Edizione numero 5 per la manifestazione capitolina MOTODAYS 2013, che prenderà il via il prossimo 7 marzo alla Fiera di Roma. Tante novità e presenza di piloti…

Tante le novità da scoprire o da provare se si tratta di due ruote… ma non solo. Occhi puntati  sul “green” e quindi su una mobilità sempre più vicina alle esigenze personali. Motodays 2013 si lancia così nella sua nuova edizione, Salone Moto e Scooter del Centro-Sud Italia, in programma dal 7 al 10 marzo alla Fiera di Roma. Edizione numero 5  per la vetrina  che da spazio alle novità del settore, diventando sempre di più la vera “festa capitolina” delle due ruote.

Anche per l’edizione 2013 sono confermate le presenze delle maggiori Case Costruttici: Motodays sarà una ghiotta occasione per chi arriva dal Centro-Sud, una possibilità per toccare con mano le novità del mercato moto e scooter 2013. Oltre alle supersportive, alle naked e le immancabili offroad, quest’anno grande attenzione sarà rivolta ai due segmenti in crescita,ovvero le maxi-enduro turistiche e le affascinanti Cafe Racer. Inoltre, saranno presenti tanti marchi di accessori ed abbigliamento e parti speciali, pronti a presentare le novità più interessanti.

Ci sarà tanto…da provare

Dopo il grande successo del 2012, saranno replicate e aumentate le aree prova: è una delle carte vincenti di Motodays sia per gli ampi spazi a disposizione sia per il periodo climatico solitamente favorevole della manifestazione: dopo aver fotografato la moto o lo scooter dei sogni in occasione dei Saloni europei invernali, gli appassionati avranno la possibilità di indossare casco e giacca e di salire in sella ai nuovi prodotti per sciogliere gli ultimi dubbi prima di un acquisto o semplicemente per togliersi uno “sfizio”. Tre le offerte: le classiche aree-prova allestite dalle Case accanto ai padiglioni, la divertente pista oppure i percorsi “open door”, gite di circa 40 chilometri lungo il litorale laziale con prenotazione, partenza e arrivo da Motodays.

Che “razza” di motociclista sei? Vieni a scoprirlo…

Quattro aree caratterizzeranno con successo la “passerella” del Salone. “Days on the Road”, che si conferma punto di ritrovo per gli amanti dei viaggi e delle gite fuoriporta. Ma Motodays sarà anche “Biker” con un padiglione totalmente dedicato alle custom, e poi Bike Show, contest riservati agli artisti ed eventi a tema, che faranno parte del programma dell’area “Kromature”. Piu’ grande e ricca sarà l’area dedicata ai veicoli ecologici, che tanto interesse hanno suscitato a Motodays già nel 2012. Per i motociclisti “Old School”, non mancherà l’area Motodays Vintage, riservata alle moto d’epoca. Ed infine, i protagonisti dell’edizione 2013 saranno “50 Cinquantini” che hanno fatto sognare tante generazioni di ragazzi di una volta e poi Memorabilia, oggettistica e parti di ricambio della Mostra Mercato.

Spettacoli, Stunt ed esibizioni a Motodays 2013…

Oltre alle aree prova, sono attese le evoluzioni di alcuni dei più particolari “funamboli” delle due ruote, pronti ad entusiasmare come ogni anno i visitatori: sulla scena si alterneranno Stunt e piloti di livello mondiale, che regalaranno al pubblico spettacoli al limite ricchi di adrenalina. Il palco principale, posizionato invece all’interno dei padiglioni, sarà la piazza degli incontri con i campioni delle due ruote (tanti i piloti Superbike e MotoGp che ogni anno arrivano in Fiera per ricevere l’abbraccio dei tifosi) e delle premiazioni.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSBK 2103: TEST POSITIVI A JEREZ PER APRILIA
Articolo successivoINTERVISTA: VITTORIO ARGENTO, LA SUA GILERA 124
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”