FORMULA E: KATHERINE PROVERA’ LA M5ELECTRO

177 0

Anche una ragazza in Formula E, elemento che renderà ancor più interessante la sfida con i colleghi “maschietti” di cui Katherine non sembra aver nessun timore

Katherine Legge quindi, sarà alla guida di una Mahindra M5Electro in occasione dei test che si disputeranno domenica 16 dicembre a Riad (Arabia Saudita), il giorno successivo la gara del primo E-Prix della stagione 2018-19 di Formula E.

Inglese coriacea, ha una vastissima e completa esperienza accumulata nelle principali categorie automobilistiche, quali DTM, F.Indy (inclusa la 500 Miglia di Indianapolis), gare Endurance anche con l’innovativa DeltaWing a tre ruote, e la NASCAR. Ha provato la Minardi F.1 a Vallelunga nel 2005, agli inizi della sua carriera, e ha già disputato due corse in Formula E nella stagione inaugurale 2014-15. La Legge si è sempre rivelata molto veloce e il suo palmares comprende diverse vittorie e piazzamenti sul podio.

“Mi ha fatto estremamente piacere la proposta di guidare la nuova Mahindra in questi test di inizio stagione. La Formula E ha fatto passi da gigante evolvendosi rapidamente in pochissimo tempo, e le nuove monoposto della generazione GEN2 sono un concentrato di tecnologia. Un pilota cerca sempre di scegliere la squadra più competitiva e con le migliori potenzialità: per me questa è Mahindra Racing. Il mio compito sarà quello di dare alcune indicazioni utili per indirizzare il lavoro di sviluppo della vettura nel prosieguo della stagione”.

Ma i test verranno disputati pure dal pilota titolare Jerome D’Ambrosio, mentre al via della prima gara il Team Mahindra schiererà oltre a D’Ambrosio, Felix Rosenqvist, già velocissimo pilota del team nelle ultime due annate. Pascal Werhlein invece, potrà iniziare la sua stagione a partire dall’E-Prix del Marocco il prossimo mese di gennaio.

Rosenqvist, che nel 2019 sarà impegnato a tempo pieno in F.Indy, ha vinto tre gare con la squadra indiana nelle ultime due edizioni del Campionato FIA Formula E, ed ha avuto modo di guidare già la nuova M5Electro in alcune prove effettuate durante l’anno.

Le monoposto di tipo GEN2, molto più belle e performanti, potranno raggiungere prestazioni più elevate grazie alla maggior autonomia delle batterie. Si eviterà così la sosta ai box a metà corsa per la sostituzione della monoposto. L’affidabilità delle auto sommata alla bravura dei piloti, diventeranno ancora più elementi importanti per puntare a vincere.

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”