Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    INTERVISTA: LUCA BRIVIO, CEV & BULEGA…

    Date:

    Condividi:

    Luca Brivio e lo Junior Team VR46, intervista sul campionato CEV, passando per Nicolo Bulega, Valentino Rossi ed uno staff di tecnici che aiutano i giovani talenti  nella crescita agonistica. Juniori Team VR46, realtà attenta ed in evoluzione…

    Si dice che l’unione fa la forza e, sotto certi aspetti, la cosa è del tutto vera. Ma si dice pure che, i risultati, le soddisfazioni e le ambizioni di un team, sono il risultato di un’opera decisamente più profonda e capillare, che parte dal basso, dall’attenta analisi delle cose più semplici, sempre con occhio puntato a cogliere l’obiettivo finale…

    Junior Team VR46, Bulega al box
    Junior Team VR46, Bulega al box

    C’è tutto un lavoro dietro quindi e, specie quando parliamo di racing ad altissimi livelli, i fattori che rendono forte una squadra, vanno ricercati, non tanto nelle performance delle moto in pista, ma, soprattutto, nell’attenta scelta delle persone. Perché l’aspetto umano ed il perfetto sincronismo tra le persone è la base, l’essenza affinché le cose funzionino bene.

    Junior Team VR46, Luca Brivio e Nicolo' Bulega
    Junior Team VR46, Luca Brivio e Nicolo' Bulega

    Spalle forti con l’esperienza e la voglia di dare qualcosa…

    Se poi, alle spalle di questo lavoro, c’è il nome di Valentino Rossi, allora le cose assumono delle “tonalità” ancor più marcate. Ecco perchè lo Junior Team VR46, rappresenta da solo una storia che parte da molto lontano. Perchè, la storia di Rossi, è un qualcosa di unico – inutile nasconderlo senza per questo  passare da persona di parte – che però, oltre ai risultati individuali, sta offrendo delle grandi possibilità a molti giovanissimi talenti. E questo è un modo lucido, unico di essere ciò che è Valentino per questi ragazzi, un esempio da seguire, un ulteriore stimolo e carica per tutti loro.

    Junior Team VR46, Nicolo Bulega in gara nel CEV
    Junior Team VR46, Nicolo Bulega in gara nel CEV

    Lo specchio di tutto ciò è la RidersAcademy, dove, questi ragazzi con del talento verace, vengono seguiti passo passo per trasportarli nella “maturità agonistica” che passa sia dai risultati ma, soprattutto, dalla creazione di una storia personale, fatta anche di momenti no che lo staff sa trasformare in crescita del pilota. Riders Academy quindi elabora il potenziale del singolo (fuori e dentro la pista) e lo trasforma in un pilota “prontogara” sotto tutti i punti di vista.

    Lo Junior Team VR46, una realtà concreta che guarda avanti…

    Il salto successivo è quello di cui parleremo oggi, ovvero lo Junior Team VR46, che vede una presenza fattiva nel CEV spagnolo, scelta non casuale ma mirata e che ha un significato importante per Luca Brivio, Team Manager della struttura legata a tutto l’intero progetto.

    Junior Team VR46, scelta precisa di partecipare nel CEV spagnolo
    Junior Team VR46, scelta precisa di partecipare nel CEV spagnolo

    Obiettivi chiari, poche strategie ma una crescita sempre in evoluzione…

    E visto che gli obiettivi del Team sono importanti, ho voluto approfondire tutti gli aspetti ma, soprattutto, capire, comprendere più da vicino il CEV spagnolo, di fatto un campionato di livello superiore rispetto al nostro CIV (i dati parlano chiaro…), non tanto per ciò che accade, ma soprattutto, per ciò che sa dare ai piloti in termini di crescita.

    Luca Brivio racconta, con dovizia dei particolari (cosa non sempre scontata tra i team manager), non solo gli obiettivi dello Junior Team VR46, non solo la crescita ed il talento “certificato” di Nicolò Bulega ma, con passione e voglia di crescere, tutto quello che sta accadendo nel Team in un piccolo grande viaggio a 360° tra moto, tecnici, campionato e pilota. Tutto questo sempre e comunque a strettissimo contatto con Valentino, che ha pensato ad una vera alternativa logica se parliamo del futuro dei nostri giovani, veloci ed appassionati talenti made in Italy…

    Jr Team VR46, al box con Luca Brivio e Nicolò Bulega
    Jr Team VR46, al box con Luca Brivio e Nicolò Bulega

    Luca, tracciamo un primo, secco bilancio sulle prestazioni di Nicolò ad   oggi…

    “Bilancio senza dubbio positivo, nonostante un po’ di sfortuna nelle ultime due gare, quella di Le Mans e quella di Barcellona, con il terzo posto, dove per due volte il pilota e’ caduto a causa di… altri riders. Siamo un team giovane ma con un considerevole potenziale: ad oggi abbiamo centrato due podi, ma da qui in poi siamo pronti a competere per la vittoria. Guardando le prove, delle gare passate, si può vedere che siamo sempre nelle posizioni alte delle classifiche, Nicolò si piazza sempre tra i 3-4 piloti piu’ veloci”.

    Nicolò Bulega certamemte sogna il Motomondiale...
    Nicolò Bulega certamemte sogna il Motomondiale...

    Lavorare con ragazzi molto giovani non è spesso facile… Cosa ti piace di più di questa sfida dello Junior Team VR46?

    “E’ una esperienza molto stimolante ed avvincente. La cosa che più mi piace e’ che tutti insieme stiamo aiutando dei giovanissimi piloti a formarsi, “a farsi le ossa”, cercando di impostare un metodo di lavoro molto professionale sia all’interno sia all’esterno della pista. La soddisfazione piu’ grande sarà vedere i risultati del lavoro, e dell’impegno che la Riders Academy e lo Junior team stanno mettendo in questo importante progetto”.

    Nicolò Bulega sta correndo una buona stagione 2015
    Nicolò Bulega sta correndo una buona stagione 2015

    Spesso si tende a nascondere il reale valore del CEV, mentre invece il livello agonistico sembra molto alto e molti ragazzi scelgono questa strada, preferendola alle gare italiane…

    “Non voglio sminuire le gare italiane, io sono italiano ed orgoglioso di esserlo, ma devo riconoscere che in questo momento il CEV e’ ad un livello superiore rispetto al nostro campionato italiano e quello che può offrire. Credo che il successo del campionato spagnolo sia dovuto all’organizzazione: hanno voluto impostare un format che si avvicina molto a quello del Mondiale, basta pensare agli orari, alle sessioni o al numero di giri prova o in gara. Personalmente lo considero molto propedeutico, e credo sia questo un valido motivo per i team per concentrare qui le proprie energie e per preparare i giovani talenti che, un giorno, potrebbero passare a categorie superiori, fino al Mondiale”.

    Luca Brivio e Nicolò Bulega sulla griglia di partenza
    Luca Brivio e Nicolò Bulega sulla griglia di partenza

    Esiste un reale vivaio “esplosivo” nel CEV?

    “Credo che attualmente ci siano diversi talenti per i quali potremmo sentir parlare nei prossimi anni: Bulega, Canet, Mir, Masia, Pawi…. Se guardiamo indietro, in questi ultimi anni, troviamo altri validi piloti che dal CEV sono passati ad occupare posizioni di rilievo in Moto3, Moto2, e Mo