Un sistema di propulsione che combina la mobilità urbana a emissioni zero con la sovralimentazione elettrica ed un nuovo cambio DCT: ecco il futuro secondo KIA…

Il nuovo sistema di propulsione ibrida Kia, presentato in occasione del Salone di Ginevra, si propone quale miglioramento delle prestazioni oltre che riduzione delle emissioni. E’ frutto degli studi dei tecnici del Centro Ricerche Kia europeo ed il nuovo sistema ibrido utilizza batterie piombo-carbonio da 48 volt per alimentare un piccolo motore elettrico che affianca il motore termico, al fine di migliorarne le prestazioni, riducendo così le emissioni.

La scelta delle batterie piombo-carbonio al posto di quelle litio-ioni, dipende essenzialmente che le prime non hanno necessità di un sistema di raffreddamento, sono più facilmente riciclabili e sono più efficienti nel funzionamento a temperature sottozero. Quindi competitive quando non occorre accumulare una grande quantità di energia. Con questo sistema di propulsione la vettura può marciare in modalità esclusivamente elettrica a basse andature e a velocità costante, mentre le batterie recuperano l’energia nei rallentamenti a qualsiasi velocità. Il motore termico è collegato al motore-generatore elettrico con una trasmissione silenziosa a cinghia che provvede anche alla funzione stop&start. La stessa batteria alimenta poi un compressore comandato elettricamente che incrementa la coppia erogata dal motore termico ai bassi regimi; i tecnici che hanno sviluppato il sistema osservano che la sovralimentazione elettrica può efficacemente integrarsi con il convenzionale sistema a turbocompressore in modo da ottenere un’erogazione lineare della coppia in tutte le condizioni d’uso.Questo inedito sistema ibrido può anche essere adottato senza compressore elettrico per applicazioni più semplici, destinate a modelli economici.

Lo scopo di questa ricerca sviluppata da Kia è trovare nuove soluzioni per ridurre le emissioni di CO2 nelle vetture di serie e questo sistema “mild hybrid” consente di ottenere una riduzione delle emissioni fino al 15%, mentre la sovralimentazione elettrica permette di aumentare la potenza disponibile fino al 20%. L’utilizzo di un impianto elettrico a 48 volt consentirà di diminuire gli ingombri della batteria e del motorino di avviamento rispetto alle soluzioni convenzionali degli impianti a 12 volt. Infine, Kia prevede di adottare queste innovazioni nella produzione di serie entro tre anni per i modelli, con motori sia diesel sia a benzina, della prossima generazione.

Il nuovo cambio Kia a doppia frizione a 7 rapporti

Kia Motors inoltre ha presentato un cambio completamente nuovo del tipo a doppia frizione con 7 rapporti. Questa soluzione, che rappresenta un’innovazione assoluta nelle vetture Kia, permetterà di migliorare le prestazioni e il piacere di guida, garantendo la migliore efficienza e contenimento dei consumi di carburante. Questo tipo di trasmissione comporterà un importante passo avanti nei confronti dei cambi automatici a sei rapporti attualmente disponibili a richiesta su numerosi modelli Kia e grazie al sistema DCT (a doppia frizione) combinerà i vantaggi di comfort degli automatici con l’efficienza dei manuali, ma con tempi di cambiata molto più rapidi di entrambi.

Nel corso dei test di sviluppo i tecnici si erano posti l’obiettivo di ridurre i consumi del 7% e i tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h del 5% rispetto ai cambi attualmente in produzione. L’altro scrupolo nella messa a punto del nuovi DCT ha riguardato il contenimento della rumorosità e delle vibrazioni che è stato ottenuto grazie anche all’adozione di uno smorzatore esterno.

Il nuovo cambio DCT utilizza due frizioni a secco comandate da attuatori elettrici e i rapporti, distribuiti sui due alberi secondari, possono essere selezionati individualmente a seconda delle condizioni di marcia e dei comandi del pilota. Il vantaggio principale consiste nella rapidità dei cambi marcia che avvengono praticamente senza interruzione della coppia trasmessa alle ruote; la disponibilità di 7 rapporti permette poi di mantenere il motore nelle condizioni di maggiore efficienza, quindi di avere migliori prestazioni e consumi inferiori rispetto ad analoghi sistemi a 6 rapporti. La nuova trasmissione a 7 marce sarà disponibile sui modelli Kia in produzione dal 2015.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSUZUKI DEMO RIDE TOUR 2014: ECCO LE DATE!
Articolo successivoPROVA: PEUGEOT 3008 HY, CROSSOVER MULTIUSO…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”