Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Audi entrerà in Formula 1 dal 2026

    Date:

    Condividi:

    Il prossimo 2026 sarà un’annata storica per la Formula 1. L’ingresso di Audi nella classe regina è una tappa che sta suscitando interesse e grande curiosità

    Questo ingresso trova le proprie radici in vista dei nuovi regolamenti tecnici, sempre più orientati verso sostenibilità ed efficientamento, basi solide di Audi. Il motore della nuova F.1 tedesca, sarà realizzato presso il Competence Center Audi Motorsport di Neuburg, sotto la direzione di Adam Baker.

     performancemag.it2022-audi-Formula-1-2026

    Una decisione quindi storica per la Casa dei quattro anelli: “Il motorsport è parte integrante del DNA Audi”, ha spiegato Markus Duesmann. “La Formula 1 è sia un palcoscenico globale per il nostro Marchio sia un laboratorio di sviluppo altamente sfidante.

    La ricerca delle massime prestazioni e la competizione sono da sempre il motore per l’innovazione e il travaso di tecnologie dalla pista alla strada. Alla luce dei nuovi regolamenti, è arrivato il momento di un nostro coinvolgimento diretto. Del resto, la Formula 1 e Audi condividono l’obiettivo della sostenibilità”.

    IL VIDEO DELLA NUOVA VETTURA F.1 AUDI

    Nuovi carburanti e motori elettrici più potenti

    Dal 2026 inoltre, cambiano tutte le regole del “gioco”, che prevederanno un livello ben superiore di elettrificazione rispetto ad oggi, con l’aggiunta di nuovi carburanti sostenibili che porterà la F.1, entro il 2030, a divenire carbon neutral. A questo seguirà un abbattimento dei costi per le squadre ed un budget cup per i produttori delle power unit.

     performancemag.it2022-audi-Formula-1-2026

    Nella stagione programmata inoltre, sia la potenza elettrica delle power unit – che sono costituite da una batteria, dal motore elettrico ed un propulsore endotermico – farà di fatto aumentare la potenza del motore elettrico che arriverà a 544 Cv, quindi pari entità rispetto a quello convenzionale termico. Un 1.6 litri turbo che funzionerà con un innovativo carburante sostenibile.

     performancemag.it2022-audi-Formula-1-2026

    Lo sviluppo delle power unit

    “Per lo sviluppo e la produzione del propulsore di Formula 1 ci avvarremo della preziosa esperienza dei nostri motoristi, continueremo a investire nel Competence Center e assumeremo professionisti altamente qualificati”, racconta Julius Seebach, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH e Responsabile delle attività sportive internazionali del Brand. Seebach ha pianificato e integrato l’ingresso in Formula 1 nel processo di ridefinizione dell’attività sportiva Audi.

     performancemag.it2022-audi-Formula-1-2026

    Presso lo stabilimento di Neuburg sono presenti banchi prova per i test dei motori F1, i dei propulsori elettrici e delle batterie. Entro la fine dell’anno quindi, tutto sarà pronto per iniziare l’avventura in Formula 1.

    Per lo sviluppo della power unit è stata creata una società dedicata, controllata da Audi Sport. Adam Baker assumerà la direzione di questa società e del progetto F1 in qualità di CEO. Baker, prima di entrare in Audi, nel 2021, ha lavorato per tre anni per la FIA. Una grande sfida attende Audi che certo non farà che aumentare la sete di risultati con occhio sempre puntato alla sostenibilità.

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”