellissima vittoria, Lorenzo che spinge, Ducati con Dovizioso e Iannone in cresciuta, Bautista e Redding a confronto: ecco i temi della prossima gara…

Dopo la breve sosta, il Motomondiale riparte da Aragon per il Round 14 del Motomondiale, che apre le danze proprio dalla terra spagnola per “concentrarsi” sulla fase più calda dell’anno. E’ il momento di iniziare a pensare a come finirà perchè, Marc Marquez a parte, tutto il resto sarà giocato gara dopo gara d’ora in poi. Duello tra Pedrosa e Rossi per il secondo posto finale, duello tra Lorenzo e Lorenzo, per i suoi alti e bassi, duello tra i piloti Ducati – seppur di team diversi . Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, duello mentale tra Alvaro Bautista e Scott Redding, soprattutto perchè il secondo cresce bene ed in fretta mentre Bautista ha qualche difficoltà a gestire la sua Honda.

MotoGP 2014: Marc Marquez arriva ad Aragon davanti al suo pubblico
MotoGP 2014: Marc Marquez arriva ad Aragon davanti al suo pubblico

La pista di 5,077 km, ultra-moderna, è composta da 17 curve – dieci a sinistra e sette a destra, e un lungo rettilineo di be 968 metri. L’argomento del giorno sarà quello legato alla scivolata di Marc Marquez, messa in scena durante la lotta con Valentino Rossi a Misano ma, soprattutto, che Marc è davvero ad un passo dal suo secondo titolo in MotoGP ad un anno dal sua debutto nel 2013. MotorLand Aragón è un complesso modernissimo, con un tracciato impegnativo che gira in senso anti-orario e sarà questo lo scenario che darà vita ad un’altra gara spettacolare. Questo ormai è un fatto certo!

MotoGP 2014: Andrea Dovizioso in crescita in sella alla sua GP14, gara dopo gara
MotoGP 2014: Andrea Dovizioso in crescita in sella alla sua GP14, gara dopo gara

Dopo la scivolata di Misano Marquez non lascerà nulla di intentato…

Marquez correrà davanti al suo pubblico, davanti al suo funclub che arriverà numerosissimo a dargli manforte dopo la deludente uscita di scena italiana.

MotoGP 2014: Marquez, qualche errore ma ad un passo dal titolo
MotoGP 2014: Marquez, qualche errore ma ad un passo dal titolo

“Dopo un weekend deludente in Italia – spiega Marc Marquez -, sarà bello tornare a casa e correre davanti ai nostri tifosi di casa ad Aragón questo fine settimana e anche il mio fan club sarà qui per me! Questa è la mia pista preferita dell’anno e qui abbiamo avuto buoni risultati negli ultmi tre anni, quindi spero di continuare in questo modo. Ha molte curve e punti tecnici e bisogna essere veloci in curva…  Lavoreremo sodo fin da Venerdì per tornare ad essere di nuovo in alto nella gara di Domenica! “.

Dani Pedrosa, attualmente secondo in campionato, sarà anche lui a casa, tra il suo pubblico spagnolo. Sa bene che il suo compagno di squadra ha un grande vantaggio nei punti legati alla classifica iridata, ma sa pure che, tra lui e Rossi c’è un solo punto, margine minimo che devo colmare con una vittoria…

MotoGP 2014: Dani Pedrosa , 2° in classifica, ad un punto da Valentino Rossi
MotoGP 2014: Dani Pedrosa , 2° in classifica, ad un punto da Valentino Rossi

“L’anno scorso non è stata la gara migliore per me, ma ho quasi sempre fatto bene ad Aragon e quindi non vedo l’ora di correre davanti al pubblico di casa ancora una volta – racconta Dani Pedrosa -. Il loro  supporto è sempre ottimo e ti dà la motivazione giusta! Ovviamente Marc ha un enorme vantaggio in campionato, ma c’è solo un unico punto tra me e Valentino, quindi la mia priorità sarà quella di vincere la gare e aprire quel margine per conquistare la seconda posizione finale in classifica.”

MotoGP 2014: Rossi e Lorenzo faranno del tutto per rendere dura la vita a Marquez
MotoGP 2014: Rossi e Lorenzo faranno del tutto per rendere dura la vita a Marquez

Casa Yamaha: si ripeterà il duello di Misano? Cosa farà Rossi?

Ed anche in Casa Yamaha c’è da stare allegri, dopo la splendida performamce di Valentino Rossi a Misano… Vale vorrebbe ripetere il duello italiano magari, ma sa anche che deve guardare alla classifica finale. D’altra parte, come detto più volte, Valentino Rossi sta disputando un’annata DOC e sa di essere…”sulla strada giusta!”

MotoGP 2014: stagione DOC per Valentino Rossi, primo a Misano
MotoGP 2014: stagione DOC per Valentino Rossi, primo a Misano

“La sensazione di andare ad Aragon dopo aver vinto il mio Gran Premio di casa è veramente bella – spiega Valentino Rossi -. Abbiamo fatto una buona gara e lavorato bene tutto il weekend ed il risultato di misano è stato spettacolare. Ora dobbiamo cercare di ripetere quello che abbiamo fatto in Italia. L’obiettivo principale sarà quello di continuare così, in lotta per le posizioni importanti ogni fine settimana. D’altra parte sono solo un punto dietro Dani nel campionato e voglio lottare per questa posizione. Voglio essere forte ovunque… Sono arrivato alla vittoria a Misano passo dopo passo e dobbiamo continuare così fino alla fine. Siamo sulla strada giusta! “

Jorge Lorenzo sa bene che ad Aragon non ha mai vinto: ora però, dopo il risultato italiano, le cose sembrano spostarsi su un percorso diverso e sa di poter essere più vicino ai suoi più diretti avversari.

MotoGP 2014: Jorge Lorenzo, stagione particolare per lui tra alti e bassi
MotoGP 2014: Jorge Lorenzo, stagione particolare per lui tra alti e bassi

“Motorland è una grande pista, ma è uno dei pochi circuiti in calendario dove non sono mai stato in grado di vincere – spiega Jorge Lorenzo -. Negli ultimi anni il layout sembrava essere più adatto per i nostri avversari, ma credo che in questa stagione potremo essere più vicini, soprattutto perché abbiamo provato un paio di giorni dopo Montmeló ed abbiamo già alcuni riferimenti. Sto ancora inseguendo la mia prima vittoria di questa stagione e Misano ancora non era il momento giusto, ma non sono affatto preoccupato. Speriamo di poter completare un buon weekend ad Aragon e vediamo cosa succederà! Non si sa mai. L’anno scorso ho vinto a Motegi, una pista Honda, ed è stata una sorpresa enorme. Non vedo perché non potremo fare la stessa cosa quest’anno ad Aragon!”.

Ducati Team: si prova la GP14.2 ma si pensa al podio di Aragon…

Il Ducati Team arriva in Spagna reduce da un test che si è svolto martedì 23 settembre sul circuito toscano del Mugello e in cui Andrea Dovizioso, insieme al suo futuro compagno di squadra Andrea Iannone, hanno potuto provare per la prima volta una versione evoluta della loro Desmosedici, denominata GP14.2.

MotoGP 2014: Andrea Dovizioso e la GP14, grande stagione per lui fin'ora
MotoGP 2014: Andrea Dovizioso e la GP14, grande stagione per lui fin'ora

Andrea Dovizioso ha corso tutte le edizioni del GP de Aragón, e il suo miglior risultato è stato un terzo posto nel 2012, mentre Crutchlow ha ottenuto un quarto posto, sempre nel 2012, come miglior piazzamento nelle sue tre partecipazioni alla gara spagnola. Dopo le belle gare, Andrea mira al podio e la fiducia è aumentata gara dopo gara visti i risultati, incoraggianti per il team ma, soprattutto, per Dovizioso e Iannone.

“Aragón è una pista strana – spiega Andrea Dovizioso – non è uno dei miei circuiti preferiti, però nelle ultime gare di quest’anno stiamo andando forte su piste con caratteristiche molto diverse e quindi mi aspetto di far una buona prestazione anche ad Aragón, come abbiamo già fatto a Silverstone e soprattutto a Misano, che è stata una gara veramente speciale. Stiamo diventando una realtà sempre più competitiva e sono molto contento dei nostri continui progressi.”

MotoGP 2014: Cal Crutchlow, ultima stagione in Ducati per lui
MotoGP 2014: Cal Crutchlow, ultima stagione in Ducati per lui

“Andrò ad Aragón con maggiore fiducia – racconta Cal Crutchlow , dopo che a Misano sono riuscito a girare in modo abbastanza soddisfacente. Il circuito mi piace: su questo tracciato ho fatto delle buone gare ed ottenuto dei buoni risultati. Credo che le curve più scorrevoli siano più idonee al mio stile di guida e sappiamo che la Ducati si comporta bene in frenata, e quindi speriamo di trarre dei benefici da queste caratteristiche.”

Alvaro Bautista: riscatto cercasi, passi avanti ancora per Redding

Anche il Team GO&FUN Honda Gresini si dirige questo fine settimana al MotorLand Aragon per il round numero 14 del Campionato del Mondo MotoGP 2014, il terzo in terra spagnola dopo quelli effettuati a Jerez e Barcellona.

Quarto a un passo dal podio nell’edizione dello scorso anno, Alvaro Bautista si presenta all’appuntamento di casa reduce da un altro weekend difficile: ottavo a Misano, lo spagnolo sta continuando ad essere rallentato da problemi di aderenza che non gli consentono di sfruttare al meglio il potenziale della sua Honda RC213V Factory. Momento magico invece per Scott Redding, quarto nella gara della Moto2 nel 2013, che proverà a tornare leader tra i piloti in sella alla Honda RCV1000R ‘Open’, traguardo centrato per cinque Gran Premi consecutivi.

MotoGP 2014, Alvaro Bautista Team Go&Fun
MotoGP 2014, Alvaro Bautista Team Go&Fun

“Aragon è una pista molto varia – racconta Alvaro Bautista -, essendo caratterizzata da curve veloci miste a curve più strette e anche da un rettilineo molto lungo: è un altro circuito dove lo scorso anno siamo stati competitivi, anche se i riferimenti del 2013 in questo momento hanno poco valore. Stiamo continuando a faticare e ad avere molti problemi e spero che l’aria di casa possa aiutarci a trovare una soluzione, perché in questa situazione è veramente difficile ottenere dei buoni tempi, anche spingendo al massimo. Sono molto motivato e ho tanta voglia di rimettermi a lavorare assieme al team alla ricerca di una soluzione che mi possa consentire di trovarmi più a mio agio sulla moto; mi aiuterà anche il supporto della mia famiglia e dei tanti amici che verranno in pista questo fine settimana”.

MotoGP 2014. Scott Redding, finale di stagione in crescita per lui
MotoGP 2014. Scott Redding, finale di stagione in crescita per lui

“Ancora una volta, ad Aragon troverò un circuito che non ho mai affrontato in sella a una MotoGP – spiega Scott Redding -: sulla carta la pista dovrebbe comunque essere favorevole alla nostra moto. Dopo il difficile weekend vissuto a Misano, nel quale abbiamo faticato ad essere veloci, siamo determinati a tornare al livello messo in mostra nei Gran Premi  precedenti. Lavoreremo sodo per tornare davanti alle altre Honda in configurazione Open e se ci saranno le condizioni, proveremo anche a dare fastidio a qualche moto Factory”. 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteDUKE TROPHY ROUND 4: VINCE PAOLO ARIONI
Articolo successivoMOTO 3: GRESINI RACING 2015 CON DUE HONDA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”