Un grande impegno per JUST 1 Helmets, by Tony Amoriello

Lo scorso 9 Aprile ha preso inizio il Campionato del Mondo di Motocross sulle sabbie olandesi del famoso circuito di Valkenswaard.

Un’occasione speciale per JUST 1 Helmets, sponsor ufficiale del Mondiale Motocross 2012, per presentare i propri piloti durante un’affollata conferenza stampa, organizzata davanti a circa 200 giornalisti provenienti da tutto il mondo. Pilota di punta per JUST 1 Helmets – nella classe MX1 – è lo spagnolo Jonathan Barragan del Team LS Honda Racing, testimonial Red Bull, affiancato dall’inglese Alfie Smith del Team JK Racing/Yamaha e dall’italiano Filippo Bertuzzo del Team Honda Massignani.

Nella classe MX2 il Team di riferimento di JUST 1 Helmets è il Ricci Racing Husqvarna Factory Team il cui pilota più rappresentativo è il fresco vincitore degli Internazionali d’Italia Alessandro Lupino, affiancato dal francese Loui Larrieu e dal belga Nick Triest purtroppo fermo per un infortunio. Ma JUST 1 Helmets è presente anche nella classe MX3,  con il pilota ceco Martin Michek, campione ceco e terzo nel Mondiale 2011.

Nonostante le difficoltà del tracciato olandese sia Barragan che Lupino sono riusciti a stare vicino ai top 10 ma, soprattutto, sono rimasti estremamente soddisfatti del loro Casco JUST 1 Helmets modello J12, per leggerezza, visibilità, ventilazione e comfort.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMX Femminile: la Fontanesi vince in Olanda…
Articolo successivoBianchini e la FX Action, a tutto offroad
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”