Incessantemente Marquez, unicamente “unidirezionale” il suo campionato, fatto non certo di “momenti” ma di gare costruite fin dal venerdi. Altra gara, altra vittoria, altra pole…

Il tutto con disarmante superiorità tattica ma anche e soprattutto di un istinto che Marc ha dentro al cuore, nel suo “nutrito” DNA, fatto di aggressività quando serve. Non sbaglia Marquez ed al Mugello ha dimostrato di aver superato (ma ce l’ha mai avuto?) il “timore reverenziale” verso Lorenzo, Rossi, Pedrosa, insomma i rider che storicamente hanno vinto di più nella MotoGP. Con la vittoria di ieri, Marc è diventato il sesto pilota – ed il primo dopo Rossi nel 2002 – a vincere 6 gare consecutive nella classe regina (unitamente ad Agostini , Hailwood, Surtees e Mick Doohan). Di fatto il pilota più giovane a raggiungere questo obiettivo, a 21 anni e 104 giorni, battendo il record di Rossi (23 anni e 148 giorni).

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

Il ragazzo dei record…

Ed ha (pure) eguagliato il numero di vittorie in carriera raggiunto da John Surtees, che ha vinto un totale di sette titoli mondiali (quattro nella classe 500 cc e tre nella classe 350 cc) Così, con un incessante e grande bottino di ben 150 punti, Marc allunga il passo in campionato di ben 53 punti sul secondo posto Rossi che ne ha 97 con Pedrosa che arretra al terzo posto ad un solo punto da Valentino.

Ma la gara ha visto anche un (finalmente) ottimo e ritrovato Lorenzo, che, come sempre, quando è in palla, avanza alla grande, anche se poi ha dovuto cedere il passo a Marquez dopo un duello correttissimo tra i due fatto, come abbiamo visto, di botta & risposta…

La parola ai protagonisti del Mugello

Marc Marquez: “Con Jorge ho avuto un duello ed un sacco di divertimento”

“Sono molto contento di questa vittoria – spiega Marc Marquez – ; Jorge ed abbiamo acceso una buona battaglia oltre ad un sacco di divertimento in pista ! Non mi aspettavo la vittoria, perché ero venuto al Mugello come uno dei tanti per raccogliere punti in campionato e certo non pensavo di vincere la gara.

Tuttavia, ho visto che la vittoria sarebbe stata possibile ed ho preso più rischi rispetto alle altre gare, anche perché Jorge e Vale erano molto veloci e mi hanno messo in difficoltà per mantenere il ritmo. Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro per tutto il weekend: il cambiamento che abbiamo fatto per la sesta marcia nel warm up di ieri si è rivelata molto importante, soprattutto per aiutarmi nella una scia alla fine del lungo rettilineo. Sono molto contento di come è andato l’intero weekend , ed ora è il momento di guardare avanti per il mio Gran Premio di casa, perché per me, correre a Montmelo è sempre molto speciale”.

Jorge Lorenzo: “Sono felice, anche se potrei esserlo di più se avessi vinto…”

“Sono felice, ma lo sarei stato di più se avessi vinto, ma ho fatto del mio meglio, spiega Jorge Lorenzo. Probabilmente all’ultima curva ho dovuto rimanere più interno per cercare di superare Marc sulla linea interna, ma ho fatto un errore e sono andato più largo ed era impossibile superarlo sul rettilineo. Quando mi sento forte fisicamente e la moto dimostra un piccolo miglioramento posso essere lì e combattere con lui…  

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

Abbiamo un certo margine ancora per migliorare, così come può migliorare la mia condizione fisica. Ho lavorato davvero duro per essere più in forma fisicamente, ed lo ha fatto anche il team in questo weekend per darmi una grande moto, quindi grazie a loro”.

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

Valentino Rossi: “E’ stata una grande giornata per tutte le persone e per la MotoGP”

“Oggi è stata una grande giornata per tutti e per la MotoGP – racconta Valentino Rossi – . Il Mugello è uno dei più grandi circuiti del mondo e c’è un sacco di gente in giro e la gara è stata molto divertente , con una grande battaglia tra Jorge e Marc . Non ero troppo lontano da loro e oggi è stata una grande giornata per tutte le persone  che erano felici per il mio podio . E’ una grande emozione, come sempre, è stata una gara dura dalla quarta fila fino al terzo posto. Penso di aver avuto la possibilità di combattere con loro, ma purtroppo abbiamo commesso un errore in qualifica, ma ci proverò di nuovo a Barcellona. Il podio al Mugello è sempre fantastico, è il momento più speciale della stagione, è come un grande concerto . Ed è una grande festa per la MotoGP e per il motociclismo perché la passione in Italia è davvero incredibile. Questo è il mio GP numero 300 , quindi sono nel bel mezzo della mia carriera, almeno altri 300!”.

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

Dani Pedrosa: “Il mio braccio mi sta ancora causando dei problemi…”

“E ‘stata una gara dura e non ero in grado di ottenere il risultato che speravo – racconta Dani Pedrosa – . Il mio braccio mi sta ancora causando problemi e non sono stato in grado di spingere al cento per cento così grazie al mio team per la pazienza, ma devo ancora recuperare. La gara è stata interessante, e mi congratulo con Marc e Jorge per la bella battaglia che hanno regalato! Ora dobbiamo continuare il lavoro in modo che potremo essere nel gruppo di testa e divertirci con loro… Ma ho bisogno di essere fisicamente al 100 % per essere in grado di farlo. Domani farò un check-up con il dottor Mir, con la speranza di essere più in forma in tempo per Montmelo tra due settimane”.

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

 Andrea Dovizioso: “Mi ha aiutato molto la potenza che avevamo in rettilineo…”

“Credo di avere dato il mio massimo oggi in gara – spiega Andrea Dovizioso -. Alla fine non siamo andati così male come gap dai primi: siamo riusciti a migliorare di tre secondi e mezzo rispetto all’anno scorso, e questo è un aspetto positivo. La gara del Mugello, come sempre, è stata molto dura ma è bella anche per questo. E’ stata una lotta davvero tosta quella con Pedrosa, Espargarò e Iannone. Mi ha aiutato molto la potenza che avevamo in rettilineo, e facevo delle grandi staccate alla San Donato. Alla fine abbiamo portato a casa il massimo che si poteva ottenere oggi.”

“Ovviamente i risultati di oggi sono stati al di sotto delle nostre aspettative racconta Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse), soprattutto su questo circuito che è un po’ la pista di casa per la Ducati. Purtroppo Cal ha perso l’avantreno nei primi giri, mentre Andrea ha dato il massimo ma non è riuscito a lottare per le posizioni che avrebbe voluto. Dobbiamo avere pazienza: sappiamo di dovere ancora migliorare molto, ma lavoreremo sodo e siamo fiduciosi per il futuro.

Andrea Iannone: “Felice di aver fatto i primi giri in testa davanti al mio pubblico”

Andrea Iannone, grande gara, in testa fino a circa metà gara e, nella seconda metà della gara, Andrea ha combattuto duramente per riuscire a mantenere la quarta posizione, terminando la corsa al settimo posto. Insomma Iannone c’è, eccome!

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

“Sono felice di aver fatto i primi giri in testa davanti al mio pubblico. A gara conclusa il mio team e gli ospiti mi hanno raccontato che il pubblico esultava dopo ogni mio sorpasso, questo mi inorgoglisce, il calore del pubblico mi da sempre una marcia in più. Abbiamo fatto una buona gara ma non potevamo tenere testa al passo delle Honda e delle Yamaha. Purtroppo ho faticato un po’ negli ultimi sette giri a causa del consumo delle gomme, ma mi sono impegnato molto e ho lottato per dare il massimo.”

Fausto Gresini: “La gara del Mugello per noi è sempre stata difficile…”

“La gara del Mugello per noi è sempre stata difficile: vorremmo ottenere tanto, ma purtroppo raccogliamo sempre molto poco. Dovremo capire meglio perché con Alvaro in alcune gare siamo molto competitivi mentre in altre fatichiamo parecchio: ci manca qualcosa per essere più costanti ad ogni Gran Premio. I problemi sembrano comunque emergere soprattutto con la gomma dura, con la quale la moto scivola molto e diventa più nervosa. Mi dispiace per Scott, che ha fatto una bella gara ma è stato costretto a perdere alcune posizioni a causa della rottura del cupolino, che oltre a fargli perdere velocità in rettilineo lo ha infastidito per via delle turbolenze”.

Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello
Moto GP, Marc Marquez vince al Mugello

Alvaro Bautista: “Dopo Le Mans ci aspettavamo di più…”

“Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile: stamattina, nel warm up, abbiamo provato a migliorare senza però trovare nulla di speciale. Ho disputato la gara con la forcella anteriore che utilizzavamo prima dei test post-gara di Jerez, perché pensavamo potesse funzionare meglio con la gomma anteriore a mescola dura, ma in realtà ciò non ha fatto molta differenza. Il gap dal secondo gruppo di piloti non era molto elevato: ho lottato per provare a seguirli, ma a un certo punto ho visto che non era possibile e ho dovuto risparmiarmi per finire la gara. Peccato, perché dopo il podio di Le Mans ci aspettavamo qualcosa in più: siamo in una situazione strana, perché in alcune piste siamo competitivi e in altre no, senza effettuare modifiche alla moto; questo problema va risolto se vogliamo essere competitivi sempre. Ringrazio la squadra che ha dato il massimo, come sempre, e speriamo di tornare competitivi a Barcellona, come già successo in altre occasioni”.

Cosi’ al traguardo del Mugello:

1          Marc Marquez  93        ESP     25        Repsol Honda Team   

2          Jorge Lorenzo 99        ESP     20        Yamaha Factory Racing         

3          Valentino Rossi 46      ITA       16        Yamaha Factory

4          Dani Pedrosa   26        ESP     13        Repsol Honda Team

5          Pol Espargaro  44        ESP     11        Monster Yamaha Tech 3

6          Andrea Dovizioso 4      ITA       10        Ducati Team

7          Andrea Iannone 29        ITA       9          Pramac Racing

8          Alvaro Bautista 19        ESP     8          Go & Fun Honda Gresini

9          Aleix Espargaro            41        ESP     7          NGM Mobile Forward Racing

10        Yonny Hernandez 68     COL     6          Pramac Racing

11        Michele Pirro    51        ITA       5          Ducati Team     DUCATI

12        Karel Abraham  17        CZE     4          Cardion AB Motoracing HONDA

13        Scott Redding  45        GBR     3          Go & Fun Honda Gresini

14        Hiroshi Aoyama            7          JPN      2          Drive M7 Aspar HONDA

15        Colin Edwards  5          USA     1          NGM Mobile Forward Racing

16        Michael Laverty 70        GBR                Paul Bird Motorsport

17        Broc Parkes     23        AUS                Paul Bird Motorsport

18        Mike Di Meglio 63        FRA                Avintia Racing MotoGP

19        Hector Barbera 8          ESP                Avintia Racing MotoGP

20        Michel Fabrizio 84        ITA                  IodaRacing Project

21        Cal Crutchlow   35        GBR                Ducati Team

22        Stefan Bradl     6          GER                LCR Honda MotoGP

23        Bradley Smith   38        GBR                Monster Yamaha Tech 3

24        Nicky Hayden   69        USA                Drive M7 Aspar HONDA

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteAUDI PREPARA DETTAGLI TECNICI PER LA 24 DI LE MANS
Articolo successivoPROVA: PORSCHE PANAMERA DIESEL 300 CV
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”