Yamaha scrive un nuovo capitolo della rivoluzionaria storia MT con la nuova Street Tracker, adrenalina, stile, telaio nero e tanti accessori grintosi… ecco la MT-09 Street Tracker, ispirata al dirt-track…

 

L’undici giugno del 2013, Yamaha stupì il mondo delle due ruote annunciando l’arrivo imminente della rivoluzionaria tre cilindri naked-motard MT-09. A partire dalla adrenalinica MT-09, affiancata subito dopo il lancio dalla MT-09 Street Rally sviluppata per enfatizzarne l’anima motard.

La nuova ed aggressiva Yamaha ispirata al Dirt Track
La nuova Yamaha MT-09 Street Tracker

Oggi Yamaha scrive un nuovo capitolo della storia MT: con la nuova MT-09 Street Tracker, variante della MT-09, che offre alla tre cilindri un incredibile look da scrambler. Il team di sviluppo Yamaha ha trovato l’ispirazione sulla scena del “dirt track”, aggiungedovi un tocco di influenza scrambler, per creare una nuova tipologia di MT-09, equipaggiata con una serie di componenti speciali di qualità elevata e stile vintage.

Yamaha MT-09 Street Tracker
Il 3 cilindri Yamaha della MT-09 Street Tracker

MT-09 Street Tracker è la prima della famiglia con il telaio completamente nero e il motore tricilindrico da 850 cc verniciato in nero opaco, mentre la testa dei cilindri è in color bronzo, i cerchi bronzo scuro e gli steli della forcella rovesciata dorati, per un’immagine autentica e classica. L’uso esteso di componenti in alluminio e in carbonio, sviluppati specificamente per la MT-09 Street Tracker, conferiscono alla nuova arrivata un look caratteristico che non può passare inosservato.

Sul frontale spiccano il parafango corto in carbonio con supporti in alluminio e la nuova tabella porta numero in alluminio che accentua l’immagine da track bike ed allo stesso tempo offre una protezione supplementare dal vento. Le tabelle portanumero laterali enfatizzano lo stile racing e i contrappesi del manubrio in alluminio sottolineano l’aspetto di moto ispirata al dirt track.

Una nuova sella per la Street Tracker Yamaha
La MT-09 Street Tracker monta una nuova sella

La nuova sella a due colori, nella parte superiore in pelle marrone e sui lati in “alcantara-look” nero, si integra perfettamente con il look dello spigoloso serbatoio grigio opaco dotato di nuove protezioni per le ginocchia. Le pedane ampie, infine, permettono al pilota di spostare il peso del corpo in accelerazione, in frenata e nei curvoni veloci.

Scarico Akrapovic alto in opzione

Ancora più esclusiva, questa MT-09 potrò essere scelta in opzione con lo scarico Akrapovic sviluppato specificamente per l’ultima nata della famiglia MT. Lo scarico hi-tech esce dalla parte posteriore destra della moto, offrendo così più luce libera dal suolo e ha un sound grintoso che si adatta perfettamente all’immagine della nuova moto.

Scarico Akrapovic per la MT-09 Street Tracker
Scarico Akrapovic per la MT-09 Street Tracker

Ecco le caratteristiche MT-09 Street Track

Motore 3 cilindri da 115CV, Look dirt tracker/street scrambler, Leggera e compatta, solo 188 kg. Telaio in alluminio nero opaco e motore verniciato nero, Cerchi in bronzo opaco, Tabella porta numero anteriore in alluminio, Parafango anteriore corto in carbonio con supporti in alluminio, Tabelle portanumero laterali in alluminio, Sella stretta e piatta, due colori marrone e nera, Ginocchiere serbatoio per un grip e un controllo superiori, Pedane ampie, Contrappesi manubrio in alluminio, Sospensione posteriore Monocross con ammortizzatore orizzontale, Dischi anteriori flottanti da 298 mm con pinze radiali, Scarico alto Akrapovic (in opzione). La nuova MT-09 Street Tracker sarà disponibile a partire da agosto 2014, al prezzo di  8.690€ f.c. iva inclusa.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: ROSSI E LORENZO IN CATALUNYA
Articolo successivoKTM DUKE 200 TROPHY: ARIONI VINCE A MODENA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”