H2OUT Adventurer Spidi è caratterizzata da uno stile che richiama un po’ quello dei capi militari ed è un prodotto Step-in-clothing a 360 gradi… Ora l’avventura è sempre a portata…di giacca!…

Ecco una giacca destinata al turismo con qualsiasi tipo di moto, che sia sportiva, naked, on/off e si, anche custom, perchè il capo by Spidi è sempre a suo agio anche in ambiente urbano. H2OUT Adventurer è caratterizzata da uno stile che richiama un po’ lo stile dei capi militari, ed è un prodotto Step-in-clothing a 360 gradi.

ADVENTURER D109 Spidi 2014
ADVENTURER D109 Spidi 2014

Le sue principali caratteristiche tecniche seguono l’istinto dell’avventura, ambience ormai caro a Spidi: tra queste spiccano il tessuto esterno in Tenax Poliammide, la zone elasticizzate in Tenax Flex sulle scapole, la fodera in rete traforata per migliorare la traspirazione in estate, la membrana coibente H2Out impermeabile, traspirante e frangivento removibile e dotata di ovatta termica, le protezioni CE Force Tech su spalle e gomiti, le zone reflex su braccia, schiena e torace, le utilissime prese d’aria dinamiche su petto e schiena, oltre alle 5 tasche esterne di cui 2 impermeabili e la1 tasca interna impermeabile.

Giacca ADVENTURER D109 Spidi back
Giacca ADVENTURER D109 Spidi back

Non mancano infine le ampie possibilità di regolazione dei volumi ed i Bottoni Fiocchi®, la cerniera centrale YKK®, la clip Stop per l’aggancio ai pantaloni. Il peso prodotto dal capo Spidi è di  2,20 Kg, mentre i colori disponibili sono Nero, Nero/Antracite; per le taglie invece, si va dalla M alla 3XL ed il prezzo al pubblico è di € 319,90.

Articolo precedentePROVA RACING: MITJET, NUOVA FRONTIERA
Articolo successivoINTERVISTA: MICHEL NANDAN HYUNDAI WRC
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”