Husqvarna Motorcycles annuncia che l’edizione 2020 del Trofeo Enduro Husqvarna sarà arricchita dalle Husqvarna Bicycles all’interno del Village dedicato dove sarà possibile scoprine doti e caratteristiche

Nelle cinque le tappe in calendario, nelle postazioni già presenti nel villaggio Husqvarna si aggiungerà infatti quella dell’azienda per ciò che riguarda le e-bike premium.

bici-husqvarna2020-performancemag.it

Con 122 anni di storia, Husqvarna Bicycles è uno dei marchi di biciclette più antichi al mondo. Dal 2017 fa parte di PEXCO GmbH, con base a Schweinfurt in Germania e la sua gamma prodotti a pedalata assistita elettricamente si estende dalla City bike alle bici da trail.

bici-husqvarna2020-performancemag.it

Husqvarna Bicycles sarà presente già dalla tappa inaugurale di Anghiari (29 febbraio – 1° marzo), con una postazione interattiva: verrà infatti allestito un vero e proprio paddock, dove una flotta di biciclette della nuova gamma 2020 verrà messa a disposizione dei partecipanti alla gara e dei loro accompagnatori per una vera prova. Ogni sabato saranno poi organizzate gare di “abilità” sempre diverse che coinvolgeranno piloti, ospiti e gli appassionati che vorranno far parte di queste nuove, avvincenti sfide.

bici-husqvarna2020-performancemag.it

I test ride saranno quindi effettuati sia il sabato che la domenica, mentre in uno dei cinque fine settimana di gara, sarà organizzato un vero e proprio giro turistico. Husqvarna Bicycles metterà a disposizione numerosi premi che saranno distribuiti in tutte le cinque gare, oltre a un omaggio che sarà incluso nel welcome kit in dotazione ai trofeisti.

Questa iniziativa arricchisce ulteriormente il format del Trofeo Enduro Husqvarna 2020, apportando nuovi “contenuti” particolarmente di attualità.

INFO: trofeoendurohusqvarna.com

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteVIAGGI: AGNELLOTREFFEN 2020
Articolo successivoPROVA: NEW HYUNDAI i10, TUTTA NUOVA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”