Una grandissima affermazione per VENT che acciuffa e vince lo SWANK Rally di Sardegna 2020 con la BAJA RR125

Nel fuoristrada ci sono piccole e grandi storie che meritano di essere narrate. L’entusiasmo muove passione ed ogni sfida, seppur apparentemente impossibile, si può rivelare vincente se alle spalle c’è un marchio “concreto” ed un pilota molto determinato.

performancemag.it 2020-vent moto- swank rally 2020

La storia che racconto altro non è che ciò che è successo allo SWANK Rally di Sardegna, dove VENT ha vinto una sfida che va ben oltre la gara in sé. In sella alla “ottavo” di litro, Alberto De Bernardi è riuscito ad acciuffare la classifica R2 Modern e l’Assoluta dell’Edizione 2020. Questa gara è un classico per gli enduristi che provengono da ogni parte del mondo che oggi si presenta in una chiave agonistica più “attuale” ma con gli stessi canoni di durezza dei cinque giorni di gara tra fango, pioggia, e sole.

performancemag.it 2020-vent moto- swank rally 2020

Nel prologo di Malpensa la BAJA RR 125 e De Bernardi, avevano acciuffato un ottavo posto ma un primo posto poi nella tappa 2 Porto Torres/Arborea per poi mantenere un quarto posto nella ultima tappa che poi gli è valso il super risultato del trionfo. Una forte ventata di orgoglio per VENT, marchio che si fa notare mostrando un’identità “netta e coerente” quando si parla di obiettivi ma soprattutto risultati sportivi.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteHONDA CB650R E CBR650R EURO 5
Articolo successivoJESOLO NON CONVINCE MARTIN
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”