Migliaia di Vespisti, con ben 31 Paesi e oltre 130 Vespa Club rappresentati, sono attesi a Mantova per i Vespa World Days… Si tratta della più importante manifestazione mondiale di club dedicata alla passione e all’amore per Vespa…

Mantova ospiterà gli appassionati e le loro Vespa di ogni epoca e modello da giovedì 12 a domenica 15 giugno prossimi, dopo le edizioni svoltesi in Portogallo (2010), Norvegia (2011), Gran Bretagna a Londra (2012) e Belgio (2013).

Un’altra grande meta per tutti i partecipanti ai Vespa World Days 2014 sarà l’apertura di Motoplex, il nuovo Concept Store del Gruppo Piaggio – il più grande d’Europa – che si inaugura al BOMA di Mantova venerdì prossimo alle 19:30. Il party inaugurale vedrà la partecipazione straordinaria di Marco Melandri e Sylvain Guintoli, i piloti Aprilia Superbike reduci dal doppio trionfo di Sepang in Malesia che ha visto Marco vincere in entrambe le gare e Sylvain autore di due secondi posti.

Raduno Mondiale Vespa Piaggio
Il raduno intermazionale Vespa a Mantova

Motoplex è il primo nuovo concept store dedicato a tutti gli appassionati di due ruote ed è una finestra sul futuro del Gruppo Piaggio. Non solo uno store e una showroom, ma un vero e proprio polo di aggregazione per gli amanti di scooter e moto: 1.300 metri quadrati di spazio, 46 veicoli esposti, due vere e proprie “lounge” dove sedersi e ammirare grandi schermi video, un bar, la possibilità di ammirare eventi “live” in web streaming attraverso i due videowall da 138 pollici.

Raduno Mondiale Vespa Piaggio
Vespa equipaggiate per Raduno internazionale

Fitto programma per tutti…

Il ricchissimo programma dei Vespa World Days 2014 prevede una serie di tour che, con partenza da Mantova, attraverseranno il territorio che circonda la città dei Gonzaga: Uscendo dalla provincia poi, si incontreranno Sirmione (attraversando le colline moreniche tipiche dell’alto mantovano, un paesaggio di rara bellezza), Valeggio (borgo medievale sul Mincio dove i sapori lombardi si incontrano con quelli veneti).

Raduno Mondiale Vespa Piaggio
Vespa da ogni parte del Mondo

Nei tour saranno toccate anche città di grande fascino e ricchissime di storia come Brescia e Verona. Sotto l’egida del Vespa World Club – nato nel 2006 raccogliendo l’eredità del Vespa Club d’Europe e poi della Fédération Internationale des Vespa Clubs (attiva dal 1983 al 2005) – si svolgono ogni anno i Vespa World Days. Quattro giorni di raduno che attirano appassionati Vespa da tutto il mondo.

Da sempre costruiti interamente in acciaio tutti i modelli di Vespa – dalla prima mitica 98cc che nel 1946 rimise in moto il mondo fino alle recentissime Vespa Primavera e Vespa Sprint – hanno vinto il tempo continuando a correre a milioni sulle strade del mondo, dando vita alfenomeno dei Vespa Club e dell’associazionismo. Restaurate, curate, coccolate milioni di Vespa sono diventate oggetti amati e spesso tramandati di padre in figlio.

In quasi settanta anni di vita Vespa non è“soltanto” diventato lo scooter più amato e diffuso al mondo (sono oltre 18 milioni le Vespa diffuse nei 5 continenti) ma si è affermata come fenomeno di costume, unendo nellacomune passione intere generazioni di paesi e continenti diversi.

L’amore dei fan per Vespa è nato da subito, tanto da spingere molti possessori già nel 1946, anno di nascita della prima Vespa, ad associarsi: si costituirono così i primi Vespa Club, in Italia e all’estero.Oggi si contano più di 40 Vespa Club Nazionali associati al Vespa World Club e oltre 60.000 soci in tutto il mondo. Solo in Italia, nell’ultimo anno, si sono svolti oltre 100 raduni di appassionati.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSBK: DOMINIO APRILIA, DOPPIETTA DI MELANDRI
Articolo successivoMOTO GP: IL CIRCUS IN CATALUNYA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”