Duo Synt S, cavallo di battaglia NILS

Uno dei cavalli di battaglia di NILS S.p.A., sin dagli albori, è il DUO SYNT S prodotto oltremodo innovativo e riconosciuto come uno dei più consoni all’utilizzo dei motori a 2 tempi. Dopo alcuni anni in cui le moto a 2 tempi hanno avuto un forte declino ad opera dell’’avvento del 4 tempi, in queste ultime tre stagioni la cilindrata di cui si parla spesso e dove si calcola sia quella che ha avuto la maggiore espansione è proprio quella dedicata alle piccole cilindrate a 2 tempi. Ecco che il DUO SYNT S ritorna davvero in auge facendo riscoprire tutte le caratteristiche che esaltano e rispettano i nuovi motori.

Se guardiamo al fuoristrada, il 2 tempi è tornato prepotentemente di moda grazie alla continuità di produzione da parte di alcune aziende costruttrici che hanno tenuto duro in merito all’idea di rivalutazione del 2 tempi, ma anche grazie a nuovi regolamenti e campionati indetti sul territorio nazionale hanno fatto si che le piccole e medie cilindrate a 2 tempi si potessero riscoprire ed utilizzare in maniera propedeutica, nel mantenimento delle economie oggigiorno sempre maggiormente prese in considerazione, tanto da farne diventare dei campionati presi di mira da centinaia di ragazzi.

 Il 2 tempi, nella classe 125 per esempio, è ritornato nelle ultime due stagioni come categoria in cui si lotta per un vero e proprio titolo di Campione Italiano Motocross! Poi vi sono i “cinquantini” di nuova generazione, pronti a divenire “premio” della promozione scolastica. Infine nell’enduro la voglia di scorrazzare con una bella 300 cc è ormai consuetudine, tanto che la 2 tempi ricopre ormai categorie ben definite o miste, anche nel Campionato del Mondo Enduro. Non a caso NILS S.p.A. può vantare due titoli Europei 2011, conquistati con moto a 2 tempi, nel Motocross e nel Trial ad opera di Simone Zecchina (Suzuki Valenti) e Matteo Grattarola (Gas Gas).

 Tutto per segnalare che NILS S.p.A. è schierata, ancora una volta, a favore di tutti questi utenti ribadendo il concetto di salvaguardia del motore limitandone l’usura, aumentando le prestazioni ed al contempo rispettando l’ambiente. Il DUO SYNT S fa parte di un’epopea che NILS S.p.A. non dimentica, essendo stato uno dei primi prodotti introdotti sul mercato che ne ha decretato un vanto per l’azienda.

 L’olio per miscela è un prodotto particolare che esula dai classici schemi degli oli per motore. Nei motori a due tempi si parla infatti di una lubrificazione a perdere (destinata alla combustione) e il lubrificante deve soddisfare innanzitutto quattro caratteristiche primarie: ottimale lubrificazione, detergenza, ridotte emissioni, contenuti depositi dati dalla cattiva combustione. Associato a queste ineliminabili caratteristiche, l’olio deve poi avere un ottimale potere di combustione. Questo ultimo fattore aiuta spesso ad ottimizzare e facilitare la messa a punto della carburazione stessa.

 DUO SYNT S è un lubrificante completamente sintetico, specialmente formulato per motori a due tempi di avanzatissima concezione. Il suo colore blu intenso consente la colorazione della miscela in maniera inconfondibile.

 DUO SYNT S assicura, attraverso una perfetta combustione, massime prestazioni in termini di accelerazione e rapidità di risposta del motore, evitando la formazione di depositi carboniosi che possano limitare la mobilità delle fasce elastiche, ostruire le luci di scarico e modificare la geometria della camera di combustione.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteBMW Group: Tonoli lascia dopo 40 anni…
Articolo successivoMotoGP prove: Hayden terzo, Rossi decimo
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”