Un inizio alla grandissima per Chiara Fontanese, doppietta in sella a Yamaha

E’ iniziata alla grande la stagione di Chiara Fontanesi… Due vittorie in solitaria, due manche perfette. Ha iniziato così, tenendo a distanza le avversarie il suo mondiale 2012. Sulla difficile sabbia olandese di Valkenswaard, la rider girl della Yamaha 250 4 tempi del Fonta MX, non ha avuto rivali. E nemmeno l’influenza e una manche di qualifica corsa in rimonta l’ha fermata. Dopo avere dato spettacolo, nella manche che attribuiva lo schieramento al cancelletto, grazie anche ad una rimonta stupenda dall’ultimo al secondo posto, nelle due gare che attribuivano i primi punti, ha corso in modo magistrale.

 Ha dominato la prima manche, corsa domenica, partendo prima e staccando subito la campionessa in carica Laier. E lo stesso ha fatto nella seconda gara: Chiara è infatti scattata subito davanti a tutte e con il passare dei giri ha staccato la francese Lancelot e la Laier, infliggendo loro un buon distacco per concludere a braccia alzate la sua prima vittoria iridata.

La Fontanesi è in forma smagliante e si è visto su un terreno insidioso come quello olandese. Ha iniziato al meglio la stagione e ora comanda il mondiale a punteggio pieno.

Sono felicissima per questa vittoria – da dichiarato la Fontanese – ci tenevo tanto a iniziare al meglio su di una pista che mi piace molto. Tutto è andato bene e per questo ringrazio il mio team e la Yamaha per l’ottimo lavoro svolto. Io da parte mia mi sentivo bene e ho cercato subito di imporre il mio ritmo e staccare le avversarie nonostante i tanti doppiaggi da effettuare che mi hanno fatto perdere tempo in alcune circostanze. Ora guardo alla prossima gara, domenica prossima, e cercherò di dare il massimo su di un terreno totalmente diverso da quello di Valkenswaard. Però bello iniziare così e il risultato mi carica al massimo.

Ordine di arrivo

GARA 1: 1. Fontanesi (Yamaha) 11 giri in 26’38”719; 2. Laier (Kawasaki) a 5”336; 3. Lancelot (Kawasaki) a 9”199; 4. Kane( Ktm) a 1’19”136; 5. Petterson (Ktm) a 1’21”491

GARA 2: 1. Fontanesi (Yamaha) 10 giri in 25’12”264; 2. Lancelot (Kawasaki) a 9”670; 3. Laier (Kawasaki) a 19”116; 4. Petterson (Ktm) a 1’07”336; 5. Veenstra (Ktm) a 1’36”759

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteDoppietta di Cairoli sulle sabbie olandesi
Articolo successivoJUST 1 Helmets presenta i suoi piloti 2012
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”