MOTO GP: MARQUEZ VINCE, ROSSI 2°, LORENZO SBAGLIA

731 0

A Valencia Vince Marquez, Rossi conquista il secondo posto sul podio  ed in campionato, Lorenzo sbaglia,  Pedrosa sul podio. Ed oggi test per i nuovi team e piloti. Suzuki chiude con il ritiro il suo debutto in MotoGP…

MotoGP 2014 Valencia, podio, Marquez, Rossi e Pedrosa
MotoGP 2014 Valencia, podio, Marquez, Rossi e Pedrosa

Valencia, ultimo atto, Valencia, la fine della sfida, Valencia, il rilancio di uno splendido Valentino Rossi e la grande conferma del fenomeno Marc Marquez, Valencia il doppio titolo in casa Marquez ed è quindi festa in famiglia, Valencia la resa di Jorge Lorenzo, sotto pressione dalla sua stessa decisione di cambiare la moto, Valencia, il grande Iannone che prepara al meglio il suo ingresso nel team factory ed ancora Valencia, che segna la fine del Mondiale ma anche l’inizio, subito subito, della stagione 2015.

MotoGP 2014: Valentino Rossi, secondo posto finale di classifica
MotoGP 2014: Valentino Rossi, secondo posto finale di classifica

A Valencia il Campione del Mondo Marc Marquez ha infranto un altro record, vincendo la sua tredicesima gara della stagione (battendo così Mick Doohan) – il top per la classe regina. Tutto vero,  la stagione 2014 è ufficialmente finita, ma la stagione 2015 inizierà, come accennato, già stamattina con una tre giorni di test intensi. Il Team Honda vedrà scendere in pista Dani Pedrosa dopo pranzo, mentre Marc e il suo team prenderanno un po’ d’aria per iniziare il loro programma di test  domani, mentre il fratello di Marc, Alex – 2014 Campione del Mondo Moto3 – farà qualche giro sulla RC213V factory, un piccolo grande dono dalla Honda.

La parola ai protagonisti di Valencia…

MotoGP, Valencia 2014, Marc Marquez vincitore a Valencia
MotoGP, Valencia 2014, Marc Marquez vincitore a Valencia

Marc Marquez, 1° ed è subito felicità incontenibile…

“Sono così contento, soprattutto per mio fratello! E’ un giorno molto speciale, ancor più che a Motegi, ho conquistato il titolo di campione del mondo. Oggi Alex ha preso il suo titolo in Moto3 che certo meritava, e per dirla tutta io sono riuscito a chiudere l’anno con una vittoria qui a Valencia. Mi congratulo con mio fratello per la sua stagione, perché sia lui che la Honda hanno fatto un ottimo lavoro quest’anno! Ora è il momento di festeggiare nel modo in cui merita questa occasione, perché sarà difficile ripetere un’altra stagione come questa. Durante la gara di oggi mi sono ricordato di Aragon, perché pioveva e c’era un momento in cui ho considerato o meno di cambiare la moto. Alla fine sono rimasto calm e oggi sono riuscito a far bene grazie alla nostra strategia! Grazie a tutta la squadra per tutti i loro sforzi in questa stagione! “

MotoGP 2104, Valencia: Valentino Rossi, splendido fine campionato per lui
MotoGP 2104, Valencia: Valentino Rossi, splendido fine campionato per lui

Valentino Rossi 2°, occhi puntati sul titolo 2015…

Dunque Valentino Rossi si è assicurato un ottimo secondo posto in campionato e certo lo ha fatto in condizioni difficili, mentre il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo ha vissuto un fine stagione 2014 davvero poco fortunato. Quindi, con il secondo posto, Rossi guadagna 20 punti in campionato, e fa suo il secondo in campionato, con 295 punti totali. Lorenzo è termina terzo in campionato con un totale di 263 punti. Oggi sia Rossi che Lorenzo saranno di nuovo in sella della M1 sul circuito di Valencia per le prime sessioni di test in preparazione della stagione 2015…

Valentino Rossi: “Sono felice, perché ho finito questa stagione in modo molto positivo per me e la mia squadra con una grande gara e un buon risultato qui a Valencia. Per me è un grande risultato aver preso la pole position e poi finire al secondo posto, soprattutto perché questa gara è stata molto difficile e le condizioni erano molto particolari. Ho cercato di rimanere concentrato e non fare errori. E’ un peccato che ho iniziato a soffrire ‘sul lato destro del pneumatico, perché non ero così lontano da Marc, ma comunque è stata una buona stagione. Abbiamo ottenuto il secondo posto in campionato, un sacco di podi e due vittorie. Ora, dobbiamo lavorare per migliori il prossimo anno. La mia sfortuna si chiama Marc Marquez, perché senza di lui posso vincere il campionato e un sacco di gare… Ha fatto un lavoro fantastico e ha vinto un sacco di gare. E’ un grande piacere lottare con lui, ma non siamo così lontani e non dobbiamo mollare mai ma cercare di avvicinarsi. In particolare martedì, ma anche domani si inizierà a lavorare per la prossima stagione. Sono molto vicino ai 300 punti, ma Marquez ha vinto molto più gare di me, così io e la mia squadra dobbiamo migliorare la Yamaha per cercare di stargli più vicino durante tutta la stagione. Il test è importante perché abbiamo un sacco di roba nuova da provare per il prossimo anno, quindi sarà interessante. “

MotoGP Valencia 2014, Dani Pedrosa, terzo a Valencia
MotoGP Valencia 2014, Dani Pedrosa, terzo a Valencia

Dani Pedrosa 3°, forse e davvero il più insoddisfatto di tutto il Motomondiale…. 

Dani Pedrosa: “Non è stata la mia migliore stagione e, ovviamente, non sono soddisfatto, ma bisogna prendere gli aspetti positivi della situazione, perché abbiamo imparato molto quest’anno. Nei prossimi giorni abbiamo alcuni test e cercheremo di ottenere il meglio dalla moto per il prossimo test, che sarà nel mese di febbraio. La gara di oggi è stata difficile. Ha piovuto molto in alcune zone della pista ed è stato molto difficile rimanere in piedi perché le altre zone della pista erano asciutte. Abbiamo dovuto prendere dei rischi e fare attenzione allo stesso tempo. D’altra parte, sono finito sul podio e questo è un bene perché non avevamo preso punti nelle due gare precedenti.”

Sprint Ducati, corpo a corpo tra Dovizioso e Crutchlow…

Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow hanno chiuso la stagione 2014 con un significativo risultato: i due piloti del Ducati Team hanno disputato quasi tutta la gara attaccati, scambiandosi a suon di numeri le posizioni, per poi terminare il Gran Premio al quarto e al quinto posto. Buona anche la prova di Michele Pirro, in gara come “wild card” conla Desmosedici GP14 del Ducati Test Team, che ha ottenuto infatti il nono posto finale.

MoroGP 2014, Valencia, grande duello acceso tra Dovizioso e Crutchlow
MoroGP 2014, Valencia, grande duello acceso tra Dovizioso e Crutchlow

Andrea Dovizioso, 4° e sereno per la gestione gara, lotta aggressiva con Cal…

“Sono molto contento del quarto posto perché è la conferma che questo weekend abbiamo lavorato bene, come dicevo ieri nonostante una qualifica piuttosto deludente. Sono soddisfatto della mia gestione di gara, perché partendo dalla terza fila qui a Valencia è molto complicato recuperare. E’ stato difficile, perché con la pioggia non si sente il limite e quindi dipende da quanto si vuole rischiare. Ho dato il massimo, anche se forse si poteva rischiare qualcosa di più quando ha iniziato a piovere, ma va bene così. Voglio ringraziare tutta la mia squadra, perché abbiamo lavorato bene insieme per tutta la stagione. Con Cal la lotta è stata bella e aggressiva, ma come sempre pulita, e quindi mi sono divertito e adesso un po’ mi dispiace che Cal lasci la nostra squadra!”

MotoGP 2014, Valencia, Ducati, Cal Crutchlow
MotoGP 2014, Valencia, Ducati, Cal Crutchlow

Cal Crutchlow, 5°, ringraziamenti alla squadra ed un po’ di dispiacere…

“Credo che sia stato un bel modo per finire la mia stagione: Andrea ed io insieme in pista, quarto e quinto rispettivamente, abbiamo fatto un buon lavoro. Forse avrei dovuto spingere un po’ di più nelle condizioni insidiose create dalla pioggia, ma sono sicuro che avremmo potuto ottenere lo stesso risultato anche con condizioni di asfalto asciutto. E’ stato un buon weekend, il mio passo di gara è stato buono e ho fatto una bella lotta con Andrea. Sono soddisfatto della mia prestazione nell’ultima gara della stagione. Ovviamente voglio ringraziare Ducati e tutti i ragazzi del team: hanno fatto un ottimo lavoro e mi dispiace davvero lasciarli. Faccio i miei auguri a tutti per il futuro.”

MotoGP Valencia 2014, Michele Pirro, nono al traguardo
MotoGP Valencia 2014, Michele Pirro, nono al traguardo

Michele Pirro, 9°: “Oggi sono contento perché non è mai facile finire nei primi dieci in MotoGP. Mi dispiace solo perché all’inizio non volevo fare errori e ho guidato con un po’ troppa cautela: sono sicuro che sarei potuto arrivare più in alto in classifica, però è stato un mio errore e quindi non posso dare la colpa a nessuno. Ringrazio la Ducati per questa possibilità che mi ha dato: ci riproverò l’anno prossimo e spero di fare un ulteriore passo avanti perché credo che ce lo meritiamo tutti.”

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse) “Archiviamo la stagione 2014 con un risultato comunque positivo. Sia Dovizioso che Crutchlow oggi hanno fatto una bella gara e anche Michele Pirro è riuscito ad arrivare nei primi dieci. Inoltre Andrea Iannone è stato al comando della gara per i primi dieci giri e questo dimostra il buon livello di competitività che abbiamo raggiunto. Con questo Gran Premio si conclude anche il mio primo anno in Ducati. Sono stati dodici mesi molti intensi ed impegnativi, ma anche ricchi di soddisfazioni. Insieme ai ragazzi di Ducati Corse ed ai nostri piloti siamo riusciti a migliorare continuamente le prestazioni delle nostre moto, ottenendo tre podi ma soprattutto riuscendo a ridurre il distacco dai primi entro i limiti che ci eravamo posti come obiettivo. Da domani inizia già la nuova stagione, che affronteremo con due piloti italiani, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, sicuri di avere a disposizione due tra i piloti più veloci della MotoGP. Salutiamo con affetto Cal Crutchlow e gli auguriamo un sincero “in bocca al lupo” per la sua nuova avventura.”

MotoGP, Valencia 2014, Jorge Lorenzo ha pagato la scelta del cambio moto
MotoGP, Valencia 2014, Jorge Lorenzo ha pagato la scelta del cambio moto

Toccati dalla sfortuna o mosse azzardate? Lorenzo e Iannone, storia parallela…

Jorge Lorenzo, ammette l’errore e guarda avanti… Nella gara di Aragon ho deciso di rientrare ai box ed è stata una buona decisione, ma qui non pioveva abbastanza per far lavorare al meglio il pneumatico posteriore. Stavo perdendo un sacco di tempo e le slick stavano decadendo a causa dell’acqua. Gli altri piloti erano più sicuri e non avevano timore di fare un errore, quindi erano più veloci e così ho continuato a perdere tempo. Come ad Aragon, invece di finire in quinta, sesta o settima posizione, ho preferito correre dei rischi, ma oggi non ho avuto la fortuna sulla scelta che abbiamo fatto. Sono entrato ai box perchè perdevo tempo ogni giro. Giravo cinque o sei secondi più lento rispetto agli altri e alla fine ho deciso di smettere. Abbiamo fatto un errore e dobbiamo imparare da tutti gli errori che abbiamo fatto in questa stagione per poter essere più forte ed intelligente il prossimo anno”.

MotoGP 2014, Valencia, Andrea Iannone partiva dalla seconda posizione
MotoGP 2014, Valencia, Andrea Iannone partiva dalla seconda posizione

Super Andrea Iannone, prima la lotta accesissima, poi l’errore

Gara maledetta quella di Valencia per il Pramac Racing Team: Andrea Iannone, partito fortissimo dalla seconda posizione, ha concluso l’appuntamento in ventiduesima posizione. Yonny Hernandez è stato costretto al ritiro da un insolito comportamento del pneumatico anteriore. Quindi la mossa di azzardo di cambiare la moto (nello stesso momento in cui lo ha fatto anche Jorge Lorenzo) non ha dato i suoi frutti perché la pioggia ha smesso di cadere. Andrea ha lottato come un leone e ci ha fatto sognare il podio… Finale di stagione amaro anche per Yonny Hernandez, costretto al ritiro nel GP di Valencia.

Andrea Iannone, da oggi in sella alla moto factory…

Andrea Iannone: “Mi dispiace di aver concluso la gara così. Sono partito subito molto forte e sapevo di avere un buon passo e di avere la possibilità di stare insieme ai primi. Inizialmente gli altri giravano più piano rispetto ai tempi prove. Avevo un ottimo feeling e sono riuscito a spingere al massimo girando in testa per un terzo di gara, ma verso il settimo giro si è rifatto vivo il bruciore nel braccio e ho dovuto rallentare un po’ per la mancanza di forza. Quando ha incominciato a piovere ho deciso di cambiare moto pensando che continuasse ma purtroppo non è andata così. Sono molto contento di questa stagione e voglio ringraziare Il Pramac Racing Team per tutto il lavoro e il supporto che mi hanno dato in questi due anni!”.

MotoGP Valencia 2014, Yonny Hernandez Pramac Team
MotoGP Valencia 2014, Yonny Hernandez Pramac Team

Yonny Hernandez: Sono deluso dal fatto che mi sono dovuto ritirare. Da subito avevo un ottimo feeling riuscivo a spingere forte e ho raggiunto la dodicesima posizione al primo giro per poi arrivare fino all’ottava posizione. Nel corso del terzo giro ho perso il feeling con lo pneumatico anteriore, avevo la stessa sensazione che avevo avuto a Brno. Si chiudeva lo sterzo a tutte le curve e sembrava di guidare su una pista piena di buche. A quel punto ho deciso di fare un’altro giro ma non c’era niente da fare. Mi dispiace aver chiuso l’ultima gara con un ritiro. Da domani avrò una moto nuova e incomincerò da subito a dare il massimo per fare sempre meglio.”

Scott Redding, the best of Open, Bautista annata disastrosa. Ora la nuova sfida con Aprilia per Gresini…

Fausto Gresini: “Scott oggi ha corso una bella gara, trovandosi a suo agio anche sul bagnato, condizione nella quale è stato in grado di avvicinare le prestazioni dei più veloci. Credo che abbia dimostrato un ottimo potenziale con la moto che ha avuto a disposizione nel suo anno del debutto in MotoGP, per cui gli faccio i migliori auguri per il prosieguo della sua carriera. Mi dispiace molto per Alvaro, che anche in questa gara non ha trovato il giusto feeling con la moto, come accaduto per gran parte della stagione. Peccato, perché avremmo voluto concludere la nostra esperienza con la Honda in maniera differente. Ringrazio la Honda per queste 18 stagioni passate insieme e tutto lo staff HRC per il supporto che ci è stato dato”.

MotoGP 2014, Valencia, Scott Redding ottima annata per lui, miglior Rookie Open
MotoGP 2014, Valencia, Scott Redding ottima annata per lui, miglior Rookie Open

Scott Redding 10° grande Rookie… “Sono contento di aver ottenuto la top ten anche nell’ultima gara della stagione: abbiamo incontrato condizioni difficili ma sono stato in grado di trarne vantaggio. I piloti davanti a me non erano poi così lontani: ci ho provato fino in fondo, anche se il rendimento della gomma morbida è calato e questo mi ha messo un po’ in difficoltà nei lunghi curvoni, dove serve farla scivolare per far curvare la moto. In ogni caso, abbiamo comunque vissuto un grande fine settimana: volevo raccogliere un bel risultato per ringraziare il team e alla fine ce l’ho fatta. Sono contento anche perché oggi siamo stati alquanto più veloci delle altre Honda in configurazione Open e alla fine risulto il migliore in classifica tra i piloti che hanno avuto a disposizione quest’anno la mia stessa moto”.

MotoGP Valencia 2014, anno deludente per Alvaro Bautista
MotoGP Valencia 2014, anno deludente per Alvaro Bautista

Alvaro Baustista, 16°: “Purtroppo il risultato di questa gara riassume quella che è stata la nostra stagione: un disastro. Anche in questa ultima gara non siamo mai riusciti a far lavorare la moto e di conseguenza in gara non siamo neanche stati in grado di lottare con il secondo gruppo di piloti. Quando è apparsa la pioggia, inoltre, la situazione è peggiorata e sentivo ancora meno feeling. Peccato, mi dispiace anche perché questa era la mia ultima gara con la Honda. Oggi finisce una stagione da dimenticare, senza dubbio una delle più dure della mia carriera”.

Il caso: Suzuki, wild-card ma per stop forzato per inconveniente tecnico…

Non è andato bene il debutto Suzuki, ma ci sta, del resto le simulazioni di gara sono una cosa, la gara è ben altro… Randy De Puniet stava animandosi nella top 20 in sella alla debuttante GSX-RR, di fatto determinato a puntare a qualche punto, ma ha dovuto interrompere la sua gara dopo soli 12 giri a causa di un inconveniente tecnico. Il team aveva lavorato dal momento in cui è arrivato a Valencia ma non è andata come sperato. Ora Suzuki da il benvenuto ad Aleix Espargaro e l’ex Campione del Mondo Moto3 Maverick Viñales oggi al box per i primi briefing ed i primi giri con la nuova moto.

MotoGP 2014, Valencia, Randy De Puniet, esordio con ritiro per Suzuki
MotoGP 2014, Valencia, Randy De Puniet, esordio con ritiro per Suzuki

Randy De Puniet: “Sapevamo che non sarebbe stato un weekend facile, ma non mi aspettavo di incorrere in questi problemi. Tutti nel team hanno fatto del loro meglio ma non è stato sufficiente per finire con un problema al cambio. E’ un peccato, perché, in queste condizioni di gara, avrei potuto essere in grado di spingere per una buona posizione. Ora è il momento per me di passare alla SBK. Penso di aver fatto un buon lavoro per Suzuki durante l’anno e sono curioso di vedere e sentire le valutazioni dei nuovi piloti ora”.

Davide Brivio – Team Manager: “Abbiamo affrontato alcuni problemi tecnici questo fine settimana, alcuni dei quali non abbiamo incontrato durante le prove. Da questo punto di vista è stata una buona decisione di correre qui ed imparare di più per il nostro lavoro durante l’inverno. In termini di prestazioni, le cose non sono così male. Sappiamo che dobbiamo migliorare il motore e l’elettronica e stiamo già lavorando a questo. Ora possiamo aggiungere le informazioni raccolte da questo fine settimana. Nonostante tutto, è stato bello correre a Valencia e fare queste scoperte ora… Certo, non troveremo grandi soluzioni nel giro di un giorno e quindi dovremo cercare di gestire. I nuovi piloti vogliono provare il più presto possibile ed entrare in confidenza con la moto quindi faremo il possibile per dare loro le migliori condizioni”.

MotoGP 2014, Valencia, Suzuki, ora i test con Vinales ed Espargaro
MotoGP 2014, Valencia, Suzuki, ora i test con Vinales ed Espargaro

Satoru Terada – Team Suzuki MotoGP Director: “E ‘stato un bel weekend difficile per il team. Avevamo alcuni problemi tecnici di recente e non siamo riusciti a trovare una soluzione sufficiente, quindi è stato un difficile dall’inizio del fine settimana. Ci dispiace per Randy, lui ha fatto un grande sforzo e lavoro negli ultimi due anni, se parliamo dello sviluppo ed abbiamo davvero apprezzato il suo lavoro perchè ha dato il suo meglio in questa gara finale della stagione. Oggi in realtà, era la nostra prima gara dopo tre anni e abbiamo imparato molto; soprattutto su ciò che ci manca. Avremo due nuovi giovani piloti che proveranno le nostre moto domani e siamo entusiasti di conoscere le loro impressioni. Siamo consapevoli che dobbiamo risolvere i nostri problemi attuali in primo luogo, ascoltare le loro esigenze; e poi guardare verso il primo test IRTA ufficiale il prossimo febbraio a Sepang”.

RISULTATI GARA VALENCIA

1 Marc Marquez 93, ESP 25 Repsol Honda Team HONDA 46’39.627

2 Valentino Rossi 46 ITA 20 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA 3,516

3 Dani Pedrosa 26 16 ESP Repsol Honda Team HONDA 14,040

4 Andrea Dovizioso 4 ITA 13 Ducati Team DUCATI 16,705

5CalCrutchlow GBR 35 11 Ducati Team DUCATI 16,773

6 Pol Espargaro 44 ESP 10 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 37,884

7 Aleix Espargaro 41 ESP 9 NGM Mobile Forward YAMAHA 38,168

8 Stefan Bradl 6 8 GER LCR Honda MotoGP HONDA 41,803

9 Michele Pirro 51 ITA 7 Ducati Team DUCATI 45,710

10 Scott Redding GBR 45 6 Go & Fun Honda Gresini HONDA 51,191

11 Hector Barbera 8 ESP 5 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI 56,512

12 Danilo Petrucci 9 ITA 4 Ioda Racing progetto IODA-SUTER 57,000

13 Nicky Hayden 69 USA 3 M7 Aspar HONDA 57,262

14 Bradley Smith 38 GBR 2 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 57,517

15 Hiroshi Aoyama 7 JPN 1 M7 Aspar HONDA 58,775

16 Alvaro Bautista 19 ESP Go & Fun Honda Gresini HONDA 58,864

17 Karel Abraham 17 CZECardionABMotoracing HONDA + 1’02.389

18 Alex De Angelis 15 RSM NGM Forward Racing YAMAHA + 1’15.795

19 Michael Laverty 70 GBR Paul Bird Motorsport ART & PBM + 1’26.309

Broc Parkes 20 23 AUS Paul Bird Motorsport PBM + 1’37.212

21 Mike Di Meglio 63 FRA Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI +1 giro

22 Andrea Iannone 29 ITA Pramac Racing DUCATI +1 giro

23 Jorge Lorenzo 99 ESP Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA DNF

24 Randy De Puniet 14 FRA Suzuki MotoGP SUZUKI DNF

25 Yonny Hernandez 68COLPramac Racing DUCATI DNF

CLASSIFICA FINALE PILOTI

1 Marc Marquez 93 362 ESP Repsol Honda Team HONDA

2 Valentino Rossi 46 ITA 295 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA

3 Jorge Lorenzo ESP 99 263 Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA

4 Dani Pedrosa 26 246 ESP Repsol Honda Team HONDA

5 Andrea Dovizioso 4 ITA 187 Ducati Team DUCATI

6 Pol Espargaro 44 ESP 136 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

7 Aleix Espargaro ESP 41 126 NGM Forward Racing YAMAHA

8 Bradley Smith GBR 38 121 Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

9 Stefan Bradl 6 GER 117 LCR Honda MotoGP HONDA

10 Andrea Iannone 29 ITA 102 Pramac Racing DUCATI

11 Alvaro Bautista 19 ESP 89 Go & Fun Honda Gresini HONDA

12 Scott Redding 45 GBR 81 Go & Fun Honda Gresini HONDA

13 Cal Crutchlow GBR 35 75 Ducati Team DUCATI

14 Hiroshi Aoyama 7 JPN 68 M7 Aspar HONDA

15 Yonny Hernandez 68COL53 Pramac Racing DUCATI

16 Nicky Hayden 69 USA 47 M7 Aspar HONDA

17 Karel Abraham 17 33 CZECardionABMotoracing HONDA

18 Hector Barbera 8 ESP 26 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI

19 Michele Pirro 51 ITA 18 Ducati Team DUCATI

20 Danilo Petrucci 9 ITA 17 Ioda Racing Project IODA-SUTER

21 Alex De Angelis 15 RSM 15 NGMMobileForward YAMAHA

22 Colin Edwards 5USA11 NGM Mobile Forward YAMAHA

Broc Parkes 23 23 AUS 9 Paul Bird Motorsport PBM

24 Michael Laverty GBR 70 9 Paul Bird Motorsport ART & PBM

25 Mike Di Meglio 63 FRA 9 Avintia Corse MotoGP FTR-KAWASAKI

26 Katsuyuki Nakasuga 21 JPN 4 YAMALUBE Racing Team con YAMAHA YSP

27 Leon Camier 2 GBR 1 M7 Aspar HONDA

28 Randy De Puniet 14 FRA 0 Team Suzuki MotoGP SUZUKI

29 Michel Fabrizio 84 ITA 0 Ioda Racing Project IODA-SUTER

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”